Claudio Ranieri ha chiuso il cerchio dopo questa esperienza?

0
Ha diretto l’ultimo allenamento e nel pomeriggio Claudio Ranieri è stato sollevato dall’incarico di manager del Fulham; la notizia gli è stata comunicata al telefono dal presidente Shahid Khan, negli Stati Uniti per affari.
L’avventura con il club londinese è durata 106 giorni: era subentrato a Jokanovic il 14 novembre 2018, siglando un contratto biennale. Il bilancio è stato di 3 successi, 3 pareggi e 11 sconfitte, compresa l’eliminazione al terzo turno di FA Cup contro l’Oldham, formazione di League Two.
Lascia un Fulham quasi retrocesso, con sette ko nelle ultime otto gare. Al suo posto, Scott Parker, ex centrocampista dei Cottagers, 38 anni, carriera conclusa nel 2017 e prima esperienza da coach alla guida dell’Under 18 del Tottenham.
Scott era già operativo nello staff di Ranieri. Shahid Khan, l’imprenditore pakistano che rilevò il Fulham nel 2013 e pochi mesi fa cercò di acquistare lo stadio di Wembley, ha concesso l’onore delle armi al tecnico italiano: «Ranieri è entrato in una situazione difficile. Ha dato una spinta immediata, ma poi questa carica iniziale si è esaurita. Claudio resterà sempre un nostro amico. Mi auguro che Scott Parker possa aiutare la squadra a ritrovarsi».
Ranieri è stato di poche parole: «Sono ovviamente deluso dai recenti risultati e dal fatto che non siamo riusciti a sfruttare la buona spinta iniziale. Voglio ringraziare il club, i giocatori e i tifosi per il supporto ricevuto».

Claudio Ranieri ed un addio ormai inevitabile

La nuda cronaca di questa vicenda ha cancellato qualsiasi possibilità che Ranieri ripetesse a Londra l’impresa compiuta a Leicester, con la conquista del titolo nel 2016. Salvare il Fulham, nonostante un mercato estivo da oltre 100 milioni di euro, avrebbe costituito un altro capolavoro, ma la squadra, dopo l’ennesimo ko contro il Southampton, ha ribadito i limiti e le lacune emerse di sempre.
Ranieri ha cercato di modificare gioco, modulo e posizioni in campo di qualche calciatore, ma c’è poco da fare se un club in lotta per non retrocedere ha una difesa che fa acqua, un centrocampo scadente, un attacco dove solo Mitrovic ha confidenza con il gol. Alcuni acquisti di grido hanno deluso.
Un nome su tutti: il tedesco Schurrle. Doveva aiutare il Fulham a compiere il salto di qualità e invece è stato la grande delusione. Nel momento in cui doveva mostrare carattere, Schurrle si è eclissato. E’ partito per la Germania, sostenendo di avere problemi fisici e di volersi affidare al suo medico di fiducia. Il francese Aboubakar Kamara è stato invece ceduto dopo la rissa sfiorata con un compagno durante una sessione di yoga.
L’accantonamento del capitano Thomas Cairney, centrocampista scozzese al Fulham dal 2015, è costato a Ranieri la rivolta dei tifosi. Anche mercoledì sera, quando è stato sostituito, sono partiti i cori «non sai che cosa stai facendo».
Resterà a Londra, in attesa della prossima avventura. La sua storia finisce qui?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Calcio360 (@calcio360_eu) in data:

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.