Empoli-Juventus, vittoria sofferta pensando a Pogba

Empoli-Juventus 1-2 altra vittoria bianconera, altra rimonta, ma con fatica. Finisce ad Empoli con una vittoria sofferta della capolista Bianconera che fa 11 su 12 in stagione e che ritorna a +6 dal Napoli che pareggia in casa con la Roma.

Nonostante la vittoria, e la vetta solitaria alla Juventus, serve una doppietta di Cristiano Ronaldo, per chiudere la pratica Empoli e prendersi una settimana di riposo. Secondo gol da antologia per tecnica e forza da far vedere ai bambini di tutte le scuole calcio.

Empoli-Juventus cosa non va?

La trasferta di Empoli, ci ha riconsegnato una Juventus molto stanca e chilometrata negli interpreti di centrocampo.
I duplici impegni tra Europa e Italia, oltre che prosciugare forze mentali hanno evidenziato un problema di mancanza di tournover a centrocampo. Scelte forzate per Mr Allegri visto che Khedira è infortunato da diverse gare e non ancora pronto al rientro, Emre Can è fermo per un nodulo tiroidale e, purtroppo, prossimo ad un’operazione.
In questo momento avrebbe fatto sicuramente comodo, “il principino” Claudio Marchisio, che invece è stato ceduto anche con qualche “polemicuccia”.
La rosa che ad inizio anno sembrava perfetta a livello qualitativo e quantitativo, dimostra oggi qualche piccola crepa.
Anche sugli esterni Cancelo e Alex Sandro sono stati fin qua chiamati agli straordinari, un po’ perché protagonisti di una stagione di altissimo livello, e un po’ perchè  Spinazzola e De Ciglio fino a sabato non erano mai stati disponibili.
Quindi mentre sugli esterni rientrano forze fresche, in mezzo al campo, con un modulo a 3 i problemi non mancano.
“Lollo Bentancour”, giovane di sicura carriera, deve ancora maturare fisicamente e mentalmente. Ad oggi non solo non sembra in grado di reggere più partite di seguito ma anche nella stessa gara spesso si spegne.
“Il campione del mondo Matuidi”, giocatore sempre di grandissimo rendimento, prima o poi dovrà riposare e ad oggi è colui che a centrocampo spesso e volentieri ha dato la scossa con pressing alto, recupero palloni e presenza continua e costante nello scacchiere bianconero. “Al regista Pjanic, manca il cambio. O meglio ci sarebbero, ma Emre Can è prossimo all’operazione, e Bentancour è in campo al fianco di Miralem.

Empoli-Juventus: serve Pogba?

Torna di moda a questo punto la suggestione “Paul Pogba”.
Le voci si rincorrono già da parecchio tempo, il malessere tra il giocatore e un criticato Mourino rendono l’affare suggestivo e forse anche fattibile.
Aggiungiamo che il nuovo regolamento permetterebbe a Pogba di giocare anche in Champions e la suggestione potrebbe prendere forma.
In questo momento sono chiaramente solo voci, ma che il giocatore abbia espresso parere favorevole ad un ritorno a Torino e che lo stesso procuratore Raiola, non vedrebbe l’ora di sedersi a tavolino per parlarne sembra un dato di fatto.

A gennaio la Società deve assolutamente tornare sul mercato per i motivi di cui sopra e andare a prendere una pedina importante, nonostante gli esperimenti di Mr Allegri, vedi Bernardeschi e Cuadrado provati come mezzale, serve realmente un giocatore alla Pogba, di corsa e di classe che sappia spaccare la partita anche e semplicemente con un tiro da fuori.
Sembra “una bestemmia” parlare di mercato alla Juventus, quando la stessa ha detta di tutti è composta da due squadre, ma le “croniche problematiche” di Khedira e l’operazione di Emre Can rendono il tema al quanto attuale.
A questo punto la palla e la responsabilità è tutta nelle capacità di Paratici, “l’uomo ombra” che ha sostituito Marotta al vertice del Direzione Tecnica.

Paratici, da tutti sempre considerato il vero fautore dei grandi colpi, in primis CR7, è ora il leader tecnico dell’area sportiva.
Da lui ci aspettiamo il grande colpo a gennaio, perché mai come quest’anno la Champions non è solo un sogno ma qualcosa di veramente concreto.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.