Schalke-Porto: l’Europa per ripartire

0

Schalke-Porto stasera, ore 21:00 andrà in scena la prima giornata del gruppo D, che vede impegnate Schalke 04, Porto, Lokomotiv Mosca e Galatasaray. Schalke-Porto sarà fondamentale per permettere ai tedeschi di ritrovare certezze dopo un inizio di campionato preoccupante.

Schalke-Porto: come stanno i tedeschi?

Domenico Tedesco, 33 anni, è all’esordio in una competizione europea

Lo Schalke arriva a questa partita in un periodo molto delicato. La squadra dell’ex ingegnere della Mercedes Domenico Tedesco ha perso tutte e tre le prime partite di campionato e ospiterà il Bayern Monaco nel prossimo week end. Tedesco dovrà rinunciare sicuramente a Oczipka e Stambouli e punterà verosimilmente sul solito 3-5-2. Naldo, Sanè e Nastasic proteggeranno Fahrmann. Caligiuri e Baba agiranno sugli esterni con in mezzo Bentaleb e il neoacquisto Rudy. Ritroverà una maglia da titolare il talentino Harit, che avrà il compito di cucire il centrocampo con l’attacco, supportando Konoplyanka e Burgstaller.

Schalke-Porto: come arrivano i portoghesi al match?

Sergio Conceicao potrà schierare gli 11 titolari. Unico possibile assente Soares. La squadra portoghese scenderà in campo con un classico 4-3-3. Casillas tra i pali, i due terzini saranno Maxi Pereira e Telles con Militao e Felipe a completare il reparto. Nel centrocampo a quattro i centrali saranno Oliveira e il nazionale messicano Herrera, sulle fasce giocheranno Otávio e Brahimi. Davanti Aboubakar e Marega. Importante evidenziare che il Porto, domenica, non ha giocato in campionato ma in coppa. In questa fase della stagione può essere utili sfruttare gli impegni per trovare il giusto ritmo dopo le preparazioni atletiche pesanti.

Le chiavi tattiche di Schalke-Porto

Per quanto concerne la squadra tedesca sarà necessario l’equilibrio che ha permesso allo Schalke di conquistare il secondo posto nella passata stagione. La difesa dovrà essere solida e il centrocampo consentire il giusto filtro impedendo in particolare ad Herrera di innescare i pericolosissimi esterni, in particolare Brahimi. In fase offensiva lo Schalke 04 si affiderà alla fantasia di Harit: il marocchino nonostante sia un classe ’97 avrà il compito di ispirare Burgstaller, il finalizzatore principale. Sarà interessante vedere se Caligiuri riuscirà a fornire il giusto apporto in fase difensiva, dove Brahimi rappresenterà una costante minaccia per la difesa di Tedesco. A centrocampo Bentaleb e Rudy dovranno essere bravi a far girare il pallone con rapidità evitando il pressing di Oliveira e Herrera.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.