Allarme Europa, Spalletti si presenta al Meazza con gli uomini contati

MILAN, ITALY - NOVEMBER 05: FC Internazionale Milano coach Luciano Spalletti looks on before the Serie A match between FC Internazionale and Torino FC at Stadio Giuseppe Meazza on November 5, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images )
0

Luciano Spalletti è messo così, in vista del ritorno di Europa League: solo undici calciatori di movimento a disposizione al netto dei Primavera.

La situazione dell’Inter

È il risultato di una domenica che lascia il segno. Lo lascia almeno su Brozovic e Miranda, che vanno considerati fuori causa per giovedì. Il brasiliano ha riportato una frattura scomposta del naso, dopo lo scontro del gioco a inizio partita con Petagna.

È rimasto in campo fino alla fine del primo tempo, poi si è arreso. È necessaria l’operazione, per l’Eintracht non se ne parla, c’è qualche chance di vederlo a disposizione per il derby, magari con l’aiuto di una mascherina protettiva. Ancor più complesso il discorso Brozovic.

Il croato si è bloccato per un problema muscolare: il nodo, in questi casi, è capire la presenza o meno di una lesione. E le prime impressioni non sono molto positive. I controlli saranno effettuati domani, da escludere un recupero per l’Europa ed è molto complicato immaginare che per il derby Spalletti possa averlo a disposizione.

Le possibili soluzioni per Spalletti

Condisci il tutto con Nainggolan, le squalifiche di Lautaro e Asamoah, i soliti tre fuori lista e il gioco è fatto. Ecco perché Spalletti ieri si è lasciato sfuggire: «Troveremo le soluzioni, potremmo fare la difesa a tre, ma vanno fatte delle valutazioni. Qualcuno per forza di cose andrà fuori ruolo».

E il pensiero non può non andare a Skriniar, che già con la sua nazionale ha più volte giocato da centrocampista centrale. Le opzioni non sono tante da quelle parti, il passaggio è quasi obbligato se Spalletti volesse confermare il centrocampo a tre, anche perché nel ruolo restano disponibili solo Borja Valero e Vecino.

L’altra via è la conferma del modulo che ieri è servito per battere la Spal nel secondo tempo, ovvero il 3­-4-­3. E in quel caso Skriniar tornerebbe in difesa. I pochi margini di scelta Spalletti sembra averli in fase offensiva.

È vero, manca Lautaro. Ma in quattro si giocano tre posti, Keita sarà titolare ma con un minutaggio tutto da verificare. Servirebbe un uomo in più. Servirebbe Icardi, per esempio, magari buono anche solo perla panchina e qualche minuti da regalare all’Inter.

Viene quasi da mettersi nei panni di compagni di Maurito: se non torna adesso, quando?

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.