Settima giornata Bundesliga, Oktoberfest rimandata a Monaco

Settima giornata Bundesliga, la sconfitta contro l’Hertha Berlino della scorsa settimana non era stato un episodio, ma un segno premonitore. Il Bayern Monaco è ufficialmente in crisi dopo la sconfitta interna contro il Borussia Moenchengladbach e il tutto non è un caso. Veritiere risulterebbero, infatti, le voci che indicavano due settimane fa una possibile rottura nello spogliatoio bavarese, con i veterani (tra cui Muller) che avrebbero espressamente voltato le spalle a Kovac.

In tutto questo caos, chi ne approfitta è il Borussia Dortmund, che allunga in testa alla classifica dopo la rocambolesca vittoria contro l’Augusta. BVB a +3 sul quartetto delle seconde composto dal Werder Brema, dall’Hertha Berlino, dal Lipsia e dai giustizieri del Bayern. Ma proseguiamo un passo alla volta, con l’analisi dei match salienti del 7° turno.

Settima giornata Bundesliga, il racconto dei match

Bayern Monaco-Borussia Moenchengladbach 

All’Allianz Arena, si materializza la disfatta di Niko Kovac e del Bayern Monaco. Neanche 20 minuti di gioco e i campioni di Germania in carica sono sotto 0-2 dopo le reti di Plea e Stindl. Due tiri, due goal per la squadra allenata da Hecking, brava a sfruttare alcune disattenzioni della difesa del Bayern come l’errore di Thiago Alcantara in fase di disimpegno da cui è scaturita la botta da fuori vincente di Stindl.

Padroni di casa incapaci di reagire, agendo solo a folate e con un possesso palla sterile. L’unico pericolo per Sommer è il sinistro di Lewandoswki al 35′. Nella ripresa, la musica non cambia: nonostante il cambio sulle fasce (dentro Ribery e Robben al posto di due spenti Robben e Muller), il Bayern fatica a creare superiorità numerica sugli esterni. A decretare la disfatta, sul finale, la stoccata di capitan Hermann dopo un corner battuto corto dai bianconeri. Gladbach che scavalca il Bayern e si porta al secondo posto, mentre è notte fonda per il Bayern: fischi sonori alla fine del match, anche se siamo “solo” alla seconda sconfitta stagionale. Si parla già di Antonio Conte come sostituto del tecnico croato, in caso di un altro risultato insoddisfacente.

Borussia Dortmund-Augusta

Approfittando della caduta della sua nemesi per eccellenza, il Dortmund allunga e scappa in vetta. Lo fa, però, nella maniera più assurda possibile. L’Augusta, infatti, gioca un grande primo tempo e passa avanti con il tap-in vincente di Finnbogason su punizione. Reagisce subito il BVB, con il destro di Hakimi deviato in angolo da Luthe e con il colpo di testa di Zagadou respinto sulla linea di porta sul corner conseguente.

Pallone a casa e prima tripletta in Bundesliga per Paco Alcacer: sono 6 goal realizzati in 81 minuti, nuovo record per il massimo campionato tedesco

Ma è il secondo tempo a regalare la vera altalena di emozioni: pericoloso subito l’Augsburg con Finnbogason, lasciato colpevolmente solo dalla difesa giallonera, che si divora il vantaggio, colpendo la traversa a botta sicura. Poi Gregoritsch e Hahn vanno ad un passo dallo 0-2, trovando un Burki sontuoso nel doppio intervento. Nel periodo di maggiore difficoltà, il Dortmund trova il pari con il neo entrato Paco Alcacer, che trasforma alla perfezione il cross di Sancho.

Al 71′ passa di nuovo avanti l’Augusta con Max, abile a ribadire sul secondo palo il cross di Finnbogason. Ma niente da fare: 7 minuti e Alcacer trova ancora la rete, stavolta sfruttando un indecisione difensiva degli ospiti. Il redidivo Mario Gotze fa 3-2 5 minuti dopo, ma nell’azione  successiva Gregoritsch incorna staccando più in alto di tutti e bucando un colpevole Burki, Sull’ultimo pallone del match si materializza l’apoteosi della SudTribune: proprio sotto il settore più grande d’Europa, Alcacer realizza la punizione da 3 punti e da vetta della Bundesliga.

Lipsia-Norimberga

Rangnick può finalmente essere soddisfatto del suo Lipsia, che stravince e convince contro il Norimberga nel posticipo di domenica pomeriggio. Nel pirotecnico 6-0 andato di scena alla Red Bull Arena non c’è mai stata partita. All’8′ Kampl e Yussuf Poulsen avevano già chiuso la pratica. Al festival del goal partecipano anche Marcel Sabitzer (doppietta) e Timo Werner (doppietta). Chiude le danze la seconda rete dell’attaccante danese, prima che Werner sbagli un rigore che gli sarebbe valso la prima tripletta stagionale.

Bibitari che salgono di prepotenza al secondo posto, in coabitazione con un Hertha Berlino contratto e distratto, che a Magonza va vicino a capitolare sul finale di gara. Match dominato dal Mainz (ben 23 tiri totali), sprecone in fase di conclusione: punto importante per la vecchia signora, che tiene il contatto con le zone altissime della Bundes.

Luka Jovic sempre più trascinatore dell’Eintracht Francoforte: per il trequartista serbo, un goal ed un assist nella gara contro l’Hoffenheim

Cosi come non perde più un colpo il Francoforte di Huetter, corsaro a Sinsheim contro l’Hoffenheim. Partita ambigua, con un primo tempo dominato per lunga parte dai padroni di casa: Bittencourt colpisce la traversa da due passi, mentre Grillitsch manda alto dal dischetto del rigore. Sul finale di prima frazione, un pasticcio corale della difesa di Nageslmann (compreso Baumann) regalano il vantaggio ad Ante Rebic.

Di li in poi, la palla in mano passa all’Eintracht. Luka Jovic raddoppia ad inizio ripresa con una conclusione magistrale, con Rebic che al 65′ si fa espellere ingenuamente per doppio giallo. Nonostante l’inferiorità, il Francoforte gestisce i ritmi dell’incontro e si difende alla grande. L’Hoffenheim accorcerà nel finale con Nelsson ma non basta: ospiti in zona Europa League ed in netta crescita dal punto di vista del gioco.

A concludere il quadro, nei bassi fondi della classifica, la fondamentale seconda vittoria consecutiva dello Schalke 04 sul campo del Dusseldorf, con le reti di McKennie e Burgstaller ad inizio secondo tempo e la prima vittoria stagionale dell‘Hannover, 3-1 su uno Stoccarda in confusione e relegato all’ultimo posto in classifica.

Ora, la seconda sosta legata alle nazionali: la Bundes ritorna in piena Oktoberfest, con tanta birra e buon calcio, venerdì 19 ottobre con l’anticipo Francoforte-Dusseldorf.

Settima giornata Bundesliga, i risultati e la classifica

BORUSSIA DORTMUND-AUGSBURG 4-3 [22′ Finnbogason (A), 62′ Alcacer (B), 71′ Max (A), 80′ Alcacer (B), 84′ Gotze (B), 87′ Gregoritsch (A), 96′ Alcacer (B)]

BAYERN MONACO-BORUSSIA MONCHENGLADBACH 0-3  [10′ Plea, 16′ Stindl, 88′ Herrmann]

FORTUNA DOSSELDORF-SCHALKE 0-2 [47′ McKennie, 53′ Burgstaller]

HANNOVER-STOCCARDA 3-1 [30′ e 46′ Wood (H), 50′ Gomez (S), 91′ Bebou (H)]

MAINZ-HERTHA BERLINO 0-0

FRIBURGO-BAYER LEVERKUSEN 0-0

HOFFENHEIM-EINTRACHT FRANCOFORTE 1-2 40′ Rebic (E), 40′ Jovic (E), 83′ Nelson ]

LIPSIA-NORIMBERGA 6-0 [3’ Kampl, 7’ Poulsen, 21’ Sabitzer, 32’ Werner, 55’ Sabitzer, 59’ Werner]

 

                                                 Totale            In casa            Fuori casa
SquadrePuntiGVNPFSGVNPFSGVNPFS
Borussia D.1775202384400185312053
Werder B.147421138422073320165
Lipsia1474211694310123311146
Hertha Berlino147421127330072412155
Borussia M.147421159330072412187
Bayern M.137412128421176320152
Eintracht F.1073131211311164420267
Wolfsburg972321011412178311133
Mainz 059723244422031301213
Norimberga872237163210614013115
Friburgo87223913412145310258
Augusta872231413311175411278
Hoffenheim772141112411266310256
Bayer L.77214713310247411236
Schalke 046720559310214410345
Stoccarda57124613311124401349
Hannover571248143111444013410
Dusseldorf57124511410347302114

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.