Prima pagina Gazzetta dello Sport, la rassegna sportiva, calciomercato

Category archive

Inter

Calciomercato, UFFICIALE: Lisandro Lopez è dell’Inter

Categorie Calciomercato/Inter Scritto da

La notizia era nell’aria da qualche giorno, ora è ufficiale. Lisandro Lopez, centrale difensivo argentino, è a tutti gli effetti un nuovo giocatore dell’Inter. Il centrale arriva dal Benfica in prestito fino a fine stagione. Al termine della stagione, i nerazzurri avranno il diritto di riscattare il giocatore. A dare l’annuncio è stato lo stesso club, tramite il proprio sito ufficiale.

Lisandro Lopez all’Inter, il comunicato

“Lopez è nerazzurro! L’FC Inter ha acquisito dall’SL Benfica, a titolo temporaneo con opzione per l’acquisizione definitiva, il difensore centrale argentino classe 1989. Inizia per lui una nuova avventura, questa volta a tinte nerazzurre. Benvenuto all’Inter!”

Inzaghi :”A Milano sarà una partita importantissima”

Categorie Inter/Lazio/Serie A Scritto da
inzaghi

Conferenza stampa Inzaghi

Alla vigilia di quella che molti ribattezzano come ‘sfida Champions’tra Inter e Lazio, il tecnico dei biancocelesti, Simone Inzaghi, ha preso parola nella sala stampa di Formello.

Con quali e quante certezze salirà a Milano?

Andiamo a Milano a fare una partita molto importante, non decisiva ma importantissima per noi. Sappiamo che andremo ad affrontare una squadra forte che dovremo sfidare al 120% per ottenere un risultato positivo.

Voi state molto bene, l’Inter non è nel suo miglior momento. Si fida dell’ottimismo generale?

I ragazzi sono preparati, andiamo a a affrontare una squadra che ha perso tre partite, ha avuto un calo fisiologico che tutte le squadre hanno avuto. È una squadra con grandissime qualità, con un allenatore bravissimo che stimo.

Si sta per chiudere il girone d’andata, una valutazione a 360°…

I ragazzi sono stati straordinari finora; abbiamo centrato la qualificazione in Europa League con due giornate d’anticipo, siamo in semifinale di Coppa Italia e in campionato siamo lì. Il campioanto e le altre competizioni finiscono a maggio, lo sappiamo. Ora dopo la sosta avremo una partita ogni 3 giorni. Sappiamo di aver perso qualche punto in maniera inaspettata con cui avremmo potuto migliorare la nostra classifica. Veniamo da una settimana intensa, le gare contro Crotone e Fiorentina ci hanno tolto energie.

Gara importante per la Champions?

Non è decisiva ai fini della classifica, ma molto importante perché incontriamo una squadra che ci è davanti in classifica. Vogliamo rimanere attaccati con tutte le nostre forze al gruppo di testa, voglio una prova da Lazio. Difficilmente sbagliamo la partita quando giochiamo da Lazio.

Cosa si teme per domani?

La qualità dei giocatori dell’Inter; ci sarà un bellissimo stadio per loro, ma anche per noi. So che molti tifosi battaglia per 90 minuti.

Icardi-Immobile: in cosa è più forte l’uno e in cosa l’altro?

Insieme con Higuain sono i tre migliori attaccanti in circolazione. Icardi ha fatto gol in tutte le partite tranne l’ultima col Sassuolo; è un attaccante da tenere a bada per 95 minuti. Perisic e Candreva sono grandissimi giocatori. A seconda di chi Spalletti farà giocare dietro a Icardi ci siamo preparati nel migliore dei modi.

Di Gennaro può diventare un rinforzo per gennaio?

È un calciatore che abbiamo voluto, ha avuto un brutto infortunio e ha subito una ricaduta. Penso che dopo la sosta potremo ri-avere sia lui sia Caicedo, che è una risorsa importante per noi. È un giocatore che si sacrifica, l’unica nota negativa della scorsa serata è stato l’infortunio di Caicedo. Vorrei recuperare tutti, Nani si allena da una settimana con la squadra.

Sta pensando di far rifiatare Parolo?

È una cosa che valuteremo, è importantissimo nella nostra economia di gioco, attacchiamo con tanti giocatori e lui è molto intelligente e importante per il nostro scacchiere.

Felipe dalla panchina? Il calo dell’Inter è un vantaggio o uno svantaggio?

Ora l’Inter ha avuto un calo fisiologico, troveremo una squadra ferita nell’orgoglio, ma dovranno passare sopra la Lazio che venderà cara la propria pelle. Mercoledì Anderson ha fatto 60 minuti molto buoni, ci ha dato imprevedibilità. Domani vedremo chi giocherà.

Qualcuno dice che la Lazio è favorita perché l’Inter ha fatto i supplementari…

Penso che siamo gli unici ad aver fatto 3 partite in sei giorni, è la stessa cosa che capiterà domani all’Inter; a noi è successo nella settimana con Cittadella e Atalanta.

Soddisfatto di quanto fatto finora?

Sono soddisfattissimo ma bisogna guardare avanti, non indietro. Siamo ritornati in Europa, abbiamo vinto la Supercoppa italiana, penso che la ciliegina della torta sia stato riportare entusiasmo tra la gente, li abbiamo sentiti sempre al nostro fianco, qui a Formello e in trasferta. Il mio più grande successo è questo. Col Crotone c’era una buonissima cornice, contro la Fiorentina nonostante il giorno e l’orario il pubblico ci ha sostenuto.

Qualche dubbio per domani o confermerai la consueta formazione?

Dovrò valutare il recuperare di alcuni calciatori, dopo il risveglio muscolare deciderò. Abbiamo affrontato due partite dispendiose, vedremo.

Quanto fu importante la vittoria di San Siro dello scorso anno? Come si batte Spalletti?

Quella partita ci qualificò per la semifinale contro la Roma che riuscimmo a vincere. Domani incontreremo un ottimo allenatore che fa giocare le squadre secondo il proprio calcio, è imprevedibile durante le gare.

Ancora oggi non sai se il contatto Bastos-Kolarov fosse o meno rigore, è stato designato Rocchi, arbitro di quel derby…

Per non tornare indietro, dobbiamo concentrarci sulla partita di domani, penso che Rocchi insieme a Orsato sia il miglior arbitro italiano.

L’Inter è la squadra che sfrutta di più i cross, come potrebbero limitare la Lazio?

Ci siamo preparati per questo, è una delle squadre a crossare di più. Hanno giocatori bravi nell’uno contro uno, dovremo essere bravi nelle marcature e a non concedere troppi traversoni.

 

Spalletti :”I giocatori della Lazio sono bravi in fase offensiva”

Categorie Inter/Lazio/Serie A Scritto da
spalletti

Le dichiarazioni di Spalletti

Inter-Lazio è il big match dell’ultima giornata del girone di andata. A San Siro si affronteranno due squadre che vivono momenti opposti: l’Inter viene da 3 sconfitte consecutive, mentre la Lazio da due vittorie. L’Inter scenderà però in campo arrabbiata e determinata a prendersi 3 punti che andrebbero ad ampliare il vantaggio in classifica sui biancocelesti e per rimanere nei piani alti della classifica.

L’allenatore dei nerazzurri, Luciano Spalletti, ha preso la parola in conferenza stampa alla vigilia del fondamentale match di San Siro. Ecco i passaggi più importanti: “Se a questo punto ci fossimo arrivati con due sconfitte con Juventus e Napoli in precedenza e avanzo vinto o pareggiato una di queste due gare con Udinese e Sassuolo il modo di vederci sarebbe diverso. Il nostro gioco è prevedibile?  Può essere un’analisi corretta , bisogna palleggiare meglio e con più qualità. I giocatori della Lazio sono bravi in fase offensiva quando perdi palla, ribaltano l’azione a campo aperto. Icardi e Immobile? Due grandi attaccanti che lotteranno fino alla fine per la classifica marcatori. Sento parlare di Lazio e Roma che fanno un campionato eccezionale, delle altre due squadre (Napoli e Juventus, ndr) che sono extraterrestri, e mi sembra che noi siamo dentro questo contesto, sotto la Roma ma davanti alla Lazio, quindi significa che siamo stati bravi, siamo lì con loro”.

Inter-Lazio streaming e probabili formazioni

Categorie Inter/Lazio/Serie A/Streaming Scritto da
formazioni

Inter-Lazio streaming e probabili formazioni

Dopo due sconfitte consecutive, l’Inter vuole tornare a vincere per tenere a distanza la Lazio, che però sembra aver ritrovato il ritmo giusto. I neroazzurri dovranno tornare a convincere i propri tifosi, ma sabato a San Siro arriverà una Lazio determinata a non staccarsi dalle prime posizioni della classifica, per combattere fino all’ultimo almeno per il quarto posto, utile per accedere ai play-off di Champions League.

Inter-Lazio si giocherà sabato 30 dicembre alle ore 18:00 allo stadio “Giuseppe Meazza” di Milano. Sarà visibile sulle piattaforme Sky e Premium Sport e i rispettivi streaming. 

Per questo match Luciano Spalletti dovrà rinunciare agli infortunati Miranda e D’Ambrosio, che saranno rispettivamente rimpiazzati da Ranocchia e da Cancelo, con il ritorno di Nagatomo o Santon sulla fascia sinistra. Vecino torna dalla squalifica e Borja Valero torna sulla trequarti; invariato il tridente offensivo.

Simone Inzaghi ha tutti i suoi uomini migliori a disposizione. L’unico vero ballottaggio riguarda la difesa, dove Wallace si candida al posto di Bastos. Sulle fasce Marusic e Lulic, anche se la buona prova di Lukaku contro il Crotone ha messo in ‘difficoltà’ l’allenatore biancoceleste. Sempre dalla panchina Felipe Anderson, verso il forfait Caicedo, infortunatosi ieri contro la Fiorentina in coppa Italia.

Probabili formazioni

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Cancelo, Skriniar, Ranocchia, Nagatomo; Vecino, Gagliardini; Candreva, Borja Valero, Perisic; Icardi.

LAZIO (3-4-2-1): Strakosha; Wallace, de Vrij, Radu; Marusic, Parolo, Lucas Leiva, Lulic; Luis Alberto, Milinkovic-Savic; Immobile.

Corriere dello Sport in prima pagina: Fuori uno

Categorie Fiorentina/Inter/Juventus/Lazio/Milan/Napoli/Rassegna Stampa/Roma Scritto da
corriere

Prima pagina Corriere dello Sport

“Fuori uno”, così apre l’edizione odierna del Il Corriere dello Sport. Milan-Inter da cuori forti. Gattuso e Spalletti tesi: chi perde va in difficoltà. Lettera di Mister Li ai rossoneri.

Intanto ieri sera, la sfida si Santo Stefano è andata ai biancocelesti. Guizzo Lulic festa Lazio. Il bosniaco gela la Fiorentina, Inzaghi primo finalista.

Calciomercato: Mourinho vuole Dybala, offerta da 68 milioni. Napoli, missione Verdi, De Laurentiis cerca il si per giugno e infine la Roma tratta con il Barcellona per Vidal.

Calciomercato, Inter: inserimento per Musonda

Categorie Calciomercato/Inter Scritto da

L’Inter si è inserita nella corsa per arrivare a Charly Musonda. Il centrocampista belga, che trova pochissimo spazio al Chelsea, probabilmente partirà in prestito. Il giocatore, infatti, vuole trovare continuità, e restare ai Blues non glielo permetterebbe. I nerazzurri sarebbero ben disposti ad acquistarlo in prestito. Lo riporta The Sun.

Tuttavia, l’Inter non è l’unica squadra interessata a Musonda. Anche il Siviglia, infatti, sembra intenzionato a ingaggiare il giovane belga. Su di lui, inoltre, c’è anche il Real Betis, squadra in cui il giocatore ha militato nella scorsa stagione. Il Chelsea, in ogni caso, intende cederlo soltanto a titolo temporaneo perché Antonio Conte punta molto su di lui.

Calciomercato, Inter: i nomi in entrata per gennaio

Categorie Calciomercato/Inter Scritto da

L’Inter guarda a gennaio con l’intenzione di rinforzare la propria rosa. L’ottimo avvio di stagione, infatti, ha convinto la dirigenza a investire anche nel mercato invernale. L’intenzione è quella di dare a Luciano Spalletti una rosa competitiva fino alla fine della stagione.

Inter: i nomi in entrata a gennaio

L’obiettivo primario, secondo Goal, è quello di rinforzare il centrocampo. Il primo nome della lista è quello di Ramires, dello Jiangsu Suning. Spaventano l’ingaggio (10 milioni a stagione) e l’interesse del Bayern Monaco. Quest’ultimo scenario, però, potrebbe portare verso i nerazzurri Arturo Vidal. Il cileno piace molto alla dirigenza meneghina, ma costa tanto (40 milioni di euro).

Piace molto Javier Pastore, in uscita dal PSG. Walter Sabatini, che lo ha portato a Palermo, ha una corsia preferenziale con l’agente del giocatore, Marcelo Simonian. Nel mirino anche Henrikh Mkhitaryan, in rotta con il Manchester United. Da escludere uno scambio con Joao Mario. Le soluzioni ‘nostrane’ sono a Bologna, e sono Simone Verdi e Godfred Donsah.

Per quanto riguarda la difesa, si punta ad anticipare l’arrivo di Alessandro Bastoni. Il giovane difensore dell’Atalanta, già ingaggiato per giugno, potrebbe arrivare a Milano a gennaio.

Calciomercato, Inter: potrebbe arrivare De Vrij

Categorie Calciomercato/Inter Scritto da

Stefan De Vrij non sembra disposto a rinnovare il proprio contratto con la Lazio. Al difensore olandese è stato dato l’ultimatum: la firma del rinnovo, o la cessione già a gennaio. Tuttavia, l’idea di averlo a parametro zero a giugno fa gola a diverse big. L’ultima a inserirsi nella corsa, secondo Goal, è l’Inter.

I nerazzurri, infatti, si sono fiondati su De Vrij e sono pronti all’offerta al giocatore. Ingaggio da 3 milioni e mezzo netti a stagione per i prossimi cinque anni. Un milione in più di quanto offerto dai biancocelesti, che sembrano partire in svantaggio. Sul giocatore ci sono anche il Liverpool e, più defilata, la Juventus.

Calciomercato, Inter: battuto il Liverpool per Barella

Categorie Calciomercato/Inter Scritto da

L’Inter si starebbe per aggiudicare la corsa a Nicolò Barella. Il centrocampista del Cagliari, che ha fatto molto bene in questo avvio di stagione, sarebbe a un passo dall’approdo in nerazzurro. TalkSport dice che, per arrivare al giovane giocatore, la compagine nerazzurra avrebbe battuto la concorrenza del Liverpool.

Jurgen Klopp, impressionato da Barella, aveva dato incarico ai suoi osservatori di tenerlo d’occhio. Tuttavia, l’Inter sembra aver bruciato la concorrenza e l’accordo sarebbe a un passo. Il giocatore rimarrà a Cagliari fino alla fine della stagione, poi passerà ai nerazzurri in prestito. Al termine della prossima stagione avverrà il riscatto, fissato a circa 20 milioni di euro.

Inter, parla Icardi: “Il Real? Sto bene qui”

Categorie Inter/Primo piano Scritto da

In questi giorni si è parlato spesso dell’interesse del Real Madrid per Mauro Icardi. Il centravanti argentino, infatti, è in una condizione di forma davvero ottima. Per lui sono arrivate 16 reti in 15 partite di campionato. L’attaccante ha quindi contribuito in maniera molto importante alla conquista del primato dell’Inter.

Lo stesso Icardi ha parlato a Telefe, emittente televisiva argentina. Le sue parole sono state riportate da Sport Mediaset.

“Sono primo, e sono anche in testa alla classifica dei marcatori? Cosa potrei chiedere di meglio? Io sto bene qui. Sono anche stato convocato in nazionale. Penso che tutto questo sia frutto del lavoro che ho fatto con la maglia dell’Inter. Sta andando tutto a meraviglia, spero di continuare così”.

Gazzetta dello Sport in prima pagina : Inter SBOOOOOM

Categorie Inter/Juventus/Lazio/Milan/Rassegna Stampa/Roma/Serie A Scritto da
gazzetta

La prima pagina della gazzetta dello sport

La Gazzetta dello Sport di questa mattina apre in prima pagina titolando: “Inter booooom!”.

Una ‘o’ per ogni rete segnata al ChievoVerona, con Spalletti direttore d’orchestra, Perisic autore di una tripletta e Icardi che segna ancora ed eguaglia Corso a 94 gol. Dopo quasi due anni i nerazzurri tornano in testa da soli. Il prossimo weekend ci sarà la sfida direttissima contro la Juve: allo Stadium sarà esame scudetto.

Se l’Inter è boom, il Milan è sboom. Gattuso? No Brignoli! Il portiere volante fa 2-2. Giorno storico a Benevento che conquista il primo punto in Serie A, al 95′ con un gol del portiere. Bonucci dichiara: “Peggio di così…”. Gattuso: “Brignoli? Come in un incubo” . Nel posticipo, impresa Lazio, che batte la Samp a Marassi dopo esser passata in svantaggio. Ferrero ironizza :” Inzaghi come Lotito, ha avuto un sederone”.

Domani torna la Champions, la Juventus vola ad Atene, la Roma in casa con il Qarabag. Mercoledì tocca al Napoli. di Sarri.

Inter, UFFICIALE: rinnovo fino al 2021 per Handanovic

Categorie In Evidenza/Inter Scritto da

Samir Handanovic ha rinnovato il contratto che lo lega all’Inter fino al 2021. Il portiere sloveno, quindi, resterà ai nerazzurri anche per le prossime tre stagioni. Lo riporta Sky Sport, che sottolinea che l’estremo difensore rimarrà a Milano fino a quando non avrà 37 anni. Il nuovo accordo ne fa, di fatto, una bandiera del club.

Handanovic è stato scoperto dall’Udinese, che poi lo ha lanciato in prima squadra. Dopo una serie di stagioni eccellenti con i friulani, è arrivato il trasferimento all’Inter. Nel 2012, infatti, è stato chiamato a raccogliere la pesante eredità di Julio Cesar. Lo sloveno si è detto onorato di poter essere il numero 1 dei nerazzurri.

Inter-Chievo streaming e probabili formazioni

Categorie Chievo/Inter/Serie A/Streaming Scritto da

Inter-Chievo streaming e probabili formazioni

Inter-Chievo streaming e probabili formazioni – La quindicesima giornata di Serie A vedrà l’Inter impegnata a San Siro contro il Chievo Verona. Sarà un incontro molto importante per la squadra di Luciano Spalletti. Visto lo scontro diretto del San Paolo tra Napoli e Juventus, che si terrà stasera, i nerazzurri potrebbero raggiungere o comunque avvicinare la vetta. L’impegno sulla carta non è proibitivo, considerando che l’Inter gioca in casa. Il Chievo, tuttavia, è reduce dalla vittoria contro la SPAL e vanta un Roberto Inglese in grande spolvero. Mauro Icardi, dall’altro lato, è pronto a continuare il suo momento magico. Fino a qui ben 15 reti in 14 partite, che lo rendono capocannoniere della Serie A.

Inter-Chievo streaming

La partita tra Inter e Chievo si terrà domenica 3 dicembre alle ore 15. Sarà visibile in esclusiva per i clienti delle piattaforme satellitari. Sky dedica a questa partita il canale Sky Calcio 1. Mediaset Premium, invece, le riserva Premium Sport 2. Per gli abbonati alle due piattaforme, inoltre, la partita sarà visibile anche su smartphone e tablet con le apposite app. Sky Go e Premium Play, infatti, trasmetteranno la partita in diretta. La gara sarà visibile anche tramite piattaforme di streaming illegale, come Rojadirecta (da cui Calcio 360 si dissocia).

Inter-Chievo probabili formazioni

Prima partita della stagione in cui l’Inter non ha a disposizione tutti i titolarissimi. Spalletti, infatti, dovrà fare a meno degli squalificati Miranda e Gagliardini. Saranno Ranocchia e Brozovic a farne le veci. In dubbio anche Vecino, che ha accusato un fastidio muscolare. Pronto Joao Mario a prenderne il posto, ma occhio anche a Eder. Duello sulla sinistra tra Santon e Nagatomo, con l’azzurro favorito sul giapponese. L’unico infortunato è Vanheusden, che non sarà della partita.

Per quanto riguarda i clivensi, mancherà lo squalificato Radovanovic. Il suo sostituto sarà Nicola Rigoni. In difesa rientra Gamberini, che si giocherà un posto con Cesar e Dainelli. A centrocampo si giocano un posto Bastien e Depaoli. In avanti si rinnova il duello tra Meggiorini, favorito, e Pucciarelli. Sicuro invece del posto Inglese.

Probabili formazioni

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, Ranocchia, Santon; Brozovic, Borja Valero; Candreva, Joao Mario, Perisic; Icardi. All. Spalletti

CHIEVO (4-3-1-2): Sorrentino; Cacciatore, Gamberini, Tomovic, Gobbi; Bastien, Rigoni, Hetemaj; Birsa; Meggiorini, Inglese. All. Maran

 

Corriere dello Sport in prima pagina : sfida mondiale

Categorie Inter/Juventus/Napoli/Rassegna Stampa/Roma Scritto da
corriere

Corriere dello Sport in prima pagina 

Anche Il Corriere dello Sport di oggi apre in prima pagina con il big match tra Napoli-Juventus titolando: “Sfida Mondiale”. E’ la notte della verità, con Allegri che perde Mandzukic ma ritrova Higuain che vuole scendere in campo. Mertens lo sfida con Sarri che punta sul genio di Insigne. San Paolo da record: sono 200 i paesi collegati.

Alle 18, scende in campo anche la Roma. Grande attesa per il debutto di Schick dall’inizio, giocherà esterno accanto a Dzeko. Nainggolan e Perotti KO.

Intanto l’Inter pensa al mercato. Il club nerazzurro mette a segno i colpi Pavon e Barella e tenta l’asta per il baby del Cagliari. Assalto anche al talento del Boca

Calciomercato, Inter: occhi puntati su Verdi

Categorie Calciomercato/Inter Scritto da
Simone Verdi

Simone Verdi, trequartista del Bologna, è uno degli uomini del momento. Le sue prestazioni stanno attirando l’interesse delle big italiane. In particolare, su di lui si è fiondata l’Inter. A riportarlo è Sport Mediaset, che dice che la dirigenza nerazzurra vuole regalare il giocatore a Luciano Spalletti.

L’obiettivo è quello di strappare Verdi ai felsinei già nel mercato di gennaio. Per farlo sarebbe pronta un’offerta che comprenderebbe il prestito di Yann Karamoh. Il giovanissimo francese, usato poco da Spalletti, potrebbe trovare più spazio con Roberto Donadoni. In alternativa sono pronti per essere inseriti Gabigol, di rientro dal Benfica, e Jonathan Biabiany.

Julio Cesar, le 7 volte che mi sono innamorato dell’Acchiappasogni

Categorie Calcio/Inter/Primo piano Scritto da
Julio Cesar

Si ritira un altro pezzo del triplete 2010. Ha dato ufficialmente il ritiro al calcio giocato Júlio César Soares Espíndola, noto più semplicemente come Julio Cesar.

Scrivere di un addio non è mai semplice, si rischia velocemente di cadere in momenti da libro Cuore, però per Julio farò uno strappo alla regola, ma in maniera diversa.

Julio Cesar arrivò all’Inter nel 2005 e venne “parcheggiato” per 6 mesi al Chievo Verona. Nessuna presenza con i gialloblu, sembrava l’ennesima meteora dell’universo nerazzurro, ma la storia la cambiò Roberto Mancini.

Tornato dal prestito, venne lanciato dal tecnico jesino e divenne titolare al posto di Francesco Toldo.

Esplosività, tecnica brasiliana ed ottimo pararigori, Julio Cesar lavorò duro per raggiungere lo status di titolare nerazzurro.

7 stagioni in Italia, ma vi racconterò le 7 volte che l’Acchiappasogni mi ha fatto innamorare.

1-Milan Inter 2006/2007
Un derby che sembrava stravinto dopo il 4-1 di Materazzi, che ebbe però la brillante intuizione di esultare togliendosi la maglia, per far gli auguri al figlio, facendosi espellere per doppio giallo.
Un derby vissuto in sofferenza e, dopo il gol del 2-4 di Alberto Gilardino, arrivò una doppia parata clamorosa su Cafù prima e Seedorf dopo, uno spettacolo

2-Inter Roma 2007/2008
Tutti ricordano questa partita per due motivi diversi: l’espulsione discussa di Mexes; il gol fantastico di Javier Zanetti al 90esimo.
Era l’anno della doppietta del gigante di Malmö contro il Parma all’ultima giornata, ma Julio Cesar, in questa partita, negò il 2-0 ad Aquilani, un gol che avrebbe fatto sprofondare l’Inter e Mancini. Certo, Aquilani ci mise del suo, ma quella parata fu decisiva quanto il gol del capitano nerazzurro.

3-Inter Roma 2010/2011
L’Inter campione del mondo, orfana di Mourinho, dopo il fallimento di Benitez, regalò una partita maestosa contro la Roma di Ranieri.
In piena rincorsa scudetto, poi fallita, la banda di Leonardo vinse 5-3, una partita sconsigliata per i deboli di cuore.Giusto per non farsi mancare niente, Julio Cesar mise il suo sigillo, anzi, il triplo sigillo in un sensazionale triplo intervento (tutto in una azione) su Borriello e Menez.

4-Bayern Monaco Inter 2010/2011
Tutti ci ricordiamo chi firmò il gol decisivo in Baviera al 90esimo, ci mancherebbe altro, ma la parata di Julio Cesar su Ribery nel primo tempo salvò l’Inter dal tracollo, in una partita che stava lentamente prendendo il binario sbagliato.
Uno contro uno, palla piazzata di interno sul palo lontano, ma le mani del brasiliano spensero l’esultanza del genio francese e riaccesero la fiamma della speranza interista.
Ps: fece anche una papera, per onor di cronaca.

5-Inter Milan 2009/2010
Il mio derby preferito, il derby che poteva esser perso solo giocando in 6, il derby concluso in 9. Al 90esimo, dopo i gol di Milito, l’espulsione di Sneijder e la magica punizione di Pandev, anche Lucio divenne protagonista dello show del signor Rocchi.  Rigore per un fallo di mano al 90esimo e rosso per doppio giallo.In una partita che, in caso di gol dal dischetto, sarebbe finita male, Julio Cesar spense le luci di San Siro volando sulla sua destra e togliendo il gol a Ronaldinho.

 

6-Inter Milan 2011/2012
Sempre un derby nel destino del brasiliano. Niente parate stavolta, infatti, a farmi innamorare per l’ennesima volta del portierone, fu lo sfottò, in occasione del rigore, con Zlatan Ibrahimovic. Una linguaccia e la frase TIRALO FUORI O TE LO PARO! davanti al gigante svedese, che a dir la verità servì a poco. Segnò comunque.

 

7-Barcelona Inter 2009/2010
La partita della Remuntada fallita, la partita della sceneggiata di Busquets con l’espulsione di Thiago Motta, la partita che portò l’Inter di Josè Mourinho a Madrid, a 90 minuti dal Triplete.Qui, davanti a circa 100mila persone sugli spalti del Nou Camp vestito a festa e davanti ai milioni di telespettatori, Julio Cesar fece probabilmente una delle parate più belle di tutti i tempi.
Ancora oggi la rivedo e non mi spiego come sia stato possibile metter fuori quella traiettoria magica di Lionel Messi.

  1. Come cantavi tu, imitando Eros Ramazzotti, anche gli addii sono umane situazioni, sono cose della vita e vanno prese un pò così.Grazie di tutto Julio, grazie di tutto Acchiappasogni.

Calciomercato, Inter: il Valencia vuole riscattare Kondogbia

Categorie Calciomercato/Inter/Liga Scritto da

Geoffrey Kondogbia sarebbe molto vicino ad essere riscattato dal Valencia. A riportarlo è Sport Mediaset, secondo cui i media spagnoli sono certi che il giocatore sarà strappato all’Inter. La cifra stabilita dai nerazzurri per il riscatto, 25 milioni di euro, non spaventa affatto la dirigenza del club iberico.

Tuttavia, c’è un possibile scenario dietro alla decisione di ingaggiare definitivamente Kondogbia. L’intenzione sembra essere quella di girarlo al Paris Saint-Germain. I francesi, infatti, detengono il cartellino del gioiellino portoghese Gonçalo Guedes. Per ottenerlo, infatti, potrebbe essere inserito il cartellino del centrocampista francese. Guedes, infatti, ha una valutazione di circa 30 milioni di euro.

Inter: risentimento muscolare per Matias Vecino

Categorie In Evidenza/Inter Scritto da

Brutte notizie dall’infermeria dell’Inter: Matias Vecino ha accusato un risentimento muscolare. Il centrocampista uruguayano, quindi, sarà costretto a saltare la partita contro il Chievo Verona. Gli esami hanno evidenziato un problema al bicipite femorale della coscia destra. Sicuramente non ci sarà domenica contro gli scaligeri. Vecino, tuttavia, potrebbe saltare anche la sfida di settimana prossima contro la Juventus. A riportare la notizia è Sport Mediaset.

Sarà quindi emergenza in mezzo al campo per l’Inter. Anche Roberto Gagliardini, infatti, salterà il Chievo, ma per squalifica. Stesso discorso per Miranda, che lascia un posto in difesa. Dovrebbero quindi trovare posto Marcelo Brozovic, Andrea Ranocchia e Joao Mario. Quest’ultimo, in particolare, reclamava spazio dopo diverse partite in panchina.

Calciomercato, Inter: il Benfica scarica Gabigol

Categorie Calciomercato/Inter Scritto da

Non c’è pace per Gabriel Barbosa, meglio noto come Gabigol. L’attaccante brasiliano, di proprietà dell’Inter ma in prestito al Benfica, non ha mai convinto in Portogallo. L’allenatore del club lusitano, Rui Vitoria, ha addirittura smesso di convocarlo, escludendolo di fatto dal progetto.

Il Giornale, in più, riporta la notizia che di fatto sancisce la parola fine sulla sua avventura a Lisbona. Gabigol, infatti, è stato pizzicato in una discoteca della capitale portoghese alle 6 e mezza del mattino. Ciò è una violazione del regolamento interno del club, che quindi potrebbe di fatto rispedirlo all’Inter dopo soli sei mesi. I nerazzurri, però, vogliono cederlo il prima possibile per evitare un’ulteriore svalutazione del brasiliano.

Inter: si lavora per il rinnovo di Mauro Icardi

Categorie Inter/Serie A Scritto da

Mauro Icardi è stato il grande protagonista di questo avvio di stagione. Gol a raffica, finora 15 in 14 partite, e grandi prestazioni hanno trascinato fino a qui l’Inter. Per questo motivo sia i nerazzurri che Wanda Nara, moglie e agente dell’argentino, vogliono lavorare al rinnovo. Lo riporta il Corriere Della Sera.

Si parla di un prolungamento dell’accordo tra le due parti, ma soprattutto della clausola. Al momento è in essere una clausola rescissoria di 110 milioni di euro, valida per l’estero. Vista la disponibilità economica dei top club, che potrebbero facilmente pagarla e ottenere Icardi, le parti vogliono cancellarla. Inoltre, si è parlato anche di un possibile raddoppio della clausola, che andrebbe così a 220 milioni di euro.

1 2 3 5
Vai in Alto