Liverpool in fuga: all’Etihad per consolidare il vantaggio

0

Liverpool in fuga Grazie alla vittoria – netta nel gioco prima che nel risultato – contro l’Arsenal di Emery i Reds hanno colto la nona vittoria consecutiva in Premier League; contro il City di Guardiola potrebbe arrivare la decima. Gli scontri fra il tecnico nativo di Stoccarda ed il catalano godono di un’epica a parte, risultando spesso essere il massimo che la Premier League possa offrire. Il duello fra i due è però nato in Germania.

Liverpool in fuga: tutte le battaglie fra Klopp e Guardiola, il periodo tedesco
Il 27 luglio 2013 per la prima volta Klopp incrociò nel proprio cammino Guardiola: era la finale della supercoppa tedesca. Il teutonico nella stagione precedente aveva visto il Bayern Monaco trionfare a spese dei suoi in tutte le competizioni, mentre lo spagnolo era reduce dall’anno sabbatico newyorkese.  Finì 4-2 per i gialloneri ed i bavaresi furono realmente in partita per poco: Reus portò in vantaggio i renani appena al 6′ ed il pareggio di Robben (54′) fu immediatamente seguito da un’autorete di Van Buyten (56′) e da una rete di Gündoğan (57′).

In Bundesliga a novembre il Bayern vinse a Dormund con un secco 3-0 maturato tutto nel secondo tempo, mentre ad aprile il Borussia vinse a Monaco con il medesimo risultato.

Il 17 maggio 2014 i Roten (rossi) ed i Schwarzgelben (gialloneri) disputarono la finale di Coppa di Germania all’Olympiastadion di Berlino. Fu una incontro tiratissimo, risolto a favore dei bavaresi da due reti (Robben e Müller) giunte solo ai supplementari. 

È interessante notare che nelle tre sfide concluse nei novanta minuti, quando Guardiola adottò un sistema di gioco maggiormente difensivo – il 23 novembre 2013 con Javi Martínez in mediana, Rafinha ed Alaba  esterni a centrocampo per creare densità e Götze falso nueve – atto ad impedire il gegenpressing di Klopp, riuscì a spuntarla. Mentre negli altri due match il catalano aveva dotato i suoi di una sistemazione in campo maggiormente spavalda.

Nella stagione seguente, complice un Borussia Dortmund in fase declinante ed a fine ciclo, il Bayern di Guardiola riuscì a fare proprie le due partite in Bundesliga (2-1 e 0-1), in larga parte grazie ad una robusta mediana (in entrambe le occasioni gli uomini di Guardiola giocarono con cinque elementi a centrocampo). Klopp però aveva sollevato davanti ai bavaresi la supercoppa nazionale ed aveva eliminato i monacensi dalla coppa nazionale.

 

Liverpool in fuga: tutte le battaglie fra Klopp e Guardiola, il periodo inglese
Klopp e Guardiola hanno finito per incrociare le armi in Premier League. La prima sfida d’oltremanica fra i due è avvenuta alla 19ª giornata del campionato inglese 2016-17. Ad Anfield i Reds hanno rovinato il capodanno dei Citizens vincendo di misura. A marzo quando le compagini si sono affrontate nuovamente è uscito un pareggio di misura.

Il 9 settembre 2017 Guardiola ha rifilato ai Reds una pesantissima cinquina grazie, anche in quest’occasione, ad un brulicante centrocampo.  Accadimenti della scorsa stagione. Il Liverpool ha vinto lo scontro di Premier ad Anfield (pirotecnico 4-3) ed è riuscito ad estromettere i mancuniani anche dalla Champions grazie ad una doppia vittoria (3-0 e 1-2).

I successi di Klopp contro Guardiola (otto, nessuno ha fatto meglio) certificano ed attestano le capacità del tedesco di individuare i punti deboli del collega iberico. Il gioco posizionale di Pep infatti è stato più volte detonato dal pressing furioso degli uomini di Klopp, capaci di mantenere i reparti stretti fra loro all’altezza della mediana, chiudendo quindi gli spazi e disinnescando de facto le ripartenze del tecnico catalano. Ed è un dato di fatto che all’andata il tecnico spagnolo per strappare punti ad Anfield abbia fatto ricorso ad un inedito difensivismo.    

 

Liverpool in fuga: il momento dei Citizens
Il Manchester City è reduce da tre sconfitte nelle ultime cinque gare, un evento epifanico mai accaduto durante la gestione guardioliana. A peggiorare la situazione la penuria di terzini, ruolo chiave per il tecnico catalano. Infatti Delph non scenderà in campo a causa squalifica, mentre Mendy è ancora out per infortunio. Walker e Zinchenko sono quindi scelte obbligatorie, con l’ucraino che ha già ampiamente dimostrato di non essere velocissimo nella gestione della palla.

Liverpool in fuga: il momento dei Reds
Imbattuti in campionato, reduci da 22 reti in cinque partite e con un Salah in versione Re Mida (nelle ultime sei gare complessive l’egiziano ha realizzato sei reti e tre assist), gli uomini di Klopp hanno la possibilità concreta di aumentare a dieci punti il vantaggio in classifica sui campioni in carica. Appare fin troppo scontato, quindi,notare che il match all’Etihad possa essere di fondamentale importanza per il titolo. 

La riposta di forza dei Reds al vantaggio dei Gunners lo scorso sabato è sintomatica dell’attuale momento di del Liverpool: due reti di Firmino in a flash e vantaggio ribaltato.

Nelle ultime settimane Klopp ha più volte disposto i suoi in campo con un 4-2-3-1 (Wijnaldum e Fabinho in mediana; Shaqiri, Firmino e Mané sulla trequarti) capace di diventare velocemente un 4-4-2 (con il brasiliano ad affiancare l’ex romanista in attacco). Come visto, le squadre di Guardiola sono riuscite a battere quelle di Klopp grazie ad affollati reparti centrali. La mediana del City riuscirà a disinnescare il folto centrocampo scouser?

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.