Leonardo contro Mazzoleni: “L’unico a non sentire i cori razzisti”

0

Ancora razzismo. Ancora nel 2019. Siamo di nuovo a parlare di episodi spiacevoli nel calcio italiano, nella fattispecie per ciò che è avvenuto nella partita di Coppa Italia tra Milan e Lazio. In un’intervista alla Gazzetta dello Sport arrivano le parole di Leonardo contro Mazzoleni 

Le parole di Leonardo

Dopo l’eliminazione dei rossoneri da parte dei biancocelesti, Leonardo è intervenuto duramente su ciò che è accaduto durante la partita. I “buu” razzisti diretti a  Franck Kessie e Tiémoué Bakayoko sono stati piuttosto evidenti nel corso del match, tanto che lo speaker di San Siro ha invitato i “tifosi” laziali a fermarsi.

Dopo l’episodio in campionato che ha visto proprio Kessie e Bakayoko sfoggiare la maglia di Acerbi in modo provocatorio verso i fan biancocelesti, le probabilità di qualche disordine erano alte.

Dure le parole del DS del Milan Leonardo che condanna sia l’episodio sia la condotta dell’arbitro Mazzoleni, già coinvolto nel caso Koulibaly. Ecco la dichiarazione rilasciata alla Gazzetta dello Sport:

C’erano mille motivi per interrompere quella partita. E’ stato assurdo. Con le nuove norme bastava il primo coro per chiamare i giocatori al centro del campo e in caso di secondo coro sospendere la gara. E invece nulla, eppure i cori e gli ululati li hanno sentiti tutti. Se sono stati trasmessi due annunci con gli altoparlanti significa che erano ben udibili a tutti. Eppure sembra che Mazzoleni sia stato l’unico a non sentire e ha tirato dritto. A noi avevano garantito che sarebbero intervenuti in caso di cori razzisti. Non era una situazione a sorpresa. Mazzoleni aveva già vissuto la stessa scena con Koulibaly in Inter-Napoli, eravamo tranquilli. Doveva decidere lui, ma penso che in questi casi gli arbitri non debbano essere lasciati soli, ma aiutati

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.