Merseyside Derby: il Liverpool affronta l’Everton ad Anfield

0

Merseyside Derby Il Liverpool dopo la débâcle parigina incontra “il più forte Everton mai incontrato in un derby”, parola di Jürgen Klopp.

Merseyside Derby: il Liverpool affronta l’Everton ad Anfield
Settimana difficile per il Liverpool. La sconfitta rimediata contro il Paris Saint Germain complica notevolmente il cammino della squadra inglese nella competizione. Allo stato attuale, infatti, i Reds possono ancora qualificarsi per gli ottavi come finire in Europa League o, addirittura, chiudere il girone come quarti ed essere quindi estromessi da entrambe le manifestazioni. E con questo carico di dubbi ed incertezze il Liverpool si appresta ad approcciare una delle partite più sentite della stagione: the Merseyside derby.

Merseyside Derby: di cosa parliamo quando parliamo del derby di Liverpool
Il derby del Merseyside (la contea di Liverpool) è sempre stato una stracittadina sui generis: Everton e Liverpool non hanno mai rappresentato un definito bacino di tifoseria, la partita quindi non è mai stata uno scontro identitario fra opposte fazioni socio-economiche, politiche o religiose, come invece accade a Glasgow. Perciò la rivalità calcistica fra Reds e Toffees non ha mai minimamente intaccato la normale convivenza civile nella città di Liverpool, nemmeno durante gli anni del più duro hooliganism, non a caso la partita è anche chiamata friendly derby. Ad ulteriore dimostrazione di ciò il fatto che autentiche leggende di entrambi i club durante l’infanzia abbiano supportato l’altra squadra: Carragher, God Fowler, McManaman ed Owen da ragazzi tifavano Everton, mentre l’icona blues Dave Watson (quindici anni con la maglia toffee) simpatizzava per il Liverpool.

La contrapposizione (indolore) fra Everton (il club più antico, è nato nel 1878 e prende il nome di un quartiere della città) e Liverpool (nato nel 1892) era presente anche nei Beatles, i figli prediletti della città. La passione di McCartney per l’Everton è un fatto notorio (come la sua assoluta mancanza di ostilità verso il Liverpool), meno risaputa e tutt’ora dibattuta è la presunta simpatia di Lennon per il Liverpool. Harrison, invece, non fece trapelare il proprio credo calcistico, mentre Ringo non ha mai fatto mistero di tifare Arsenal.

Il primo Merseyside derby venne disputato il 13 ottobre 1894 a Goodison Park (era un incontro di campionato) e vide i Toffees trionfare 3-0. La prima vittoria dei Reds giunse quattro anni più tardi: il 25 settembre 1897 il Liverpool vinse 3-1 ad Anfield (era anche questo un match di First Division).

Il marcatore principe della stracittadina è il gallese Ian Rush, capace di siglare 25 reti in 34 incontri; il primo goal lo realizzò il 7 novembre 1981 (Liverpool 3-1 Everton), l’ultimo il 13 marzo 1994 (Liverpool 2-1 Everton); in entrambi i casi erano incontri di campionato.


Ian Rush

Il giocatore con il maggior numero di Merseyside derbies disputati è il gallese Neville Southall: 41 presenze. La prima avvenne il 7 novembre 1981, lo stesso match del primo goal del connazionale Rush; l’ultima il 18 ottobre 1997 (Everton 2-0 Liverpool, incontro di Premier League).


Neville Southall

Jürgen Klopp, che non ha mai perso contro l’Everton (4 vittorie e 2 pareggi), ha profondamente elogiato il continuo miglioramento dei suoi dirimpettai, arrivando a definire la squadra di Marco Silva come «Il più forte Everton mai incontrato in un derby», non a caso si è riferito al match come un “proper fight”.

Nella scorsa stagione le stracittadine sono state tre: doppio pari in Premier League – pareggio di misura ad Anfield (Salah e Rooney i marcatori) e risultato ad occhiale a Goodison Park – mentre al terzo turno di FA Cup il Liverpool ha avuto la meglio per 2-1 (Milner, Van Dijk e Sigurðsson).

L’ultima vittoria dell’Everton ad Anfield è datata 27 settembre 1999: Liverpool 0-1 Everton (Kevin Campbell); mentre l’ultima vittoria in assoluto è accaduta il 17 ottobre 2010 quando a Goodison Park i Toffees vinsero 2-0 (reti di Tim Cahil ed Arteta).

I numeri del derby sono a senso unico, o quasi, a favore dei Reds. Questi nel campionato inglese (First Division e Premier League) hanno vinto 76 sfide, i Toffees 57, mentre i pareggi sono stati 65. Il trend non cambia in FA Cup, dove il Liverpool conduce per 11-7, con 6 pareggi. Lo stato di cose non muta nelle altre coppe nazionali (League Cup, Community Shield e Super Cup): i Reds si sono aggiudicati 5 stracittadine, i Toffees 2, 2 i pari.

Le vittorie più larghe dell’Everton nel derby sono accadute il 9 aprile 1909 ed il 3 ottobre 1914, identico lo score: Everton 5-0 Liverpool (nel secondo caso i Toffees si presero il lusso di rifilare la cinquina ad Anfield). I Reds però si sono rifatti con gli interessi il 7 settembre 1935, quando sul campo di casa vinsero 6-0.

Due i derby rimasti nella memoria collettiva per l’alto livello di spettacolarità e per il numero di reti. Il primo accadde nella First Division 1932-33 e vide i Reds trionfare 7-4 sui Toffees. Il secondo, più recente, è accaduto nell’edizione di FA Cup 1990-91 e a Goodison Park le due compagini impattarono 4-4 con il Liverpool sempre in vantaggio e puntualmente ripreso (solo nel recupero vennero realizzate due reti!).

 
Lo stadio del Liverpool (Anfield) e quello dell’Everton (Goodison Park), fra i due Stanley Park

Merseyside Derby: come sta il Liverpool?
Delicatissimo il momento del Liverpool che si appresta a vivere una settimana di Premier League (mercoledì prossimo affronterà il Burnely, il sabato successivo il Bournemouth) prima dell’all in di Champions contro il Napoli. Una settimana complessa in cui i ragazzi di Klopp dovranno mantenere sempre alta la concentrazione, pena veder dilatare il vantaggio del City in classifica. Eccezion fatta per l’infortunato Oxlade-Chamberlain e per lo squalificato Henderson, Klopp potrà contare su tutti i giocatori della rosa.
In questa edizione di Premier solo il City è riuscito a fare punti ad Anfield e solo il Cardiff è riuscito a realizzare una rete.

Merseyside Derby: come sta l’Everton?
I Toffees arrivano al derby forti del pari imposto a Stamford Bridge al Chelsea di Sarri e consci del fatto di aver perso solo un incontro negli ultimi sette appuntamenti. Tuttavia le difficoltà dell’Everton in trasferta sono ormai conclamate: una vittoria (a Leicester), tre pareggi e due sconfitte. Marco Silva, che potrà contare su tutto il suo organico (tranne McCarthy, infortunato), intervistato a proposito del derby ha mostrato una certa spavalderia: «I record di Anfield sono fatti per essere rotti».

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.