Bundesliga 2018-2019, si parte: tutti a caccia degli “imbattibili” bavaresi

0

Nell’anno della rinascita della Serie A, la Bundesliga 2018-2019 è rimasta praticamente a guardare. Nonostante i buoni propositi dettati dal fiorire di nuovi giovani fenomeni e la mini-rivoluzione che ha riguardato il Bayern Monaco, con il cambio di allenatore da Jupp Heynches a Niko Kovac, il mercato tedesco non ha rispettato le attese e i buoni presagi.

Bundesliga 2018-2019, un mercato sottotono

Diversi gli addii: i più importanti sono stati quelli di Thilo Kehrer (direzione Parigi), di Naby Keita (con destinazione Liverpool), di Arturo Vidal verso Barcellona e di Bernd Leno (approdato all’Arsenal). Tuttavia, la quasi inesistente presenza di movimenti in entrata non ha fatto altro che rendere ancor meno appetibile un campionato che, negli ultimi anni, ha regalato pochissime emozioni a livello di appeal e di spettacolo. Paradossalmente, però, questa apatia dei portafogli ha consentito di appiattire parzialmente il divario tra i 6 volte (di fila) campioni di Germania del Bayern Monaco ed il resto della compagnia. Sembrano essersi avvicinate in principal modo Borussia Dortmund, Schalke 04, Bayer Leverkusen e Hoffenheim.

I bavaresi, in particolare quest’anno, hanno avuto l’avvicendamento in panchina e una impercettibile sessione estiva di calciomercato. Di conseguenza, non danno l’impressione di essere quell’armata invincibile capace di chiudere la pratica Bundesliga già a Gennaio. Nonostante ciò, rimangono i favoriti assoluti alla vittoria finale. Ecco che, se le rivali dei pluricampioni dimostrassero solidità e costanza nell’arco dell’intera annata, allora potremmo assistere ad uno scenario differente rispetto a quello prefiguratosi nelle scorse stagioni.

Bundesliga 2018-2019, il riassunto del Calciomercato di Bayern Monaco e Borussia Dortmund

Nell’ottica del calciomercato dei giorni d’oggi, le valutazioni e i prezzi (sopratutto negli ultimi due anni) hanno fatto schizzare alle stelle le spese annuali delle squadre impegnate nei principali campionati europei. Anche la Germania, come Italia, Francia, Spagna e Inghilterra ha dovuto subire questa influenza dettata dal mercato. Nonostante questo fenomeno, la sessione attuale ha visto una netta flessione per quanto riguarda gli acquisti. I trasferimenti della Bundesliga 2018-2019, infatti, risultano i meno onerosi degli ultimi 4 anni.

Sintomo inequivocabile di un campionato in difficoltà, sia a livello di immagine che di investimenti. Tali considerazioni sono rispecchiate dalla quasi totale passività del Bayern Monaco, nonostante le numerose voci riguardanti l’arrivo di un grande attaccante come Paulo Dybala o Antoine Griezmann. Nulla di fatto in entrambi i casi, con i bavaresi che si sono dovuti accontentare di Leon Goretzka a parametro zero. Inoltre, è stato preso Alphonso Davies, 17enne attaccante canadese dei Vancouver White Caps dal futuro assicurato (arriverà a gennaio, appena compiuta la maggiore età). Tuttavia, i campioni in carica perdono una pedina importante come Arturo Vidal, passato al Barcellona per 18 milioni. Ciò comporta una perdita rilevante per il prossimo centrocampo di Kovac.

Bundesliga 2018-2019, il Borussia Dortmund per il riscatto

Alle spalle dei principali favoriti, chi si è mosso abbastanza bene è il BVB, che vuole riscattare una passata stagione tra le peggiori del post Jurgen Klopp. La squadra di Lucien Favre si assicura Thomas Delaney dal Werder Brema e il franco-senegalese Abdou Diallo dal Magonza. Ma soprattutto, riporta in Europa Axel Witsel, reduce dall’esperienza in Cina con il Tianjin.

Alex Witsel, 29 anni, in campo con la maglia del Belgio a Russia 2018

Nonostante i numerosi acquisti, compreso il prestito di Hakimi, terzino destro in rampa di lancio, dal Real Madrid, il Borussia perde tanto in attacco. Batshuayi e Schurrle volano in Premier, lasciando un vuoto ancora da colmare. Ecco perchè, in questi ultimi giorni di mercato, i gialloneri cercheranno di firmare un attaccante di rilievo. Piace molto Paco Alcacer del Barcellona.

Bundesliga 2018-2019, il riassunto del resto del Calciomercato tedesco

Leon Goretzka, 23 anni, passato al Bayern Monaco a parametro zero dallo Schalke 04

Oltre al BVB, anche lo Schalke 04 e l’Hoffenheim sono intervenuti sul mercato in vista della partecipazione alla prossima Champions League. I vice-campioni di Germania perdono Thilo Kehrer, Leon Goretzka, Max Meyer e Marko Pjaca, risultando la squadra più indebolita del lotto, rispetto allo scorso anno. In cambio, però, approdano a Gelsenkirchen Omar Mascarell dall’Eintracht, il giovane Suat Serdar dal Magonza e il terzino sinistro 20enne Hamza Mendyl dal Lille. Curiosità nel vedere Mark Uth, che arriva dall’Hoffenheim dopo una stagione da 17 goal e 9 assist. Graditi ritorni quelli di Benedikt Howedes e Johannes Geis per il pacchetto arretrato.

Bundesliga 2018-2019, Hoffenheim per la conferma

A differenza dello Schalke, l’Hoffenheim ha preservato lo “scheletro” dell’anno scorso. La squadra di Sinsheim, invece, ha cercato in giro per l’Europa giocatori giovani, ma con alcune esperienze in campo europeo. Sono arrivati Joshua Brenet, difensore ex PSV, Leonardo Bittencourt proveniente dal Colonia e Ishak Belfodil, reduce dall’esperienza allo Standard Liegi. Nessun acuto quindi per le due sorprese dello scorso anno, che hanno però incentrato il loro mercato sulla riconferma dei due veri top player. Trattasi dei due allenatori emergenti del panorama tedesco, ovvero Julian Nagelsmann e Domenico Tedesco.

Chi vuole sicuramente ritornare in auge è il Bayer Leverkusen, protagonista di un mercato concentrato soprattutto nel reparto avanzato. Ci saranno i volti nuovi del 18enne Paulinho, altro baby fenomeno proveniente dal Brasileirao (precisamente dal Vasco da Gama) e di Mitchell Weiser dell’Hertha Berlino. In uscita, pesa la cessione di Bernd Leno all’Arsenal, anche se necessaria per le casse delle Aspirine. Al suo posto è arrivato Lukas Hradecky dall’Eintracht Francoforte.

A proposito dei vincitori della DFB Pokal e prossimi partecipanti all’Europa League, sono arrivati i riscatti di Carlos Salcedo dal Chivas e di Ante Rebic dalla Fiorentina. Conferma, quindi, per due giovani che bene si erano comportati lo scorso anno sulle rive del Meno. Il franco-camerunense Evan N’Dicka, prelevato dall’Auxerre per 5 milioni, può essere la sorpresa di questa Bundesliga. Con Kevin Prince-Boateng e Marius Wolf accasatisi altrove (il primo al Sassuolo, il secondo al Borussia Dortmund), la squadra di Francoforte potrebbe ancora intervenire sul mercato. In particolare, si cerca un giocatore offensivo di prospettiva: uno dei nomi proposti al club di Peter Fischer è Moise Kean della Juventus.

Bundesliga 2018-2019, rivoluzione in casa Lipsia e non solo

Importante rivoluzione in casa RB Lipsia: Keita e Bernardo sono stati ceduti in Premier a circa 70 milioni di euro. Il club della Red Bull ha quindi potuto investire su alcuni giovani molto interessanti come Matheus Cunha, 19enne attaccante brasiliano ex Sion, reduce da una stagione in Svizzera da 10 goal e 8 assist in 33 presenze. Inoltre, i bibitari si aggiudicano due terzini ventenni: uno destro, ovvero Nordi Mukiele dal Montpellier e Marcelo Saracchi, terzino sinistro già in orbita Celeste e proveniente dal River Plate.

Alassane Plea, 25 anni, può essere uno dei candidati a vincere il premio di capocannoniere della Bundesliga 2018-2019

Altri colpi interessanti in entrata sono i tre attaccanti Alassane Plea, acquistato dal Borussia Moenchenglablach per 23 milioni dal Nizza, Daniel Ginczek e Wout Weghorst che approdano al Wolfsburg rispettivamente da Stoccarda e AZ Alkmaar; oltre all’acquisto di Davy Klaassen da parte del Werder Brema per 13,5 milioni dall’Everton.

Bundesliga, terra di giovani e di nuovi possibili crack. Tendenza confermata anche da questa sessione di calciomercato, seppur a prezzi di saldo.

Bundesliga 2018-2019, il programma della prima giornata

Julian Nagelsmann, allenatore e protagonista indiscusso della cavalcata dell’Hoffenheim verso la prima storica qualificazione alla Champions League

La Bundesliga 2018-2019 si aprirà con il match di questa sera (ore 20:30) alla Allianz Arena tra Bayern Monaco e Hoffenheim. Tante assenze tra gli ospiti, tra cui quelle di Amiri e Demirbay sulla trequarti. A rischio invece Andrej Kramaric e James Rodriguez: dovrebbero partire dalla panchina entrambi. Si sfidano la prima e la terza classificata della scorsa Bundesliga: una sfida intrigante soprattutto sul piano tattico tra Nico Kovac e Julian Nagelsmann. In 20 precedenti giocati nel massimo campionato tedesco, l’Hoffenheim non ha mai battuto il Bayern a Monaco di Baviera. Subito big match, quindi, alla gara d’esordio!

 

 

Bundesliga 2018-2019, la prima giornata delle matricole

Il primo sabato pomeriggio di Bundesliga 2018-2019 (ore 15:30) vede un programma ricco e molto interessante, con 6 gare in programma. Esordiscono le due neopromosse, ovvero il Dusseldorf e il Norimberga: la prima in casa contro l’Augusta, la seconda fuori casa contro l’Hertha Berlino. Impegni non proibitivi per entrambe, con l’obiettivo di sorprendere fin da subito nonostante i pochi rinforzi arrivati in estate. Occhi puntati su Marvin Ducksch, capocannoniere della Zweite Liga lo scorso anno con la maglia del St.Pauli (con 17 reti): sfida tra bomber con Alfred Finnbogason dell’Augusta (12 reti lo scorso anno).

Padroni di casa che cercheranno di confermare il ruolino di marcia tra le mura amiche dell’ultima stagione e con cui ha costruito la vittoria del campionato, con annessa promozione in Bundes: solo 1 sconfitta in 11 gare (9 vittorie e un pareggio). Augusta che non ha mai vinto all’esordio dalla stagione 2011-2012, dopo la promozione dalla Zweite. Molto più complicato l’esordio del Norimberga che fa visita ad un Hertha Berlino che dovrà fare a meno di David Selke, uomo di riferimento dell’attacco di Pal Dardai. Attesa per l’esordio di Valentino Lazaro con la maglia della seconda della capitale, subito titolare al fianco di Ibisevic e Kalou. Per il neopromosso Norimberga, uno score invidiabile nei precedenti all’Olympiastadion di Berlino: 2 vittorie all’esordio e 1 pareggio.

Bundesliga 2018-2019, attesa per il Werder Brema e lo Schalke 04

Il Werder Brema esordisce in casa contro l’Hannover con tante aspettative e una voglia matta di tornare protagonista. Dopo una passata stagione ancora all’insegna delle difficoltà (soprattutto nella prima parte di stagione), il Weserstadion vuole tornare a sentire aria di parte sinistra della classifica, e chissà, anche di Europa League. Molto dipenderà dal rendimento di Davy Klaasen che, se ripetesse una delle stagioni trascorse in Eredivisie con la maglia dell’Ajax, potrebbe sicuramente fare la differenza. Hannover che, da un paio d’anni, è avversario dificile da affrontare, soprattutto ad inizio stagione. Si prevede una partita spettacolare, nonostante l’assenza di molti protagonisti.

A completare il programma delle 15:30 Wolfsburg-Schalke 04 e Friburgo-Francoforte: per i lupi un mercato importante, dietro solo a quello del Dortmund e del Lipsia, che manifesta l’obiettivo principale della società di tornare grande fin da subito. Sfida dal sapore di Champions League con lo Schalke 04 di Domenico Tedesco, pronto a confermarsi ad alti livelli puntando ancora sul 4-3-3 che tante fortune ha generato la scorsa stagione. Assenti o partenti dalla panchina quasi tutti gli ultimi acquisti. Attesa per vedere al’opera Wout Weghorst, reduce da un’annata da 27 reti in 37 presenze con l’AZ Alkmaar e pronto a formare con Daniel Ginczek la nuova coppia goal del Wolfsburg.

Bundesliga 2018-2019, il ballo delle inseguitrici

In conclusione del programma di domani, alle 18:30, il Borussia Moenchenglabach ospita il Bayer Leverkusen nel match più intrigante di giornata. Al Borussia-Park si affrontano due delle squadre più offensive del lotto. T.Hazard-Plea-Raffael da una parte, Brandt-Volland-Bailey dall’altra: due squadre giovani e spregiudicate che daranno filo da torcere a chiunque, per tentare l’accesso alle Coppe dalla porta principale. Negli ultimi 20 scontri diretti, 80 goal segnati: divertimento assicurato nel tardo pomeriggio tedesco!

Chiusura con il botto per la prima giornata della Bundesliga 2018-2019: Il Borussia Dortmund inizia la sua personale rincorsa al Bayern Monaco sfidando il RB Lipsia nel big match domenicale delle 18:00. Tutta la rosa a completa disposizione di Favre per non steccare all’esordio al Signal Iduna Park con Diallo, Witsel e Wolf subito titolari.

Bundesliga 2018-2019, sarà l’anno di Pulisic?

Christian Pulisic, talento atteso dalla definitiva consacrazione

Questo è e deve essere l’anno dell’esplosione definitiva di Christian Pulisic: il giovane americano può essere l’arma in più per azzerare il distacco dal Bayern e riportare a casa l’ambito Meisterschale. Ritorna sulla panchina del Lipsia per Ralf Ragnick, dopo due anni dall’ultima volta: per il 60enne allenatore tedesco c’è l’imbarazzo della scelta in attacco. Possibile 4-2-3-1 con Augustin unica punta. Se il Lipsia vorrà ancora competere per un posto tra le prime 4 dovrà puntare a migliorare la propria fase difensiva, in particolare negli scontri diretti con le compagini di alto livello come questo. La domenica di Bundes si aprirà con la gara tra Magonza e Stoccarda delle 15:30.

Una Bundesliga 2018-2019 all’insegna della linea verde e dello spettacolo, con possibili sorprese dietro l’angolo. Tante squadre alla ricerca di nuova gloria, per ritornare ai fasti di un tempo, ed una sfida eterna con chi da anni distrugge ed asfalta la concorrenza. Il Bayern è avvisato: quest’anno non sarà cosi facile confermarsi..

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.