Vertice con Gazidis Poi la decisione: Gattuso lascia Leonardo si dimette

0

Il sogno del Milan è diventato illusione, quando i risultati degli altri campi confortavano, ma alla fine si è infranto. Uefa permettendo, per il Milan sarà nuovamente Europa League, ovvero (molto) meno denaro.

Come racconta la Gazzetta dello Sport in edicola oggi la proprietà aveva individuato nella Champions la strada migliore per dare fiato a un bilancio in profondo rosso, e ora che l’obiettivo è fallito arrivano le prime conseguenze.

Leonardo oggi ufficializzerà le dimissioni, la sorpresa è il divorzio da Gattuso. Su Maldini gravano punti di domanda. Per il Milan sarà l’ennesima estate di ricostruzione e non c’è tempo da perdere C hiuso il campionato, si apre la ristrutturazione rossonera.

Anzi: rivoluzione. Oggi il nuovo corso, l’ennesimo, prenderà il via con un primo passo ufficiale.

In realtà è un passo indietro: Leonardo annuncerà le proprie dimissioni, il mandato è già stato rimesso nelle mani del club. Ma c’è molto di più: oltre al d.t. si dovrebbe interrompere anche il rapporto con Gattuso. E’ questo il risultato dei lunghi colloqui andati ieri inscena a Casa Milan con l’a.d. Gazidis.

E se per il brasiliano la cosa era nell’aria ormai da giorni, sul futuro di Gattuso fino alla partita di Ferrara erano ancora ipotizzabili tutti gli scenari.

Poi, la giornata di ieri ha indirizzato la situazione verso la fumata nera, che oggi verrà ufficializzata. Fra i principali motivi che porterebbero al divorzio c’è una differenza di vedute di base: la proprietà ha già fatto chiarezza sulla filosofia che mette al centro del villaggio la strada dei giovani a basso costo, mentre Rino vorrebbe uomini di esperienza.

Gattuso lascia ufficialmente il Milan

L’ha detto chiaramente sia alla vigilia della sfida con la Spal, sia dopo la partita. Come appare evidente, sono visioni diametralmente opposte che difficilmente riuscirebbero, anche solo parzialmente, a conciliarsi. L’altro motivo è riconducibile direttamente a Gattuso, che nelle ultime settimane è apparso sfibrato dalla stagione.

Ha lanciato, è vero, diversi proclami sulla volontà di proseguire l’avventura in rossonero ma dopo la vittoria sulla Spal che ha chiuso l’annata ha spiegato di sentire «troppe responsabilità» e di non voler «lasciarci le penne».

Tradotto: il tecnico probabilmente non vede una linea ben definita e sufficienti garanzie sul progetto. Nelle ultime settimane lo scenario era mutato parecchie volte.

Un po’ perché l’ottimo mese di maggio condotto da Rino ha fatto una buonissima impressione al management, passato dall’idea concreta di salutare Gattuso a prescindere, all’ipotesi di proseguire con lui. Un po’ perché è stato lo stesso allenatore ad aver cambiato approccio alla materia svariate volte. Ora la decisione è presa: addio scritto. La formula si troverà, probabile la risoluzione del contratto, che scadenel 2021 e al Milan costa 4 milioni lordi a stagione.

Leonardo lascia il Milan, anno sabbatico o Psg?

Per quanto riguarda Leonardo, invece, le prime crepe si erano aperte a gennaio scorso, quando era stato necessario investire altri 70 milioni di euro per rendere più solida la squadra in prospettiva Champions. Ma anche Paquetà e Piatek non hanno coperto tutte le imperfezioni.

E’ principalmente questo il motivo che ha fatto vacillare la posizione di Leo, fino a farla cadere. Sono state le due campagne acquisti, e il rapporto qualità prezzo, a finire sotto il giudizio della proprietà: il voto è stato insufficiente.

Da qui la necessità di ricostruire, ancora una volta, su basi differenti. Leonardo ricambierebbe la sfiducia: il progetto fondato sui giovani non era lo stesso che aveva in mente quando ha deciso di accettare l’incarico. Senza tralasciare i rapporti interni: Gazidis col passare delle settimane si è sempre più «impossessato» del Milan, intervenendo anche nell’area sportiva. Il risultato è che Leo si è visto di fatto ridotto il campo d’azione.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.