Juventus-Inter, derby d’Italia il lato nerazzurro

TURIN, ITALY - DECEMBER 09: Mario Mandzukic (L) of Juventus is challenged by Danilo D'ambrosio (C) and Marcelo Brozovic of Internazionale during the Serie A match between Juventus and FC Internazionale on December 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)
0

Manca sempre meno al big match Juventus-Inter. Il primo derby d’Italia per Cristiano Ronaldo, il primo incontro dopo la bufera dell’aprile scorso a San Siro dove i bianconeri hanno fatto un grande passo avanti per la conquista dello scudetto.

Quest’anno la Juve pare imbattibile, ancora di più. Lo dimostrano i numeri spaventosi di inizio stagione: un solo pareggio e nemmeno una sconfitta. Dall’altro lato l’Inter, però, può essere sicuramente una di quelle compagini capaci di impensierire i campioni d’Italia.

Juventus-Inter, momento decisivo per i nerazzurri

Dopo il pareggio di Roma arriva per l’Inter la seconda di tre gare fondamentali per il percorso nerazzurro. Durante l’anno le squadre devono affrontare dei mini-cicli che cambiano gli obiettivi di una stagione intera. Gli uomini di Spalletti solo nel pieno di uno di questi: in campionato tra Roma e Juve possono capire veramente se è possibile tenere il passo del Napoli per una rincorsa quasi irrealizzabile nei confronti della Juventus. In Champions  invece arriva il PSV, sfida da dentro o fuori con un occhio anche al Camp Nou per Barcellona-Tottenham.

Andando con ordine, la sfida di venerdì in fin dei conti è soltanto una partita, nell’ottica campionato l’esito cambierà in maniera minima l’andamento delle squadre. Quella che veramente può cambiare, soprattutto per l’Inter, è la consapevolezza nei propri mezzi. Andare a strappare punti all’Allianz vorrebbe dire affrontare in primis la sfida di Champions con un’euforia da non sottovalutare, in secundis dare un segnale a tutte le squadre che battere i nerazzurri è tutt’altro che facile.

Serve però la partita perfetta. La Juve scenderà in campo con undici campionissimi, i pericoli possono arrivare da tutte le parti, anche dai cambi in panchina. Spalletti dovrà prepararla alla perfezione, con umiltà ma senza paura.

Juventus-Inter, come si possono battere i bianconeri

La Juve quest’anno ha subito dieci goal in tutta la stagione: due in Champions e otto in campionato. Il dato che fa riflettere, però, è che praticamente tutte le reti degli avversari sono arrivate o da palla inattiva o su colpi di testa, quindi da distrazioni singole dei difensori. Quindi indipendentemente da come giocheranno i bianconeri, l’Inter dovrà essere brava a contenere la Juventus in mezzo al campo (perchè comunque con i soliti moduli sarà in inferiorità numerica a centrocampo) per poi recuperare la palla e giocarsela sulle zone esterne. Chiaramente anche questa non sarà missione facile, per contro se c’è una zona dove i nerazzurri possono far male è proprio quella, sfruttando di conseguenza il tempismo nell’inserimento di Icardi. L’attaccante argentino quando vede i colori bianconeri si esalta, già otto le reti segnate alla squadra di Torino.

Inutile dire che i difensori dell’Inter dovranno fare una partita perfetta, trovandosi di fronte calciatori che alla minima occasione ti puniscono. Ormai la Juve è una delle tre squadre più forti al mondo, ma i nerazzurri hanno la squadra per poter almeno impensierire i bianconeri nella sfida secca. Tutto può succedere e Spalletti lo sa.

Manca sempre meno dunque a questa impresa impossibile, ma l’Inter è pazza, si sa. L’obiettivo sarà quello di riaprire parzialmente un campionato già chiuso da agosto. Nonostante questo però, resta una delle partite più affascinanti del campionato italiano: ci siamo, il derby d’Italia.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.