Fulham-Chelsea, mettere la freccia per il sorpasso

0

Fulham-Chelsea, il derby dell’ovest di Londra e uno dei più sentiti, si giocherà a Craven Cottage domenica pomeriggio alle ore tre.

Dopo una settimana turbolenta i blues arrivano a questa sfida sulle ali dell’entusiasmo derivante dal netto successo ottenuto nel precedente incontro col Tottenham e andranno a caccia di un’altra fondamentale vittoria per la loro classifica.

Gli uomini di Ranieri invece sembrano abbastanza rassegnati al loro destino ed anche nell’ultima partita persa in casa del Southampton non hanno dato segnali incoraggianti soprattutto sotto il profilo caratteriale.

Interpretazione tattica

I ragazzi di Maurizio Sarri negli ultimi due impegni giocati hanno dato prova di essere dalla parte dell’allenatore, nonostante le voci maligne, interpretando le gare diversamente sotto il profilo tattico ma entrambe con carattere.

Nonostante l’utilizzo a gara in corso che ha visto passare i blues da un 3-5-2 in fase di non possesso ad un 4-3-3 in fase di possesso palla, la differenza l’ha fatta l’approccio alla partita.

Se nella finale col Manchester City il Chelsea ha atteso i più quotati avversari per poi cercare di infilarli in ripartenza, contro gli Spurs ha subito cercato, riuscendoci, di imporre il ritmo attraverso un pressing molto alto.

Questa dose di cattiveria agonistica dovrà venir fuori anche contro il Fulham per fare in modo che la gara si possa indirizzare subito nel verso giusto; la differenza tecnica tra le due squadre poi ne completerà l’opera.

E’ plausibile che Sarri applichi un leggero turnover nella trasferta contro i Cottagers anche considerando l’impegno che seguirà contro la Dynamo Kiev; spazio magari per Christensen o Ampadu in difesa e Loftus-Cheek con Hudson-Odoi a centrocampo e in attacco.

Precedenti e curiosità

La curiosità maggiore sarà nel vedere se verrà riconfermato in porta il talismano Willy Caballero che nell’ultima partita ha giustamente preso il posto di Kepa, tenuto giustamente in panchina.

Sarri ha preso una decisione certamente condivisa con la società che avrà appoggiato la scelta tecnica e soprattutto nessuno ha mugugnato; Hazard, sostituito a mezz’ora dalla fine dell’ultimo match, uscendo ha scambiato un segno distensivo col tecnico toscano.

Nella partita giocata a Stamford Bridge il 2 dicembre scorso i blues si imposero per 2-0 con un gol per tempo dando seguito alla striscia senza sconfitte contro i rivali; considerando solo gli scontri in Premier League, su 27 partite giocate, il Chelsea ha perso in un’occasione sola pareggiando 10 volte.

Il morale delle due compagini è opposto; i padroni di casa ce l’hanno sotto i tacchi e non paiono in grado di risollevarsi mentre gli ospiti si presenteranno all’appuntamento galvanizzati dall’ultimo positivo risultato.

Un’altra vittoria, per di più in un derby tra due squadre dello stesso quartiere, potrebbe dare la decisiva spinta ai blues per tornare a macinare gioco e risultati che permetterebbero di acciuffare la tanto agognata qualificazione alla prossima Champions League.

 

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.