Inter-Juventus: la probabile formazione della 34° giornata di Serie A

TURIN, ITALY - DECEMBER 09: Mario Mandzukic (L) of Juventus is challenged by Danilo D'ambrosio (C) and Marcelo Brozovic of Internazionale during the Serie A match between Juventus and FC Internazionale on December 9, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)
0

Non c’è alcun dubbio: Inter-Juventus sarà il big match di questa 34^ giornata di Serie A, scopriamo insieme le probabili formazioni del match

I nerazzurri devono compiere gli ultimi sforzi per blindare il terzo posto e la qualificazione alla prossima Champions League, mentre i bianconeri, già campioni d’Italia per l’ottavo anno consecutivo, arrivano a San Siro senza pressioni. Ecco tutto quello che dovete sapere sul Derby d’Italia.

Statistiche Opta

La Juventus è la squadra che ha battuto più volte l’Inter in Serie A (82V, 43N, 46P), almeno 31 più di ogni altra avversaria.

L’Inter ha segnato due gol in entrambe le ultime due partite interne di Serie A contro la Juventus: non realizza più di una rete in tre gare di campionato consecutive a Milano contro i bianconeri dal 1954.

L’ultima volta in cui l’Inter è stata sopra di un gol per poi essere sconfitta in Serie A è stata proprio contro la Juventus, nella gara di ritorno dello scorso campionato, giocata il 28 aprile 2018, 364 giorni prima di questo match.

L’Inter ha mantenuto la porta inviolata in nove delle ultime 13 partite casalinghe di campionato, parziale in cui ha subito solamente quattro reti.

La Juventus ha perso due delle ultime tre trasferte di campionato, tante sconfitte esterne quante nelle precedenti 42 gare lontano da casa.

In 185 partite di Serie A con la Juventus, Massimiliano Allegri ha schierato 180 formazioni titolari diverse.

Nessuna squadra ha subito meno gol su sviluppo di corner rispetto a Juventus e Inter in questo campionato (tre).

La Juventus è l’unica squadra di questa Serie A ad aver subito meno di 100 conclusioni nello specchio della porta (94).

L’attaccante dell’Inter Mauro Icardi ha segnato sei gol nelle sue prime cinque sfide di Serie A contro i bianconeri, mentre ha realizzato due sole reti nei successivi sette incontri.

Contro l’Inter è arrivata la seconda, e finora ultima, doppietta in Serie A del centrocampista della Juventus Miralem Pjanic (nel novembre 2014, quando giocava alla Roma).

Come arriva l’Inter: Probabile Formazione di Spalletti

Con cinque punti di vantaggio sui cugini rossoneri, l’Inter devono in queste ultime giornate mantenere le distanze e non rischiare movimenti di classifica che avrebbero dell’incredibile visto l’andamento della stagione. Nelle ultime quattro giornate la squadra di Spalletti non ha mai perso, ma a San Siro non vince da ben tre turni: sconfitta con la Lazio, pari contro Atalanta e Roma. Ritrovare i tre punti contro i campioni d’Italia non è semplice, ma bisognerà far valere le maggiori motivazioni rispetto a una società che ha ormai già chiuso nella pratica la propria stagione sportiva.

Spalletti si affida alla linea difensiva titolare per arginare Ronaldo, mentre a centrocampo è tornato ad allenarsi in gruppo Brozovic, che tenta dunque il recupero per questo derby d’Italia. Sulla trequarti c’è Nainggolan, in attacco Lautaro più di Icardi.

Inter (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, de Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Lautaro. All. Spalletti

Come risponderà la Juventus campione d’Italia di Allegri

Da campione d’Italia per l’ottavo anno consecutivo, ma anche da potenziale vincitrice della Champions League eliminata ai quarti di finale da un’underdog come l’Ajax. La migliore squadra del nostro campionato, ma anche a questo punto quella che ha meno da chiedere al proprio finale di stagione. Ci saranno cambi, esperimenti. Ma la Juve resta la Juve.

Qualche dubbio in più per quanto riguarda i bianconeri, con Allegri che potrebbe sperimentare qualcosa dopo aver già conquistato matematicamente il titolo. Kean cerca un posto nel tridente, dove dovrebbe esserci Cuadrado, mentre a centrocampo c’è una sola maglia per Can e Bentancur. Spinazzola e De Sciglio insidiano Alex Sandro e Cancelo, e attenzione ad escludere colpi a sorpresa del tecnico juventino.

Juventus (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Rugani, Alex Sandro; Can, Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Ronaldo, Bernardeschi. All. Allegri

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.