En-Nesyri: una tripletta che cambia una vita

0

Chi è Youssef En-Nesyri? Nato a Fès il 1º giugno 1997, si tratta di un calciatore marocchino, attaccante del Leganés e della Nazionale marocchina. Perché parliamo di lui oggi? Beh la tripletta parla per il ragazzo

 

Gli inizi di Youssef En-Nesyri

Dopo avere iniziato a giocare a calcio in Marocco, nell’Academié Mohammed VI, nel 2015 si trasferisce in Spagna, al Málaga. Gioca per un anno nella squadra Juvenil A, e successivamente, invece di passare all’Atl. Malagueño, squadra filiale militante in Tercera, viene inserito in prima squadra dal tecnico Juande Ramos, che lo fa esordire alla seconda giornata di Liga, il 26 agosto 2016, sul campo dell’Espanyol, sfida finita 2-2 in cui entra al 77°. Il 20 settembre dello stesso anno segna il suo primo gol in carriera, nella gara casalinga di campionato contro l’Eibar, siglando il 2-1 al 76° che completa la rimonta.  Con la seconda squadra del Malaga ha segnato 6 gol in sole 6 presenze. Con la prima squadra invece ha messo assieme 5 reti in 38 partite.

L’esplosione al Leganes

Dopo la retrocessione del club andaluso il 17 agosto 2018 si trasferisce al Leganés per 6 milioni. Il 10 febbraio 2019 segna una tripletta nella vittoria per 3-0 sul Real Betis. Alla sua prima stagione con il nuovo club ha racimolato 23 presenze mettendo a referto 10 marcature condite da due assistenze. Continuando così può certamente aumentare il suo valore di mercato, facendo fare una discreta plusvalenza al suo club, dato che si parla già di grandi squadre interessante al suo profilo.

Nazionale marocchina

Debutta con la Nazionale marocchina il 31 agosto 2016 nello 0-0 in amichevole contro l’Albania in trasferta a Scutari, giocando da titolare e rimanendo in campo fino alla sostituzione al 92°.Il 4 settembre dello stesso anno gioca la sua prima ufficiale, nelle qualificazioni alla Coppa d’Africa 2017, vincendo 2-0 in casa a Rabat contro São Tomé e Príncipe, giocando tutta la partita. Nel 2017 viene convocato per la Coppa d’Africa in Gabon.[7] Il 20 gennaio 2017 segna il suo primo gol in Nazionale nella seconda partita del girone di Coppa d’Africa, ad Oyem in Gabon contro il Togo, vinta per 3-1.Viene convocato per i Mondiali 2018,rimpiazzando l’infortunato Bar Banoun, e segnando il gol del provvisorio 2-1 della sua squadra contro la Spagna di testa (partita finita poi 2-2).  Con la nazionale del Marocco fino ad ora 23 presenze e 6 gol. Per quanto concerne le Nazionali inferiori, un solo gettone in under 23 e 6 presenze con 3 gol in Under 21.

Caratteristiche tecniche

Nasce come punta centrale, ma grazie alla sua velocità esplosiva e alla sua capacità di contropiede può agire pure come attaccante di fascia e ciò lo rende molto duttile e versatile. Pur non essendo particolarmente fisico sa destreggiarsi in maniera discreta tra le maglie avversarie. Ha una buona capacità di calcio tanto che può esser definito ambidestro. Risulta molto intelligente dato che sa sempre dove collocarsi per raccogliere eventuali respinte che sa poi trasformare in gol. Con i suoi centimetri si fa rispettare anche sulle palle inattive e sui cross.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.