“Chi è interessato al Milan?” – Seconda parte

0

Nonostante la presenza del fondo Elliot, il futuro societario del Milan è ancora sconosciuto e dopo Alisher Usmanov, uno degli acquirenti più interessati ai rossoneri è il magnate americano Stephen Ross. Scopriamo chi è.

Stephen Ross: dagli investimenti immobiliari allo sport

Biografia

Stephen M. Ross è un imprenditore americano nato il 5 ottobre 1940 a Detroit, Michigan. Da piccolo si sposta con la famiglia a Miami, dove frequenta l’Università della Florida per poi concludere gli studi di economia aziendale all’Università del Michigan nel 1962. Non è l’unica laurea da lui conseguita. Ross si laurea in Giurisprudenza alla Wayne State University nel 1965 e consegue un master alla New York University School of Law nel 1966, finanziato dallo zio Max Fisher, uomo d’affari americano, da cui Ross prenderà spunto per la sua brillante carriera imprenditoriale.

Gli investimenti imprenditoriali

Come spesso accade in questi casi, la fortuna di un grande imprenditore si coltiva dal nulla. Inizialmente la sua carriera si sviluppa per lo più con ruoli non di primo ordine. Inizia a lavorare come procuratore fiscale per la compagnia Coopers & Lybrand per poi trasferirsi a New York nel 1968. Nella “Grande Mela” inizia la sua carriera nel settore immobiliare. Diventa vicepresidente della Laird Inc. e successivamente alla Bear Stearns. 

Le sue capacità nell’ambito finanziario apriranno molte porte nella sua carriera imprenditoriale. E proprio nel 1972 la svolta della sua vita. Grazie a 10000 dollari donati da sua madre, lascia l’occupazione ricoperta fino ad all’ora per organizzare affari per ricchi investitori, sempre nell’ambito immobiliare. La sua crescita fu subito esponenziale: nel primo anno raggiunse 150.000 dollari di profitti e così facendo incrementò la portata dei suoi investimenti.

Nello stesso anno fonda The Related Companies, la società che ancora oggi detiene con il 60% delle azioni. L’azienda ad oggi vanta un attivo di 50 miliardi di dollari ed è connessa con diverse città nel mondo: Boston, Chicago, Los Angeles, Las Vegas, Miai, San Francisco, Abu Dhabi, Londra, San Paolo e Shanghai. Non solo, la compagnia fondata da Stephen Ross gestisce all’incirca 1.5 miliardi di capitale.

Patrimonio

Elliot vede di buon occhio Stephen Ross e i numeri gli danno ragione. Il Milan dovrà necessariamente finire nelle mani di un proprietario con una certa solidità finanziaria per poter ripartire definitivamente. Secondo i dati forniti da bloomberg.com, il suo patrimonio è di circa 10 miliardi di dollari.

credits: bloomberg.com

Secondo forbes.com invece, il valore stimato del suo patrimonio si aggira intorno 7.7 miliardi di dollari, ponendolo al 191esimo posto tra gli uomini più ricchi al mondo.

Gli interessi sportivi

Non solo imprenditore immobiliare, ma anche sportivo. Stephen Ross nel 2008 ha acquistato il 50% delle quote dei Miami Dolphins dall’ex proprietario Wayne Huizenga per 550 milioni di dollari, per poi, l’anno successivo, completare l’acquisto di un uteriore 45%. La spesa totale dell’investimento è stata di 1.1 miliardi di dollari.

Oltre a essere proprietario dei Dolphins, Ross ha creato il torneo estivo che coinvolge ogni anno i maggiori club europei, la International Champions Cup. Un progetto ambizioso che sottolinea la lungimiranza del personaggio riguardo agli investimenti calcistici. Non solo NFL quindi, ma anche il calcio piace particolarmente al magnate statunitense, forte sostenitore della SuperLega che si vorrebbe creare nel panorama calcistico europeo.

Un profilo differente da Alisher Usmanov, ma altrettanto interessante. Il Milan del fondo Elliot potrebbe quindi rimanere “made in USA”.

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.