Barcellona: dopo il Tottenham, il Valencia

0

Barcellona – L’ottavo turno della Liga si chiuderà domenica con il match all’Estadio de Mestalla fra il Valencia ed il Barça. La squadra di Valverde arriva alla quarta trasferta in campionato forte del risultato di mercoledì in Champions contro il Tottenham. In Inghilterra, infatti, è arrivata la seconda vittoria in altrettante gare di coppa. Ora i blaugrana guardano all’impegno di campionato.

Barcellona a Wembley: dolci ricordi

Aspettando la conclusione dei lavori per la costruzione del nuovo stadio, il Tottenham disputa ancora le partite casalinghe al Wembley Stadium. L’impianto suscita sempre piacevoli ricordi in casa blaugrana. Nello stadio della nazionale dei tre leoni il Barcellona, infatti, ha conquistato due coppe dalle grandi orecchie. Nel 1992 il trionfo contro la Sampdoria di Boškov, e nel 2011 quello contro il Manchester United di Sir Alex Ferguson. Quella contro la truppa di Pochettino non era una finale, ma una semplice gara del girone. Tuttavia, Messi e compagni hanno disputato un’ottima prestazione; l’argentino, autore di due reti, sopra tutti.

Barcellona: il ‘caso Vidal’

Unica nota negativa della trasferta in Inghilterra: Arturo Vidal. Il cileno non ha gradito minimamente (eufemismo) l’essere stato inserito in campo a tre minuti dal triplice fischio. Nel post-partita ha affidato le sue emozioni ad un emoji su Instagram. L’ex juventino, noto anche per le proprie intemperanze comportamentali, fin qui è stato utilizzato pochissimo da Valverde. In Liga è partito titolare in sole due occasioni, contro Girona ed Athletic Club. Entrambe le volte è stato sostituito prima dell’ora di gioco ed in ambedue le circostanze il Barça ha pareggiato.

Barcellona: il ‘non-caso Piqué-Messi

Poco ore prima dell’impegno in Europa, il giornalista Eduardo Inda (già direttore di Marca dal 2007 al 2011) aveva scosso l’ambiente blaugrana. Durante la nota trasmissione sportiva El chiringuito in onda su Mega, aveva dichiarato che vi fossero livori, ruggini ed incomprensioni fra Piqué e capitan Messi. Proprio il difensore catalano, secondo Inda, avrebbe chiesto al compagno di squadra un maggior impegno nella nuova veste di capitano. L’abbraccio fra i due sul prato di Wembley mercoledì a fine incontro sembra aver messo a tacere le voci sul presunto screzio fra i due, o perlomeno ha decretato la fine della discordia.

Barcellona: Malcom oggetto del mistero?

Non convocato per la sfida contro gli Spurs, il brasiliano inizia ad assumere i connotati di un fantasma e non quelli di un crack come molti tifosì culé auspicavano. Certo, il breve infortunio dovuto ad uno stiramento ai legamenti, non ha facilitato l’ambientamento del paulista in Catalogna, ma appena 25′ in campo (6′ contro il Valladolid e 19′ contro il Leganés) probabilmente denotano e sottolineano altre problematiche.

Barcellona: verso Valencia

Il Barça torna a concentrarsi sulla Liga preparandosi alla trasferta di Valencia. I ragazzi di Marcelino sono stati una delle sorprese più piacevoli della scorsa edizione della Liga, non a caso finirono quarti, a meno tre dal Real e a meno sei dall’Atletico, secondo. Tuttavia questo inizio di stagione ha visto i Valencianistes in palesi difficoltà. Nel campionato spagnolo hanno fin qui collezionato una sola vittoria (nell’ultimo turno), cinque pareggi ed una sconfitta.

Una squadra in ambasce sembrerebbe la vittima sacrificale ideale per un Barcellona desideroso di tornare alla vittoria in Liga dopo due pareggi inframezzati da una sconfitta. Tuttavia un anno fa al Mestalla gli azulgrana non andarono oltre ad un pareggio di misura (Rodrigo e Jordi Alba i marcatori); ai catalani andarono meglio le cose in Copa del Rey grazie ad uno 0-2 firmato Coutinho e Rakitić.

Valverde per l’impegno in Comunidad Valenciana dovrebbe affidarsi al seguente undici: Ter Stegen fra i pali, la linea difensiva sarebbe composta da Semedo, Piqué, Lenglet, Jordi Alba; in mediana Coutinho tornerebbe a fare compagnia a Rakitić e a Busquets, mentre in attacco Dembélé completerebbe il tridente con Messi e Suárez.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.