Manchester United-Chelsea, si giocano tutto in 90 minuti

0

Manchester United-Chelsea è diventato un crocevia fondamentale per entrambe; chi perderà l’incontro non avrà più possibilità di qualificarsi alla prossima edizione della Champions League.

I padroni di casa vengono dalla pesante sconfitta sul campo dell’Everton per 4-0 che ha ridimensionato le ambizioni della squadra; i londinesi invece sono incappati in un pareggio casalingo col Burnley perdendo due punti.

La squadra di Solskjaer, subita l’eliminazione dalla coppa per mano del Barcellona, non si è ancora ripresa e l’aspetta pure il derby con il City prima della gara col Chelsea; i blues non stanno meglio visto che hanno una gara in più dei rivali e appena tre punti di vantaggio.

Attualità e ultimi precedenti

Come dicevo, nel momento in cui scrivo, la squadra di Sarri che occupa la quarta piazza è l’unica delle quattro che lottano per due posti ad avere una gara in più rispetto a Spurs, Gunners e United.

Il Tottenham ha i suoi stessi punti, l’Arsenal ne ha uno di meno mentre il Manchester Utd si trova a tre lunghezze di svantaggio; certamente una vittoria all’ Old Trafford spianerebbe la strada ai blues e taglierebbe definitivamente fuori i diavoli rossi.

Tutte e tre comunque giocheranno le loro gare in questa settimana quindi si delineerà meglio la situazione prima del fischio d’inizio domenica alle 17.30.

L’ultima vittoria casalinga del Man Utd contro il Chelsea risale al febbraio del 2018 quando si impose per 2-1. Da quel match ci son stati altri tre scontri: due in FA Cup con una vittoria a testa e la gara d’andata a Stamford Bridge finita in parità (2-2).

Nelle 53 gare giocate finora in Premier League tra loro vi sono 18 vittorie dei blu contro le 15 dei rossi. I pareggi sono 20 e le reti segnate premiano Hazard e compagni con 70 contro le 65 dei rivali.

Conclusioni

Manchester United-Chelsea daranno certamente vita ad una gara aperta anche perché siamo alle battute finali del campionato ed entrambe devono vincere a tutti i costi; il pareggio condannerebbe tutte e due.

Gli uomini che possono trovare la giocata decisiva non mancano né da una parte né dall’altra e li conosciamo più o meno tutti; se proprio dovessi scommettere su chi possa segnare il gol decisivo dico che il “Pipita” può ripetersi dopo la rete ai Clarets.

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.