Chelsea-Arsenal, una finale di Europa League tra sport e politica

0

E’ spiacevole partire col dire che Chelsea-Arsenal, finale di EL in programma a Baku la sera del 29 maggio, sia condizionata dalla questione politica fra Armenia e Azerbaigian.

Come molti di voi saranno venuti a conoscenza, per questioni irrisolte tra i due paesi da ormai qualche decennio, l’armeno Mkhytarian non prenderà parte al match.

La contesa tra i due paesi è spinosa e riguarda l’indipendenza di un territorio (una piccola regione azera ma per lo più abitata da armeni) non riconosciuto dall’ONU; la mancanza di diplomazia tra i due stati ha ragionevolmente fatto pendere la scelta dei Gunners (e del giocatore stesso) di non convocarlo per evitare tensioni allo stadio.

Non mi dilungo in questioni che non hanno nulla a che vedere con una partita di pallone (che siano di carattere religioso o politico non fa differenza) quindi preferisco parlare della prima storica finale in EL tra le due squadre.

Come arrivano i due team al match?

Parto col dire che il Chelsea ha vinto questo trofeo una volta, nella stagione 2012/13, battendo in finale i portoghesi del Benfica mentre l’Arsenal non ha mai alzato questa coppa in vita sua.

I blues, dopo il mini-tour negli States che li ha visti vincere l’amichevole con i New England Revolution, arriveranno col morale alto al match vista anche la qualificazione alla CL raggiunta col terzo posto in campionato.

La squadra di Emery, reduce dall’inutile vittoria nell’ultima di campionato sul campo del Burnley, ha perso il quarto posto per un solo punto e vorrà far di tutto per portare a casa un trofeo che salverebbe la stagione.

In una finale poi è risaputo che qualsiasi valore, tecnico e morale, si azzerera ed entrambe le squadre metteranno sul campo quel qualcosa in più per portare a casa la vittoria; inoltre questo è pure un derby, quindi ci sarà da aspettarsi una lotta “all’ultimo sangue”.

Precedenti e possibili match-winner

Gli scontri avvenuti tra le due squadre son ben 197 e in quest’ultima stagione in PL hanno ottenuto una vittoria ciascuna, entrambe casalinghe.

Fuori dai confini nazionali i due team vantano solo un doppio confronto in CL risalente alla primavera del 2004; passò il turno l’attuale squadra di Sarri che, dopo il pareggio a Stamford Bridge, espugnò Highbury nel ritorno.

Entrambe le formazioni vantano giocatori di caratura internazionale che potrebbero decidere il match con una giocata, ma se proprio scommettessi su due nomi (uno per parte) allora direi Hazard e Aubameyang.

Il primo perché cercherà di lasciare Londra alzando l’ennesimo trofeo ottenuto con i blues, mentre il secondo proverà a lasciare la firma nella gara come spesso gli è successo quest’anno.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.