Barcellona-Liverpool: semifinale di lusso

0

Al Camp Nou stasera alle ore 21:00 inizierà la semifinale di Champions fra Barcellona e Liverpool, due squadre che hanno fatto la storia della manifestazione calcistica europea più importante. Basta dare un’occhiata ai rispettivi palmarès: sia i catalani, sia gli scousers hanno conquistato la coppa dalle grandi orecchie in cinque occasioni. Poche sfide europee regalano storia, gloria e fascino come Barcellona-Liverpool, non a caso le due squadre vengono additate da molti come le più probabili vincitrici di questa edizione della Champions.

Semifinale speculare
Barcellona e Liverpool sono compagini note per l’attuale attitudine a proporre un calcio offensivo, armonioso ed altamente spettacolare. Proprio come Tottenham-Ajax, anche in questa semifinale si affronteranno due formazione con un’idea di football molto simile.
I
tridenti offensivi stasera in campo sono noti per essere mortiferi e difficilmente le difese avversarie riescono ad anteporre contromisure adeguate. Riuscirà la retroguardia red ad arginare Messi&soci? E quella blaugrana come potrà neutralizzare Salah, Firmino e Mané? È abbastanza ragionevole pensare che gran parte dell’esito della sfida passerà per questi “mismatch“. L’abilità britannica nello sfruttare la rapidità dei propri attaccanti esterni per colpire in ripartenza è abbastanza nota, così come il fatto che la difesa del Barça giochi spesso alta. Allo stesso modo l’attacco iberico potrebbe colpire grazie ad una velocità di esecuzione frutto di un tasso tecnico che non trova riscontro nella difesa inglese.
A cosa rinunceranno Barcellona e Liverpool nelle rispettive economie di gioco per non esporre il fianco agli avversari? E quanto costerà loro questo?

 

I numeri di Barcellona e Liverpool 

  Vittorie Pareggi Sconfitte Gol fatti Gol subiti
Barcellona 7 3 0 23 6
Liverpool 6 1 3 19 9

 

Il miglior marcatore azulgrana stagionale in Champions è Lionel Messi con 10 centri, lo seguono a distanza Coutinho e Dembélé con 3 reti realizzate.
In casa Liverpool sono tre i realizzatori principi di coppa: Salah, Firmino e Mané, tutti con 4 goal.

Il Barcellona, laureatosi campione di Spagna pochi giorni fa ed in finale di Coppa del Rey (finale contro il Valencia il 25 maggio a Siviglia), segue il sogno dell’ennesimo triplete. L’ultima sconfitta patita dai catalani è accaduta il 23 gennaio nella coppa nazionale e nelle ultime dieci partite i blaugrana hanno collezionato sette vittorie e tre pari.

Il Liverpool è in piena lotta per la conquista della Premier e l’ultimo insuccesso è datato 7 gennaio, quando venne eliminato dalla FA Cup dai Wolves. Negli ultimi dieci incontri gli uomini di Klopp hanno collezionato altrettante vittorie, dimostrando uno stato di forma invidiabile.

 

I precedenti
Il primo scontro fra Barcellona e Liverpool è datato marzo 1976, semifinali di Coppa Uefa. Era il Barça di Cruijff e Neeskens, ma non più di Rinus Michels (che sarebbe comunque tornato nell’estate seguente), sostituito dal tedesco Hennes Weisweiler, il demiurgo del Borussia Mönchengladbach. Il rapporto fra il tecnico tedesco ed il fuoriclasse olandese non fu però dei più idilliaci ed infatti il teutonico fu sollevato dal proprio incarico fra le due sfide (Weisweiler proseguì la propria carriera al Colonia dove nel 1980 venne giubilato per far spazio, ironia della sorte, a Michels). L’epopea continentale del Barcellona era ancora lontana, mentre quella del Liverpool (già vincitore della Coppa Uefa 1973 proprio ai danni del M’Gladbach di Weisweiler) era prossima: in quell’anno i reds vinsero la Uefa e nei due anni successivi la Coppa dei Campioni. All’andata al Camp Nou gli scouser si imposero di misura grazie ad una rete del gallese Toshack (una sommaria sintesi della partita inizia a 0.49). Al ritorno ad Anfield i catalani, allenati da Laureano Ruiz, pareggiarono di misura (Thompson e Rexach, i marcatori) venendo quindi eliminati.

Per vedere nuovamente catalani contro scouser occorre aspettare gli anni zero, in cui, vista la frequenza con cui venne riproposto dai calendari europei, divenne un piccolo leitmotiv.

Nell’edizione della Coppa Uefa 2000-2001 Barcellona e Liverpool si sfidarono in semifinale e grazie ad una rete di McAllister su rigore ad Anfield i britannici superarono il turno, accedendo alla finale, poi vinta, contro l’Alavés. Nelle due sfide Pepe Reina difendeva la porta degli iberici.

Nell’annata seguente le squadre si ritrovarono difronte nella seconda fase a gironi della Champions. Ad Anfield il Barça trionfò 1-3, mentre al Camp Nou finì con un pareggio a reti inviolate.

Nell’edizione di Champions 2006-07 il Barcellona – detentore del trofeo – trovò il Liverpool – finalista perdente di quell’edizione – ai quarti. Ancora una volta la spuntarono i britannici per la regola del goal fuori casa. In queste due sfide Reina difendeva la porta degli inglesi.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.