Liverpool: la sfida contro il Bayern è il momento della verità

0

Bayern-Liverpool, tutto pronto. Il Liverpool all’Allianz contro un Bayern in grandissimo spolvero cercherà di strappare la qualificazione: riuscirà a superare i propri limiti?

Il 2019 è stato fin qui un turning point per la stagione del Liverpool, i numeri sono a senso unico: i Reds quest’anno hanno disputato dodici incontri, vincendo in cinque occasioni, pareggiando in altrettante e venendo sconfitti due volte. Nei primi venti turni di Premier gli uomini di Klopp non avevano mai perso ed avevano impattato solo in tre momenti. Nei successivi dieci (tutti disputati nel 2019) hanno trovato una sconfitta e quattro pari. Ma andando al di là dei meri dati statistici il “nuovo” anno ha portato l’eliminazione dalla FA Cup e l’abdicazione dal ruolo di capolista dopo tredici giornate.

La squadra del Merseyside recentemente sta palesando evidenti difficoltà. Queste invece non sono mai mancate in Champions League in questa stagione anche se è evidente che PSG, Napoli e Stella Rossa siano avversari di ben altro spessore rispetto a Siviglia, Spartak Mosca e Maribor. Anche in questo caso i numeri aiutano. Un anno fa dopo l’andata degli ottavi il Liverpool aveva all’attivo ventotto reti ed al passivo sei; quest’anno i goal incassati sono sette (nonostante Alisson) mentre le trasformazioni sono calate di più di due terzi: nove. Le problematicità degli uomini di Klopp in coppa sono altresì rilevabili nei numeri del tridente d’attacco. Nel 2017-18 a questo punto della stagione Salah aveva immagazzinato sei marcature (in 577 minuti), tre (in 608 minuti) nel 2018-19, la metà. È tutto dire. I numeri di Firmino e Mané seguono questo trend.

La sfida ad Anfield contro il Bayern non ha riservato sorprese. Avevamo analizzato qui il match d’andata, rilevando una certa “timidezza” di Klopp nell’affrontare i bavaresi ed è probabile che questa mancanza di sfrontatezza abbia assecondato le già presenti difficoltà dei Reds. È indubbio, o perlomeno auspicabile, che all’Allianz Arena il tecnico di Stoccarda osi maggiormente, se non altro per sfruttare il goal in trasferta. Il Bayern però, a differenza del Liverpool, sembra vivere un momento molto felice. Dopo le iniziali impasse i bavaresi hanno trovato il giusto feeling con Kovac e sono riusciti a riaprire una Bundesliga che sembrava essere affare privato del Borussia Dortmund. Bavaresi e renani adesso sono appaiati in classifica ma i primi sembrano godere del vento della storia che soffia a loro favore.

Negli ultimi due turni di campionato Neuer&compagni hanno realizzato undici reti, cogliendo due vittorie di larga misura. Il Liverpool negli ultimi due giornate di Premier ha vinto e pareggiato, siglando “solamente” quattro goal. E se Salah nella Champions 2018-19 sembra avere le polveri bagnate rispetto all’anno precedente, il polacco Lewandowski è più ispirato del solito: le sue marcature sono otto in sette partite ed il primato di capocannoniere della manifestazione è suo.

Saranno capaci i Reds di risolvere le difficoltà che ne hanno minato il cammino in coppa e di raddrizzare un 2019 fin qui avaro di gioie?

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.