Chi è Alexander Isak: dalla Svezia con l’obiettivo di stupire

0

Chi è Alexander Isak? Oggi ci occupiamo del ragazzo nato a Solna, il 21 settembre 1999, un calciatore svedese, attaccante del Willem II in prestito dal Borussia Dortmund. Nel 2016 è stato inserito nella lista dei migliori sessanta calciatori nati nel 1999 stilata da The Guardian.

Caratteristiche tecniche

È un attaccante dal fisico longilineo con uno spiccato senso del gol, ma a proprio agio anche quando deve muoversi lontano dall’area di rigore avversaria. È dotato di una progressione veramente notevole, che esalta la sua abilità di attaccare la profondità, prendendo il tempo ai difensori avversari, poi incapaci di recuperarlo in campo aperto.

Gli inizi

Isak è nato e cresciuto a Solna, nella periferia di Stoccolma, da genitori eritrei. All’età di 6 anni entra a far parte del settore giovanile dell’AIK, una delle principali squadre svedesi, con sede proprio a Solna.L’esordio assoluto di Isak in prima squadra è avvenuto il 28 febbraio 2016 all’età di 16 anni, 5 mesi e 7 giorni ed è coinciso con un gol, nel 6-0 esterno inflitto in Coppa di Svezia al Tenhult (formazione di quarta serie).Qualche settimana più tardi, il 7 aprile, alla seconda giornata di campionato sul campo dell’Östersund, l’allenatore Andreas Alm con una mossa a sorpresa decide di farlo debuttare anche in campionato, schierandolo titolare dal primo minuto al fianco del quasi diciannovenne Carlos Strandberg. Isak ripaga la fiducia con il gol dello 0-2 che chiude la partita. Con questa rete diventa il più giovane marcatore in Allsvenskan nella storia del club, con i suoi 16 anni e 199 giorni.Viene così confermato nell’undici di partenza anche nelle partite successive. Alla quinta giornata ottiene il primo sigillo tra le mura amiche, aprendo le marcature contro l’Elfsborg (2-1).Tra l’8ª e la 9ª giornata Alm viene esonerato, ma Isak viene confermato solitamente titolare anche dal successore Rikard Norling.Il 21 settembre 2016, nel giorno del suo 17º compleanno, Isak segna i primi due gol del derby vinto 0-3 contro i rivali cittadini del Djurgården. Undici giorni dopo realizza un’altra doppietta nel 6-0 ai campioni in carica dell’IFK Norrköping,mentre nella gara seguente contro l’Östersund segna una rete.Chiude la stagione con 29 presenze e 13 gol all’attivo, tutti segnati su azione. Viene inoltre eletto debuttante dell’anno e inserito nella top 11 del campionato.

L’esperienza in Bundesliga

Il 23 gennaio 2017 viene acquistato a titolo definitivo dal Borussia Dortmund, con cui firma un contratto pluriennale fino al giugno 2022.L’accordo col club tedesco è arrivato dopo aver rifiutato il Real Madrid, con cui gli agenti del giocatore avevano raggiunto un’intesa per circa dieci milioni di euro.La prima presenza ufficiale arriva il 14 marzo nella partita di coppa di Germania vinta 3-0 sul campo del Lotte, mentre in campionato gioca per la prima volta il successivo 17 settembre quando è subentrato nei minuti finali della sfida interna contro il Colonia. Durante la Bundesliga 2017-2018 colleziona complessivamente 5 presenze, continuando a far parte anche della squadra giovanile. Fa anche un’apparizione in Champions League e tre in Europa League.Nella prima metà della stagione 2018-2019 scende in campo solo con la seconda squadra del club, militante in Regionalliga Wes.

Diventare grande in Eredivisie

Il 25 gennaio 2019 viene annunciato il prestito di Isak agli olandesi del Willem II fino al termine della stagione.[11]Debutta il 27 gennaio 2019 nel match vinto per 1-0 sul campo dell’Utrecht, subentrando al 60º minuto, mentre realizza la sua prima rete olandese nel match in trasferta perso 3-2 valido per la 22ª giornata di Eredivisie contro il Vitesse. Il 28 febbraio 2019, durante le semifinali di Coppa d’Olanda, realizza la sua seconda rete con la maglia del Willem II, permettendo al club di pareggiare contro l’AZ Alkmaar (per poi batterlo ai calci di rigore) e di raggiungere l’Ajax in finale.  Al momento ha collezionato 19 partite 10 reti condite da 3 assist.  Attualmente il suo valore di mercato si aggira attorno ai 6 milioni di euro.

 

Nazionale

Già nel giro delle nazionali Under-17 e Under-19, il 6 ottobre 2016 Isak esordisce con la nazionale Under-21 all’età di 17 anni e 15 giorni, subentrando nel corso del match esterno vinto contro i pari età dell’Estonia.L’8 gennaio 2017 diventa il giocatore più giovane di sempre ad aver indossato la maglia della nazionale maggiore svedese, debuttando all’età di 17 anni, 3 mesi e 17 giorni contro la Costa d’Avorio nella tournée di Abu Dhabi. Quattro giorni dopo, alla sua seconda presenza (la prima da titolare) apre le marcature contro la Slovacchia ed diventa il più giovane marcatore nella storia della Nazionale con i suoi 17 anni, 3 mesi e 21 giorni

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.