Prima pagina Gazzetta dello Sport, la rassegna sportiva, calciomercato

Category archive

Roma

Calciomercato Juventus, c’è l’offerta per Emerson Palmieri

Categorie Juventus/Roma Scritto da

Emerson Palmieri vicinissimo alla Juventus. Questa mattina è stata presentata alla Roma un’offerta ufficiale che può far vacillare i giallorossi di mister Di Francesco.

Nonostante la Serie A sia ferma, il calciomercato tiene accesi i riflettori sul massimo campionato italiano, con le trattative più importanti.

Emerson Palmieri verso il bianconero

Dopo l’affare Caceres-Lazio, la notizia più importante di mercato arriva sempre dalla Capitale.

Stando a quanto riportato da ‘Il Messaggero‘ la Juventus di Massimiliano Allegri dopo essersi quasi accaparrata Emre Can dal Liverpool, punta con decisione a Emerson Palmieri.

Il terzino della Roma infatti è un pallino del tecnico livornese, che ha convinto la società di Corso Galileo Ferraris ad avanzare un’offerta per l’italo-brasiliano.

L’offerta è di 20 milioni di euro+ 5 di bonus al giocatore, che potrebbe far vacillare il club di mister Eusebio Di Francesco, alle prese con il fair play finanziario.

Roma, Di Francesco: “Il periodo negativo non cancella quanto di buono fatto in precedenza”

Categorie Calcio/Roma/Serie A Scritto da

Il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, nell’ambito della rassegna Pitti Immagine uomo parlato del momento della squadra: “Sono stati 20 giorni non positivi ma non devono cancellare quanto di buono fatto in precedenza. Dobbiamo ripartire dal mese precedente”
Come si aspetta di ritrovare la squadra alla ripresa?
“Prima di tutto me l’aspetto motivata e carica per andare a riprendersi quello che ha lasciato per strada. Ma il primo a essere carico dovrò essere io, cercando di entrare nella testa dei giocatori e far capire che non possiamo essere quelli del primo tempo contro l’Atalanta, ma piuttosto quelli che sono arrivati primi nel girone di Champions e che hanno dato e dovranno dare ancora fastidio alle squadre che sono davanti”.

Riguardo l’esclusione di Radja Nainggolan contro l’Atalanta, Di Francesco ha dichiarato: “Lui è stato il primo a scusarsi. Si è seduto in tribuna assieme ai nostri dirigenti. Non c’è nessun caso. È stata una scelta etica e morale per quello che è accaduto. È stato sempre nel gruppo, solo non è stato convocato. Si è sempre allenato con la squadra e partirà titolare con l’Inter”.

Calciomercato, Roma: si lavora a tre colpi in entrata

Categorie Calciomercato/Roma Scritto da

La Roma è sempre attenta sul mercato ed è a caccia di rinforzi. Il quarto posto in classifica, a un passo dall’Inter terza, non soddisfa appieno la dirigenza giallorossa. Di conseguenza, il ds Monchi vuole riuscire a ottenere qualche uomo dal mercato. L’obiettivo è competere fino in fondo per lo scudetto, e per farlo vuole dare a Eusebio Di Francesco gli uomini giusti.

Il primo nome della lista, secondo Sport Mediaset, è quello di Domenico Berardi. Il giovane esterno offensivo calabrese, che milita nel Sassuolo, è un pupillo del tecnico. Di Francesco, infatti, lo ha lanciato ai tempi in cui allenava i neroverdi e vorrebbe averlo nuovamente a disposizione.

Monchi, inoltre, segue con attenzione gli sviluppi della vicenda relativa a Milan Badelj. Il centrocampista croato, infatti, è in rotta con la dirigenza della Fiorentina. Il regista della Viola, inoltre, è in scadenza di contratto. Badelj ha fatto sapere che non ha alcuna intenzione di firmare un nuovo accordo, e vuole partire.

Infine, un altro nome sul taccuino del ds della Roma è Aleix Vidal. L’esterno spagnolo, che al Barcellona ha trovato pochissimo spazio, è un molto probabile partente a gennaio. I giallorossi, che da tempo seguono il giocatore, provano a ingaggiarlo già nella sessione invernale.

 

Roma, Di Francesco in conferenza stampa: “Dzeko deve crederci di più”

Categorie Calcio/Roma/Sassuolo/Serie A Scritto da

Il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco, alla vigilia di Roma-Sassuolo parla in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni in vista dell’ultimo match del girone d’andata di Serie A:

Domani può essere l’occasione di fare un bilancio. Lei quale fa dei primi sei mesi?
“Per me mancano due partite, quella che manca influisce tantissimo quando si guarda la classifica e non vediamo l’ora di metterci alla pari per dare un giudizio più compiuto. Abbiamo fatto ottime cose, siamo cresciuti tanto, ci manca ancora qualcosina per essere competitivi sotto tutti i punti di vista. Questo deve essere uno spunto per lavorare ancora meglio, su determinati aspetti e concetti per esprimersi meglio nel corso della gara”.

Defrel e Pellegrini anche sono due ex. Come li giudica fin qui?
“Pellegrini è un 96 e sta giocando tanto, qualcuno magari pensa debba giocare sempre, ma non sempre si è espresso al massimo. Sono molto contento di questo ragazzo, è in continua crescita, ha maggiore personalità in ciò che esprime sia in campo che in allenamento, per questo lo ritengo uno dei titolari. Defrel è stato sfortunato per tante situazioni ed anche perché non è riuscito a fare gol. Ha ripreso una botta in allenamento, ci auguravamo di recuperarlo per questa partita ma non sarà convocato”.

Nella tua idea che hai in testa di inserire Schick nel contesto di gioco, parti sempre dal 4-3-3?
“Quando si parla di numeri bisogna avere delle conoscenze. Quello che ho messo in campo a Torino era un 4-2-4, con il Napoli ho utilizzato all’inizio il 4-2-3-1. Il 4-2-4 perché vedo che creiamo tanto e metto più calciatori pronti a fare gol. Questa squadra ha trovato equilibri tali, che se dobbiamo rimpiangere perché abbiamo perso due partite sarebbe un grande errore. Io posso utilizzare il 4-3-3 o il 4-2-4, il 4-2-3-1 non è nella mia testa, non mi piace. Se dovessi cambiare però, farei il 4-2-4. Non dò vantaggi agli avversari ma uno può pensare di poter modificare per modificare la squadra, ma è sempre il risultato a fare la differenza. Non dirò domani come partirò, Schick giocherà dall’inizio, gli altri 10 li vedremo”.

Un voto che si dà? Quanto è cresciuto qui?
“Non mi do voti. Io sono felice di quello che mi sembra sia cambiato. Ma è troppo sottile il fine tra il bene e il male e quindi dobbiamo ripartire subito con una vittoria, per non perdere la crescita che c’è stato nell’ambiente e nella squadra. Un’esperienza diversa, io sono stato qui da giocatore, ma da allenatore è diverso. Sono sereno, stimolatissimo, l’esperienza di Sassuolo è stata basilare per arrivare qui a trasmettere determinate cose. Mi piace sentir parlare di famiglia, stiamo cercando di far diventare questa squadra, quest’ambiente una famiglia in tutti i sensi”.

Come ha reagito Schick dopo la Juve? Come ha lavorato?
“Capita di sbagliare un gol così importante, pesa enormemente, ma deve avere la forza di superarlo. E’ il giocatore a cui sono più vicino, è un capitale della società, ed è forte con qualità importanti. Lui non è un grande campione, ha qualità ma deve fare ancora tante squadra. L’aspetto su cui deve lavorare è quello psicologico, per superare quell’errore con la Juve e non deve passare che non abbiamo pareggiato per colpa sua. La sconfitta passa attraverso una prestazione di squadra, per cose che abbiamo fatto male e che potevamo fare meglio, davanti ad una squadra forte, che ha ancora qualcosina in più”.

Nella difficoltà nel fare gol balza agli occhi i pochi dei centrocampisti. Come risolvere questo problema? E’ ancora convinto di Nainggolan che da mezz’ala può fare 18 gol?
“Magari 18 no, se se li dividono con gli altri sono contento. L’anno scorso ogni volta che Nainggolan tirava la metteva sotto l’incrocio, ci sono anche delle annate particolari. Anche Di Francesco ha fatto 8 gol con un anno, non ero un fenomeno. Ci sono delle annate in cui ti riesce tutto, da mezz’ala può migliorare l’attacco della porta, potrebbe fare qualche gol in più, poteva fare qualche gol in più ha avuto le occasioni. Ecco 18 no, ma mi auguro veramente che possa farne tanti. Voglio essere positivo che la squadra ricominci a segnare con facilità, ma tutti, al di là di Nainggolan. Però è riduttivo parlare solo di Nainggolan. Sono anche annate particolari”.

Come mai la Roma fa così tanta fatica nel fare gol? Dipende dal periodo di Dzeko?
“Credo che l’Inter ha fatto 40 punti con gol determinanti di Icardi. E’ normale che gli attaccanti è fondamentale che torni a segnare. E’ uno dei calciatori che calcia più in porta in campionato, ha le occasioni e situazioni. Ha avuto meno lucidità e fortuna, ma deve tornare a far gol per forza. Se mi chiedi come mai, non ho la bacchetta magica, io posso stimolarli a cercare dei movimenti con più determinazione. Deve credere un po’ di più, come ha fatto Benatia, che ha ripreso la palla tre volte. Lui ci ha creduto, i difensori un po’ di meno. Dobbiamo tornare a credere un po’ di più”.

Federico Bernardeschi: “Con la Roma abbiamo lanciato un segnale importante”

Categorie Juventus/News/Primo piano/Roma Scritto da

Federico Bernardeschi carica la sua Juventus dopo la bella vittoria ottenuta contro la Roma lo scorso sabato, puntando sempre più la vetta del campionato occupata dal Napoli.

Continua la marcia inarrestabile della Juventus. La squadra di Massimiliano Allegri dopo la grande vittoria ottenuta contro la Roma allo Stadium, si prepara al tour de force natalizio.

Federico Bernardeschi parla della mentalità bianconera

La squadra bianconera infatti grazie al gol di Benatia ha battuto di misura la squadra allenata da Eusebio Di Francesco; rilanciando la sua lotta allo scudetto contro il Napoli.

Il merito è dell’attenta fase difensiva bianconera e della mentalità vincente dei bianconeri nel saper gestire i match più importanti della stagione; che in queste ultime otto apparizioni è risultata decisamente efficiente.

Lo sa bene anche il nuovo acquisto della Juventus Federico Bernardeschi; che in una recente intervista rilasciata alla ‘Gazzetta dello Sport‘ ha elogiato i suoi compagni. Ecco le sue parole:

“La vittoria in casa contro la Roma è frutto della nostra mentalità: solida e vincente. credo fermamente che l’unica squadra a possederla sia la Juventus nel nostro campionato. Noi faremo il possibile per provare a vincere il settimo scudetto consecutivo.”

 

Calciomercato Roma: arriva un’offerta per Dzeko

Categorie Primo piano/Roma Scritto da
formazioni

formazioniCALCIOMERCATO ROMA- Edin Dzeko, dopo un grande inizio di stagione, sta vivendo un periodo di appannamento. L’attaccante bosniaco, in ogni caso, resta un punto fermo della rosa di Di Francesco. In attesa dell’esplosione di Patrik Schick, il tecnico giallorosso continua a puntare sull’ex bomber del Manchester City. Nonostante ciò, il mercato è dietro all’angolo e potrebbero esserci sorprese.

CALCIOMERCATO ROMA: OFFERTA DAL MESSICO PER DZEKO

Secondo quanto riportato dai media messicani, il Monterrey ha messo nel mirino Edin Dzeko per rinforzare la rosa. Il club della massima serie messicana farà un tentativo per rinforzare la rosa con l’attaccante bosniaco. La Roma, in ogni caso, difficilmente si priverà del proprio numero 9 nel mese di gennaio e aspetterà la prossima estate per cambiare strategie. A meno di offerte irrinunciabili, Dzeko resterà nella capitale.

Corriere dello Sport in prima pagina: Fuori uno

Categorie Fiorentina/Inter/Juventus/Lazio/Milan/Napoli/Rassegna Stampa/Roma Scritto da
corriere

Prima pagina Corriere dello Sport

“Fuori uno”, così apre l’edizione odierna del Il Corriere dello Sport. Milan-Inter da cuori forti. Gattuso e Spalletti tesi: chi perde va in difficoltà. Lettera di Mister Li ai rossoneri.

Intanto ieri sera, la sfida si Santo Stefano è andata ai biancocelesti. Guizzo Lulic festa Lazio. Il bosniaco gela la Fiorentina, Inzaghi primo finalista.

Calciomercato: Mourinho vuole Dybala, offerta da 68 milioni. Napoli, missione Verdi, De Laurentiis cerca il si per giugno e infine la Roma tratta con il Barcellona per Vidal.

Roma, Di Francesco: “Vorrei cambiare la mentalità nel dare giudizi prematuri”

Categorie Calcio/Juventus/Roma/Serie A Scritto da
di francesco derby

Eusebio Di Francesco parla in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro la Juventus. Queste le dichiarazioni dell’allenatore della Roma:

In quello stadio la Roma non ha mai preso punti. Come si prepara?
“Innanzitutto, auguri di buon natale a tutti. Si prepara come una partita importantissima, non decisiva, ma che ha un valore importante dal punto di vista anche mentale. E’ un campo non facile, sotto tutti i punti di vista, ma non cambia l’identità della Roma, ve lo assicuro“
Cosa risponde ad Allegri che indica la Roma come una delle antagoniste più importanti per lo scudetto?
“Lo ringrazio, perché ci fa un complimento. I numeri di cui ha parlato lui sono importanti, mi auguro di poter confermare ciò che ha detto lui domani. Poi ricambio i complimenti perché è un grande allenatore sotto tutti i punti di vista“
Chi toglierebbe alla Juve?
“Ha giocatori importanti. Higuain però è letale come giocatore, dietro di lui troppo facile dire Dybala che è un fenomeno, ma Manzdukic. Ha delle caratteristiche fisiche importanti, che rovina il modo di difendere di una squadra Dzeko e Schick?
“Dzeko sta vivendo con voglia di fare gol questo periodo. Ne abbiamo parlato con positività e c’è voglia prima di tutto di non vivere in modo angoscioso questa mancanza e di mettersi a disposizione della squadra. Magari se ne fa uno in più in una botta sola siamo tutti contenti. La sfida Dzeko Higuain potrebbe essere determinante. Schick sta crescendo, per poterlo fare deve scendere in campo, a volte va bene a volte meno bene. ma il fatto che ha anche segnato aiuta a crescere al giocatore“
Con quale obiettivo si arriva a Torino?
“Vorrei dirlo a fine partite, ma non andiamo con l’obiettivo di fare una gita o regalare le cose agli altri. Il risultato determina tanti discorsi, come quella di Coppa Italia, quello che interessa a me è che il risultato a Torino darebbe grande forza e morale nella mia squadra, sarebbe una risposta importante per tutto il gruppo“
Come si risponde alla prima pagine del quotidiano torinese?

“Niente, ci deve dare più motivazione, dobbiamo rispondere in un modo: sul campo. Le chiacchiere se le porta via il tempo, io personalmente non devo dare nessuna risposta al quotidiano TuttoSport”

La Roma dopo il derby ha rallentato. Cosa è successo a livello di brillantezza?
“Sulle prestazioni ho letto e sentito cose quasi assurde. Se le prestazioni si fanno in base al risultato avete ragione voi, ma a livello di situazioni di gioco non si può dire. Ho letto che siamo i quart’ultimi nella classifica di chi corre di più, ma io vi dico che si guarda la qualità della corsa, non quantità. Noi siamo mancati sottoporta, ma non ci diciamo che il Torino ci ha massacrato. Siamo stati ingenui sui calci piazzati, ma a livello di qualità, velocità e occasioni create abbiamo fatto meglio rispetto al Cagliari. Sono mancati dei risultati, quello sì, dobbiamo riprendere il cammino ed è colpa nostra e conosco solo un modo e cioè quello di lavorare non con le chiacchiere, ma con i fatti. Però non parliamo di poca brillantezza, perché ci tengo e questa squadra è in crescita dal punto di ista fisico. I risultati speriamo di alzare l’asticella“
Il duello con Florenzi può essere una chiave della gara? Un rigore domani chi lo tira?
“De Rossi (ride, ndr). Il rigorista è deciso prima, e non c’era nessuno dei due con il Torino perché non erano titolari. Quando un calciatore va a battere il rigore perché se la sente non gli si può dire di noi. Questa è una cosa che scelgo io domani, vedremo chi lo batterà non voglio dare vantaggi a chi è in porta che già ci conosce bene. Vantaggi e svantaggi di ogni duello, la fisicità di Mandzukic che ha contro tutti e la capacità di attaccare di Florenzi che ha spiccate qualità offensive“

Domani si sfidano miglior attacco e miglior difesa. Negli ultimi 10 anni ha sempre vinto lo Scudetto la miglior difesa. Questa Roma basta per vincere lo scudetto?
“Tante volte la Juventus ha vinto i campionato non segnando molto e vincendo spesso 1-0. Noi però è un rullino di marcia che dobbiamo migliorare è sotto gli occhi di tutti, nelle ultime 5 partite abbiamo tirato moltissimo e segnato poco, se Dzeko è quello che tira di più ma non segna molto dobbiamo migliorare. Abbiamo le potenzialità per migliorare, a volte può essere anche un pochino l’aspetto psicologico, ma dobbiamo essere bravi a tirarlo fuori ed attaccare un pochino meglio”
Lo scenario che si prospetta di fronte ad un obiettivo appena fallito? La partita di domani acquista un altro valore?
“Prima di tutto siamo scesi in campo mercoledì per portare in campo la qualificazione. Detto questo però purtroppo, analizzare una partita del genere è difficile, vorrei vederla con voi per capire davvero, siamo stati ingenui, paghiamo la poca precisione sotto porta. Abbiamo altri due obiettivi che può essere quello di arrivare più avanti possibile in campionato e Champions, siamo stati bravi ad ottenerlo, adesso non facciamo dalle stelle alle stalle con un ottimo. Io sono dispiaciuto, ma non posso chiedere scusa perché ai ragazzi non si può rimproverare nulla per impegno e voglia di vincere la partita. Non parlerò più di sfortuna, il fatto di non essere passati dispiace, abbiamo altri due obiettivi da poter migliorare e dobbiamo farlo. Siamo qui per questo: cercare di ottenere il massimo“

 

Allegri conta di recuperare Mandzukic e Cuadrado per la sfida con la Roma

Categorie In Evidenza/Juventus/News/Roma/Serie A Scritto da

Mario Mandzukic e Juan Cuadrado dopo aver saltato la sfida contro il Genoa ieri sera allo Stadium, si sono allenati in parte con il gruppo; provando il tutto per tutto per esserci sabato sera nel big match contro la Roma.

Dopo aver staccato il pass per i quarti di finale di Coppa Italia, la Juventus fa le prove generali per il big match di sabato sera contro la Roma di Eusebio Di Francesco.

Mario Mandzukic prova a recuperare dopo la suturazione dei punti

Dopo aver visto un ritrovato Paulo Dybala e l’inossidabile difesa vista nell’ultimo mese, arrivano buone notizie dall’infermeria bianconera in vista del big match contro la squadra capitolina.

Mario Mandzukic e Juan Cuadrado infatti sono in ripresa dai rispettivi acciacchi fisici delle ultime settimane; correndo insieme per una possibile convocazione per il match di sabato sera.

Per l’imminente sfida contro i giallorossi, Allegri confermerà quasi certamente i tre ex di questa sfida. Szczesny, Benatia e Miralem Pjanic saranno sicuramente inamovibili a prescindere dallo schieramento tattico scelto dal tecnico livornese.

Mandzukic dovrebbe essere addirittura in dubbio per una possibile maglia da titolare da giocarsi con Bernardeschi nonostante i tredici punti di sutura al polpaccio, mentre Cuadrado quasi certamente partirà dalla panchina per far spazio ad uno scalpitante Douglas Costa.

Roma, UFFICIALE: Perotti ha rinnovato fino al 2021

Categorie In Evidenza/Roma Scritto da

La Roma ha ufficializzato il rinnovo dell’esterno argentino Diego Perotti. Il giocatore, infatti, ha prolungato il suo accordo con i giallorossi fino al 2021.

Roma – Perotti: il comunicato ufficiale

‘L’AS Roma è lieta di annunciare che Diego Perotti ha rinnovato il contratto con il Club fino al 2021.

L’attaccante argentino, classe ’88, è arrivato nella Capitale durante il mercato invernale del 2016 e ha collezionato finora 78 presenze e 17 gol in giallorosso.

“Mi sono sempre sentito nel posto giusto e importante qui alla Roma: adesso avere questo rinnovo mi rende davvero molto felice” ha dichiarato. “Roma mi piace molto, ci sto bene. Fino ad almeno al 2021 sarò qui, sono davvero contento”.

“Le emozioni che mi legano a Diego sono speciali: ho avuto la fortuna di vivere in prima persona il suo arrivo in Europa e oggi ho il piacere di assistere alla sua consacrazione come calciatore di livello in un grande club come la Roma”, ha dichiarato il direttore sportivo Monchi.’

Roma-Qarabag, le formazioni ufficiali: Fazio dal 1′

Categorie Champions League/Roma Scritto da

La Roma si gioca il passaggio del turno in Champions League davanti al proprio pubblico. Allo Stadio Olimpico, infatti, va in scena Roma-Qarabag. Sarà una sfida decisiva per la qualificazione alla fase a eliminazione diretta. In caso di vittoria, i giallorossi andrebbero alla fase successiva. Molto dipenderà dal risultato della sfida di Stamford Bridge tra Chelsea e Atletico Madrid. I Blues, già certi della qualificazione, si giocano il primo posto proprio con la compagine capitolina.

Sono state rese note le formazioni ufficiali del match. Di Francesco recupera diversi uomini assenti contro la SPAL, ovvero Nainggolan, De Rossi e Perotti. Parte dal primo minuto anche Fazio, panchina per Juan Jesus.

Roma-Qarabag formazioni ufficiali

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Perotti, Dzeko, El Shaarawy. All. Di Francesco

Qarabag (4-1-4-1): Sehic; Medvedev, Rzezniczak, Yunuszada, Guerrier; Garayev; Ismaylov, Michel, Almeida, Madatov; Ndlovu. All. Gurbanov

Corriere dello Sport in prima pagina: Juve a tutta

Categorie Juventus/Napoli/Rassegna Stampa/Roma Scritto da
corriere

Prima pagina del Corriere dello Sport

Il Corriere dello Sport di questa mattina apre con la Champions League titolando in prima pagina: “Juve a tutta”. Ottavi di finale in gioco con Allegri che punta su Dybala per l’assalto all’Olympiacos. In dubbio la presenza di Buffon. La Roma in casa con il Qarabag, De Rossi carico dichiara :”Faremo la storia”.

In casa Inter si parla del magnifico momento di Icardi: l’attaccante ha già realizzato 16 reti in 15 partite: il Pipita era arrivato a 36 nel 2016. Se l’argentino mantiene questa media può superarlo.

Nei posticipi di ieri sera, il Crotone crolla 3-0 sotto i colpi di Jankto. Genoa colpo a Verona.

Napoli, Milik :”Ritorno per lo scudetto, io e Ghoulam ci crediamo.”

 

Roma-Qarabag streaming e probabili formazioni

Categorie Champions League/Roma/Streaming Scritto da
Roma-Qarabag streaming

Roma-Qarabag streaming e probabili formazioni di un match in cui la Roma va alla caccia della vittoria che significherebbe il passaggio alla fase a eliminazione diretta della Champions League. La compagine guidata da Eusebio Di Francesco dovrà cercare un unico risultato: i tre punti. I giallorossi affrontano, davanti al proprio pubblico, gli azeri del Qarabag. Questi ultimi, già eliminati, vogliono chiudere in bellezza la loro stagione europea. Tuttavia, non è un avversario da sottovalutare: ne sa qualcosa l’Atletico Madrid, costretto a due pareggi in altrettanti scontri.

Potrebbero essere proprio questi punti persi per strada a condannare i colchoneros. La compagine di Diego Simeone, infatti, affronta a Stamford Bridge il Chelsea, già qualificato. I Blues, però, si giocano il primo posto nel girone proprio con la Roma. La classifica, infatti, vede proprio gli inglesi in testa con 10 punti. Roma a 8, con due lunghezze di vantaggio sull’Atletico. Il Qarabag è fuori dai giochi, fermo a quota due. In caso di vittoria dei giallorossi, però, per l’Atletico Madrid sarebbe Europa League in qualsiasi caso.

Roma-Qarabag streaming

Roma-Qarabag si terrà domani sera, alle ore 20:45, allo stadio Olimpico di Roma. La Champions League è un’esclusiva di Mediaset Premium, che quindi la renderà possibile ai suoi utenti. La partita sarà visibile su Premium Sport (canale 370 del digitale terrestre) e Premium Sport HD (380). Inoltre, sarà visibile in diretta anche sulla app Premium Play per smartphone e tablet. Anche Canale 5 trasmetterà la partita in chiaro. Le piattaforme di streaming illegale, come Rojadirecta (da cui Calcio360 vuole dissociarsi), metteranno a disposizione degli utenti la partita.

Roma-Qarabag probabili formazioni

La Roma si gioca la qualificazione, e quindi punta sui suoi uomini migliori. A centrocampo tornano Nainggolan e De Rossi, entrambi assenti contro la Spal (quest’ultimo per squalifica). Pronto a partire dall’inizio anche Diego Perotti, che ha dovuto saltare l’ultima di campionato per un problema muscolare. Formazione tipo, quindi, per mister Di Francesco, che rilancia anche Fazio dal primo minuto. Anche il Qarabag schiera la sua formazione migliore, disposta con un 4-2-3-1 e Ndlovu come terminale offensivo.

Roma (4-3-3): Alisson; Florenzi, Manolas, Fazio, Kolarov; Nainggolan, De Rossi, Strootman; Perotti, Dzeko, El Shaarawy. All. Di Francesco

Qarabag (4-2-3-1): Sehic; Medvedev, Dashdemirov, Rzeznicak, Agolli; Richard Almeida, Garayev; Elyounoussi, Michel, Madatov; Ndlovu. All. Gurbanov

 

Gazzetta dello Sport in prima pagina : Inter SBOOOOOM

Categorie Inter/Juventus/Lazio/Milan/Rassegna Stampa/Roma/Serie A Scritto da
gazzetta

La prima pagina della gazzetta dello sport

La Gazzetta dello Sport di questa mattina apre in prima pagina titolando: “Inter booooom!”.

Una ‘o’ per ogni rete segnata al ChievoVerona, con Spalletti direttore d’orchestra, Perisic autore di una tripletta e Icardi che segna ancora ed eguaglia Corso a 94 gol. Dopo quasi due anni i nerazzurri tornano in testa da soli. Il prossimo weekend ci sarà la sfida direttissima contro la Juve: allo Stadium sarà esame scudetto.

Se l’Inter è boom, il Milan è sboom. Gattuso? No Brignoli! Il portiere volante fa 2-2. Giorno storico a Benevento che conquista il primo punto in Serie A, al 95′ con un gol del portiere. Bonucci dichiara: “Peggio di così…”. Gattuso: “Brignoli? Come in un incubo” . Nel posticipo, impresa Lazio, che batte la Samp a Marassi dopo esser passata in svantaggio. Ferrero ironizza :” Inzaghi come Lotito, ha avuto un sederone”.

Domani torna la Champions, la Juventus vola ad Atene, la Roma in casa con il Qarabag. Mercoledì tocca al Napoli. di Sarri.

Roma, UFFICIALE: Kostas Manolas ha rinnovato fino al 2022

Categorie Primo piano/Roma Scritto da

La Roma ha ufficializzato il rinnovo del contratto di Kostas Manolas. A dare la notizia è stato lo stesso club giallorosso, tramite il proprio sito ufficiale. Il greco, quindi, rimarrà nella Capitale fino al 2022.

Il comunicato ufficiale sul rinnovo di Kostas Manolas

“La Roma è lieta di annunciare il rinnovo di Manolas con il club fino al 30 giugno 2022.

Il difensore greco, classe 1991, è arrivato in giallorosso nell’estate del 2014 e con la maglia della Roma ha finora collezionato 144 presenze e 4 reti.

“Siamo molto soddisfatti”, ha dichiarato il direttore sportivo Monchi. “Con il suo rinnovo, si è compiuta la volontà del giocatore e del club: continuare insieme alla ricerca di traguardi importanti”.

Roma-SPAL streaming e probabili formazioni

Categorie Roma/Spal/Streaming Scritto da

Roma-SPAL streaming e probabili formazioni

Roma-SPAL streaming e probabil formazioni – La Roma prova a ripartire dopo la battuta d’arresto contro il Genoa. La compagine di Eusebio Di Francesco, quarta in classifica, vuole i tre punti per non perdere il treno delle big. Al momento la vetta, per i giallorossi, dista sette lunghezze. Tuttavia, c’è una partita da recuperare (quella contro la Sampdoria) e il gap può essere ulteriormente ridotto. La SPAL, invece, è in una situazione di classifica tutt’altro che buona. Solo 10 i punti raccolti nelle prime quattordici giornate, il che significa piena zona retrocessione. Fare risultato contro la Roma significherebbe un passo in avanti verso la salvezza. Leonardo Semplici ci crede, nonostante giochi in trasferta e abbia tanti assenti. La partita si giocherà oggi, alle ore 18:30, allo stadio Olimpico di Roma.

Roma-SPAL streaming

La partita sarà trasmessa, come di consueto, in esclusiva sulle piattaforme satellitari. Sky le dedica due canali, Sky Calcio 1 HD e Sky Supercalcio HD. Mediaset Premium, invece, la trasmetterà su Premium Sport 2. Per gli abbonati alle due piattaforme, inoltre, le partite saranno visibili anche sulle rispettive app per smartphone e tablet. Sia Sky Go che Premium Play, infatti, trasmetteranno la partita in diretta. La gara sarà trasmessa anche da piattaforme di streaming illegali, come Rojadirecta (da cui Calcio360 si vuole dissociare).

Roma-Spal probabili formazioni

La Roma arriva a questa sfida priva di due dei suoi uomini chiave. Non saranno della partita, infatti, Nainggolan e Perotti. L’assenza del belga era prevista da tempo, mentre l’argentino è stato in forse fino all’ultimo. Alla fine, però, non è stato convocato da Di Francesco. Assenti dai convocati anche Defrel, frenato da un problema al ginocchio, e il lungodegente Karsdorp. Sarà squalificato, invece, De Rossi. In difesa ballottaggio tra Bruno Peres e Florenzi, mentre in mezzo Juan Jesus e Fazio si giocano un posto al fianco di Manolas. A centrocampo saranno titolari Pellegrini e Gonalons. In attacco potrebbe essere lanciato dal primo minuto Schick, altrimenti è pronto Under.

La SPAL, invece, arriva alla sfida dell’Olimpico con la difesa a pezzi. Mancheranno, infatti, Vaisanen, Costa, Salamon e Della Giovanna. Out anche Antenucci per un problema al polpaccio, oltre a Meret, che dovrebbe rientrare a fine mese. Rientrati in gruppo Borriello e Viviani, che dovrebbero partire dall’inizio. Il centravanti, però, è insidiato da Floccari e Bonazzoli. In difesa dubbio tra Oikonomou e Cremonesi, mentre nel mezzo si rinnova il ballottaggio tra Grassi e Mora.

Le probabili formazioni sono prese da Fantagazzetta.

ROMA (4-3-3): Alisson; Bruno Peres, Manolas, Juan Jesus, Kolarov; Pellegrini, Gonalons, Strootman; Schick, Dzeko, El Shaarawy. All. Di Francesco

SPAL (3-5-2): Gomis; Oikonomou, Vicari, Felipe; Lazzari, Schiattarella, Viviani, Grassi, Mattiello; Borriello, Paloschi. All. Semplici

Corriere dello Sport in prima pagina : sfida mondiale

Categorie Inter/Juventus/Napoli/Rassegna Stampa/Roma Scritto da
corriere

Corriere dello Sport in prima pagina 

Anche Il Corriere dello Sport di oggi apre in prima pagina con il big match tra Napoli-Juventus titolando: “Sfida Mondiale”. E’ la notte della verità, con Allegri che perde Mandzukic ma ritrova Higuain che vuole scendere in campo. Mertens lo sfida con Sarri che punta sul genio di Insigne. San Paolo da record: sono 200 i paesi collegati.

Alle 18, scende in campo anche la Roma. Grande attesa per il debutto di Schick dall’inizio, giocherà esterno accanto a Dzeko. Nainggolan e Perotti KO.

Intanto l’Inter pensa al mercato. Il club nerazzurro mette a segno i colpi Pavon e Barella e tenta l’asta per il baby del Cagliari. Assalto anche al talento del Boca

Gazzetta dello Sport in prima pagina : Sarrismo VS Maxismo

Categorie Juventus/Napoli/Rassegna Stampa/Roma Scritto da
gazzetta

Gazzetta dello Sport in prima pagina

La Gazzetta dello Sport di questa mattina, si concentra sulla super sfida di stasera tra Napoli e Juventus, titola in prima pagina: “Sarrismo vs Maxismo”. Sarri è l’idealista in tuta, Allegri il pratico in cravatta. Il bianconero ieri ha ‘punto’ il collega: “A lui non sto più dietro, mi crea caos”. Sarà il testa a testa degli opposti.

Il match si giocherà stasera alle 20,45 al San Paolo. Insigne gioca la sua 60° partita di fila e cercherà l’apoteosi. Higuain fa le prove questa mattina, ma c’è ottimismo, Mandzukic K.O.

Oggi in campo anche la Roma, alle 18 Schick e Dzeko contro la Spal, la squadra di Di Francesco può svoltare.

Intanto l’eliminazione dell’Italia dal Mondiale, continua a far parlare. Oggi alle 16 ci saranno i sorteggi e Ventura, ormai ex CT degli azzurri, si rilassa a Zanzibar.

 

 

 

 

Roma, i convocati di Di Francesco: out anche Perotti

Categorie In Evidenza/Roma Scritto da

La Roma affronterà la Spal nell’incontro che aprirà la quindicesima giornata di Serie A. Le due squadre si affronteranno, infatti, domani alle 18:30. Eusebio Di Francesco ha diramato la lista dei convocati per la partita dell’Olimpico. Oltre alla defezione di Radja Nainggolan, non sarà della partita nemmeno Diego Perotti. L’argentino, in dubbio fino all’ultimo, non è stato convocato. Potrebbe quindi esordire dal primo minuto Patrik Schick. A riportarlo è il Corriere dello Sport.

Oltre a Nainggolan e Perotti, mancherà anche lo squalificato Daniele De Rossi. Il capitano salterà questa partita e la prossima per la squalifica rimediata per l’espulsione contro il Genoa. A centrocampo, quindi, dovrebbero essere titolari Lorenzo Pellegrini e Maxime Gonalons. Mancheranno anche il lungodegente Rick Karsdorp e Grégoire Defrel, fermato da un trauma al ginocchio.

Ecco i convocati di Di Francesco per Roma-Spal.

PORTIERI: Alisson, Lobont, Skorupski

DIFENSORI: Juan Jesus, Kolarov, Hector Moreno, Fazio, Bruno Peres, Emerson Palmieri, Manolas, Castan

CENTROCAMPISTI: Strootman, Pellegrini, Florenzi, Gonalons, Gerson

ATTACCANTI: Dzeko, Schick, Under, El Shaarawy, Antonucci

Roma: due turni di stop per Daniele De Rossi

Categorie Primo piano/Roma Scritto da

Daniele De Rossi dovrà saltare le prossime due partite di Serie A. Lo ha deciso il Giudice Sportivo, dopo l’espulsione rimediata domenica contro il Genoa. Lo schiaffo che il capitano della Roma ha rifilato a Gianluca Lapadula è stato considerato ‘gravemente antisportivo’. Salterà quindi le sfide contro Spal e Chievo, e rientrerà contro la Sampdoria.

‘CALCIATORI ESPULSI
SQUALIFICA PER DUE GIORNATE EFFETTIVE DI GARA
DE ROSSI Daniele (Roma): condotta gravemente antisportiva per avere, al 24° del secondo
tempo, durante un’azione, con il pallone non a distanza di giuoco, colpito con uno schiaffo al
volto un calciatore della squadra avversaria, senza procurargli danni fisici.’

1 2 3 6
Vai in Alto