Chi è Matias Zaracho: la sorpresa del Racing capolista

0

Tanti fenomeni e tanti talenti in Argentina. La forte connessione culturale e calcistica tra il nostro paese e l’Argentina permette a molti giocatori di entrare in Europa attraverso l’Italia. Matias Zaracho potrebbe essere uno dei prossimi….

Matias Zaracho: la sorpresa del Racing capolista

Di recente convocazione con la Seleccion Argentina e capolista con il Racing nella Superliga Argentina, Matias Zaracho rappresenta sicuramente una delle grandi sorprese del calcio Argentino della stagione 2018/2019. Nato il 10 marzo 1998, 21 anni appena compiuti, ha portato il Racing alla vetta sotto la attenta osservazione di giocatori del calibro di Lisandro Lopez e Cvitanich.  21 match finora giocati e 3 gol che hanno contribuito al successo suo (se n’è parlato davvero tanto in patria di questo promettente giovane argentino) e della sua squadra (Academia in questo momento capolista a 55 punti). Classe, grinta ed emotività hanno contraddistinto la stagione del “pibe”. Emotività… proprio come contro il Boca, nel clasico di ottobre giocato al Cilindro, in cui un suo errore davanti ad Andrada non permise all’Academia di andare sul 3 a 0 e chiudere il match. Errore di poco conto ma che costò al ragazzo un pianto alla fine del match con consolazione dei suoi compagni.

 

Matias Zaracho: Note Biografiche e Caratteristiche Tecniche

Nato a Wilde in Argentina, piccolo comune di 65mila abitanti nella provincia di Buenos Aires. Vero tifoso del Racing, il giovane ha fatto tutta la trafila del settore giovanile dell’Academia dall’età di 8 anni. Prima dell’Academia, proprio a Wilde, giocò in 2 squadre in cui iniziò “El principe” Milito (Barrio Futuro e Estrella del Sur). Attaccamento alla maglia fortissimo per questo ragazzo, soprannominato “El Negrito” che non ha mai nascosto il suo essere “hincha” (tifoso) del Racing. Esordio per lui nel dicembre 2016 contro Union de Santa Fe e titolare fisso dall’arrivo del “Chacho” Coudet da metà 2018, ha collezionato un totale di 61 partite 6 gol e 5 assist. Tutto ciò condito da 7 presenze ed 1 gol pure nell’ Under 20 della Selecciòn Argentina…un curriculum mica male per l’appena 21enne.

El Negrito con la maglia della Selecciòn

1,72 cm x 60kg il giovane Zaracho, è giocatore rapido e tecnicamente abile. Centrocampista di professione, da il meglio come trequartista ma è tatticamente duttile, vista la sua propensione anche a spostarsi sugli esterni. Numero di maglia numero 28, fa della corsa e della capacità a saltare l’uomo il suo punto di forza. Destro di piede e buon tocco anche con il sinistro, la gioca rapida a 2 o 3 tocchi e via. Unico difetto sembra il gol, grossi errori, perdonabili vista l’età, sono stati commessi contro Lanùs e Velez… errori che se limati potrebbero trasformare questo talento in campione. Radaelli, suo allenatore nelle giovanili del Racing, parlava così di questo giovane: “Zaracho immagino che giocherà poco in Primera Division e presto volerà verso il calcio europeo”. Talmente adatto al calcio europeo che le sirene spagnole non hanno tardato ad arrivare. I colchoneros, la squadra del Cholo, hanno subito attivato le antenne. Per questo motivo il club sta pensando di fissare la clausola rescissoria a 24 milioni di dollari con contratto fino al 2022. 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.