Inzaghi: “I tifosi sono stati l’uomo in più della partita”

Categorie Lazio/Serie A Scritto da

Inzaghi nel post partita

La Lazio pareggia il derby di ritorno in campionato, il primo pareggio nella stracittadina per Simone Inzaghi sulla panchina biancoceleste. Uno 0-0 non privo di emozioni, ma che lascia tutto aperto per la lotta Champions.

Queste le dichiarazioni di Inzaghi:

Lo 0-0 sembra un risultato meritato…

Diciamo che abbiamo fatto un’ottima partita, di grande cuore, di sacrificio, di unione. Dovevamo riscattarci da giovedì, abbiamo lasciato questa macchia di giovedì che non cancella gli 8 mesi che abbiamo fatto. Abbiamo dimostrato di essere pericolosi, giocavamo contro una semifinalista di Champions. A 48 ore dal nostro rientro dall’Austria, andare a vedere la mia squadra andare a cercare il gol in 10 mi ha fatto contento. Abbiamo rischiato alla fine con la traversa di Dzeko, ho dovuto lasciare Milinkovic punta e inserire Bastos dopo l’espulsione.

È la dimostrazione che la Lazio ha un’anima? Come nasce la mossa Felipe Anderson? Sostituzione prematura?

Sono molto contento di avere fatto i due cambi nel secondo tempo (Lukaku e Luis Alberto, ndr). Probabilmente se ci fosse stato un altro giocatore al posto di Lulic non avrebbe giocato né a Salisburgo, né stasera. Ha un grande versamento destro il ginocchio, che gli dà fastidio, c’è un grosso ematoma. Dovevo fare una scelta tra Immobile e Felipe Anderson, mi sembrava avesse corso di più Anderson e ho sperato in un gol di Ciro. Siamo stati bravi tutti. Abbiamo concesso poco o niente, a parte l’imbucata di Nainggolan per l’occasione gol di Peres nel primo tempo.

La Lazio ha superato uno scoglio, come ha visto la Roma? Che differenza c’è?

Sul campo ho visto molto bene la mia squadra. Lo scorso anno siamo arrivati a 17 puti dalla Roma, adesso siamo pari a loro e avanti all’Inter di un punto. Non ci nascondiamo più, vogliamo giocarci l’Europa nelle sei partite che rimangono. La corsa Champions sarebbe stata già chiusa senza la Lazio, che molti pensavano essere da ottavo-decimo posto ad inizio stagione. Sapevo che potevamo giocarcela, rispetto alla Roma abbiamo giocato 8 partite in più e 16 rispetto all’Inter. Se siamo lì non è un caso.

Puntavate molto all’Europa League, la prova di questa sera può determinare una nuova Lazio?

Questi ragazzi mi entusiasmano da 50 partite, abbiamo vinto una Supercoppa, siamo arrivati in semifinale di coppa Italia perdendo ai rigori in un torneo in cui corazzate erano uscite prima. Abbiamo perso male giovedì, c’è la macchia, volevamo la semifinale. A questi ragazzi posso fare solo un grande applauso.

Un commento sull’Olimpico di questa sera…

Penso che i tifosi siano stati l’uomo in più stasera. Ho cambiato solamente due giocatori rispetto a giovedì e durante gli allenamenti ho detto ai miei che la stanchezza e la fatica sarebbero passate una volta entrati in campo. I tifosi sono stati meravigliosi; ci spiace non avergli regalato la semifinale dopo il sostegno da loro datoci durante la stagione e i sacrifici fatti per venire a Salisburgo. Sono stati molto importanti per noi.