Wolfsburg come gioca? Il team è pronto per il grande salto

Wolfsburg come gioca la squadra che tanto bene sta facendo a livello di propositività e gioco espresso fino ad oggi? Dopo qualche passata stagione turbolenta il Wolfsburg si sta assestando come formazione di metà classifica a giocarsi le sue carte per concludere il campionato in maniera convincente. Andiamo ad analizzarne la squadra

Wolfsburg come gioca: portiere e difesa

La porta è coperta dal fisico e dai centimetri di Casteels. La difesa è guidata dal gigante americano Brooks, accanto a lui a chiudere la cerniera difensiva l’olandese ex Chelsea Bruma. Come terzini la squadra adopera William, che sostituisce l’infortunato Jung e Roussillon. Come rincalzo il giovane Itter scalpita. La panchina difensiva è particolarmente ricca data la presenza di Robin Knoche e di Tisserand oltre che del giovane Uduokhai.

Maximilian Arnold

Wolfsburg come gioca: centrocampo

Il centrocampo è senza dubbio il reparto più ricco e complesso. Bruno Labbadia impiega il 4-2-3-1 per far giocare la sua squadra. La presenza del doppio mediano rende questo ruolo particolarmente importante nell’ottica dell’economia di gioco della squadra. In questo contesto troviamo infatti l’ex Malaga Ignacio Camacho e il francese Joshua Guilavogui. A sostituire lo spagnolo ci pensa il giovane Rexhbecaj. La spina dorsale del centrocampo è costituita dal talentuoso mancino Maximilian Arnold, abile nei calci piazzati, con a destra l’ex Bvb e Fiorentina Jakub Blaszczykowski. A sinistra troviamo il giovane talento Josip Brekalo. Come sostituti nella zona centrale abbiamo Gerhardt, posto in posizione più difensiva e il turco Yunus Malli che tende ad agire da trequartista. Bisogna dire che tutti questi calciatoti hanno una certa polivalenza tecnica e tattica ciò consente all’allenatore di muovere le pedine a suo piacimento a seconda dell’avversario e di eventuali squalifiche o infortuni. Inoltre crea una sana competizione che permette al mister cinquantaduenne di adoperare le scelte più logica in base alle evenienze.

Wolfsburg come gioca: ali e attaccanti

Il club annovera tra i suoi dipendenti molti giocatori capaci di giocare in fascia. Si parte dalla stessa del campionato francese Ntep, che sta faticando ad imporsi nella lega tedesca. L’austriano Steffen ha trovato nella Bundesliga un terreno fertile per la sua maturazione come dimostrano le molte titolarità. Attualmente l’ala destra Klaus si trova ai box, ma in rosa ci sono anche Stefaniak e il giovane Ismael Azzaoui. Nel ruolo di prima punta non ci sono molti dubbi. Il ruolo di 9 pure è affidato al bomber Wout Weghorst, ex Az di Alkmaar e capocannoniere della scorsa stagione di Erediviese, che dopo un periodo di appannamento sta trovando con una certa regolarità la via del gol. Il sostituto naturale è lo svizzero Mehmedi, che ha dalla sua una notevole esperienza. Non bisogna dimenticare Ginczeck che mira certamente a scalare le gerarchie.

La stagione e i progetti

Malgrado alcune stagioni in chiaro scuro in cui la squadra era invischiata nella lotta per non retrocedere, in questa stagione il club sta dando segnali importanti di ripresa assestandosi come decima forza del massimo campionato tedesco. L’obiettivo primario è certamente una salvezza il più tranquilla possibile, ma ogni punto in più farebbe bene al morale e non solo. La squadra è certamente valida malgrado alcune lacune in un paio di ruoli. Malgrado questo siam dell’idea che non dovrebbe avere troppa difficoltà a collocarsi nella parte centrale della classifica. Ma ciò sta nelle mani della dirigenza e dei giocatori, possono crollare in fondo alla classifica, come ascendere alle zone alte.

 

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.