Cardiff City-Chelsea, la prima di otto finali da vincere

0

Cardiff City-Chelsea si disputerà domenica pomeriggio alle ore 15.05; i padroni di casa sono in lotta per la salvezza mentre i blues sono alla ricerca del quarto posto per la Champions.

Entrambe le squadre hanno una partita da recuperare e caso vuole che sia contro la stessa squadra, il Brighton & Hove Albion.

La pausa per le nazionali ha dato modo all’una e all’altra di poter recuperare energie fisiche e mentali oltre a qualche indisponibile dell’ultimo momento.

Precedenti e cenni storici

Nella gara d’andata, giocata lo scorso 15 settembre a Stamford Bridge, i londinesi si imposero per 4-1; al vantaggio ospite rispose Hazard con una tripletta prima della ciliegina firmata Willian.

Le due squadre possono vantare solamente tre precedenti giocati in Premier League: escluso quello appena citato gli altri due risalgono alla stagione 2013-2014 e videro due successi del Chelsea.

Tutti gli altri incontri tra Cardiff City-Chelsea (disputati tra FA Cup, League Cup e League Division Two) vedono 19 vittorie dei blues contro le 15 del Cardiff a fronte di 10 pareggi.

Fondato nel 1899 col nome di Riverside AFC, nel 1912 vinse per la prima volta la Coppa del Galles. Nel 1920 venne ammesso alla Football League, in Second Division, dal momento che il campionato gallese è nato solo nel 1992 (in precedenza tutte le squadre gallesi partecipavano a quello inglese).

Non avendo mai disputato il campionato di calcio gallese, il Cardiff non ha mai rappresentato il paese in Coppa dei Campioni (ora Champions League).

Nella sua storia può vantare la vittoria di due trofei vinti nel 1927, la sua annata migliore: la coppa d’Inghilterra e il Charity Shield.

Previsioni e situazione

Entrambe le compagini hanno assoluta necessità dei tre punti, chi per un motivo chi per un altro, quindi non possono certo giocare in modo conservativo; un punto sarebbe inutile a prescindere.

Il Cardiff City, attualmente al terz’ultimo posto, ha due punti di svantaggio rispetto alle due squadre che al momento lo precedono (Burnley e Southampton); il quart’ultimo posto che significherebbe salvezza non è irraggiungibile.

Il Chelsea, nonostante la sconfitta esterna con l’Everton, occupa la sesta piazza ma il terzo e quarto posto dista appena tre e quattro punti.

Tutto è ancora possibile per queste due formazioni intente a raggiungere rispettivamente i propri obiettivi a patto che non incappino nell’ennesimo scivolone.

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.