Serie A, il pagellone della 3ª giornata: Immobile e Dybala fantastici, Verona spento

Ciro Immobile
0

PAGELLONE 3ª GIORNATA SERIE A- Interessantissimo weekend di campionato in questa terza giornata, con Juventus, Inter e Napoli che continuano a vincere e restano saldamente a comando con 9 punti. Spettacolo Lazio: i biancocelesti dominano il Milan e restano aggrappati al treno delle prime. Molto male Benevento  e Verona: le due neopromosse devono invertire rapidamente la rotta per non rischiare di compromettere fin da subito la loro corsa salvezza. Manca all’appello solo Sampdoria-Roma: la procura ha deciso (saggiamente) di rinviare il match.

PAGELLONE 3ª GIORNATA SERIE A

VOTO 0 ALLE POLEMICHE LEGATE ALL’ALLERTA METEO

Il fenomeno che sta interessando l’Italia non è una cosa normale: il clima sta cambiando e i temporali sono sempre più pericolosi. Giusta l’idea di spostare Sampdoria-Roma, giusta l’idea di riavviare di un’ora Lazio-Milan. Inutili i paragoni con l’Inghilterra: questi fenomeni temporaleschi sono alquanto diversi e pericolosi.

VOTO 1 AL TEMPO PERSO CON LA VAR

Dopo i primi due turni di campionato c’era già qualcuno che storceva il naso per il tempo che si perdeva con l’utilizzo della Var. Ieri, però, durante Inter-Spal si è oltrepassato il limite: cinque minuti per decretare un calcio di rigore per i nerazzurri e due soli minutini di recupero prima del duplice fischio.

VOTO 2 AL VERONA

Inizio shock per il Verona davanti ai propri tifosi: dopo la sconfitta per 3 a 1 contro il Napoli alla prima giornata, ieri è arrivato un KO per 5 a 0 contro la Fiorentina. Troppo poco il punticino guadagnato a Crotone: serve invertire immediatamente la rotta.

VOTO 3 A SASSUOLO E BENEVENTO

Il Sassuolo aveva abituato ai suoi tifosi a grandi prodezze: dopo tre turni, invece, un solo gol segnato, 2 sconfitte e 1 pareggio. Benevento sfortunatissimo in questi primi tre turni, ma è l’unica squadra ferma a quota 0 punti in classifica.

VOTO 4 A BONUCCI

L’ex difensore della Juventus non si è ancora integrato negli schemi del Milan e sta faticando anche nelle marcature in queste prime giornate. Ieri è stato messo ripetutamente in difficoltà da Ciro Immobile che ha stampato una tripletta. Nel finale, il nativo di Viterbo ha anche polemizzato con l’attaccante biancoceleste, reo di aver provato un tiro da 45 metri nonostante il pesante risultato.

VOTO 5 AL CROTONE

Cosa succede alla favola Crotone? I ragazzi di Nicola stanno faticando a creare occasioni da gol e dopo 270 minuti non hanno mai bucato la rete avversaria. Sostituire l’eroe Falcinelli, però, non è un’impresa facile.

VOTO 6 AL NAPOLI

La banda di Sarri, in questo inizio di campionato, ha raccolto 9 punti ed è al primo posto insieme a Juventus e Inter. Il voto è per il gioco espresso dagli azzurri: con Atalanta e soprattutto Bologna la squadra campana ha sofferto molto e non è stata brillante come al solito. Ma se sono arrivati 6 punti e 6 gol in questi due match giocati sottotono, allora significa che il Napoli ha finalmente raggiunto la maturità (voto 9) per vincere le cosiddette partite “sporche”.

VOTO 7 ALLA REAZIONE DELLA FIORENTINA

La formazione di Pioli era al centro di diverse polemiche ed era chiamata ad una prova di orgoglio. Al Bentegodi, la Viola ha segnato 5 gol disputando una partita perfetta sotto tutti i punti di vista.

VOTO 8 A PERISIC

L’esterno croato doveva essere ceduto in estate e invece è l’uomo in più di questa Inter. In 3 partite ha già distribuito 3 assist e segnato 2 gol. Sulla sua corsia di competenza è una spina nel fianco per i difensori e crea sempre la superiorità numerica. Inoltre, l’intesa con Mauro Icardi fa sognare i tifosi…

VOTO 9 A DYBALA

Da quando ha indossato la maglia con il numero 10, il fenomeno argentino non intende più fermarsi. Contro il Chievo è entrato nel secondo tempo e ha ammazzato il match con giocate spettacolari e con il suo 5° gol in campionato.

VOTO 10 A CIRO IMMOBILE 

Settimana importante per l’attaccante di Torre Annunziata: dopo il gol contro l’Israele con la Nazionale, è arrivata la fantastica tripletta contro il Milan. Il bomber napoletano è sempre più affamato e ha raggiunto la piena maturità per condurre la Lazio verso obiettivi importanti.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.