Calciomercato: Inter e Milan, sfida per Barella

Nicolò Barella del Cagliari un centrocampista totale con il vizio del giallo
0

L’ Inter è all’ultima curva per Nicolò Barella, ma sul più bello si trova di fronte l’ostacolo Milan.

Proprio negli ultimi giorni i vertici rossoneri hanno fatto un sondaggio per il centrocampista sardo ed è il chiaro segnale che Boban e Maldini puntano al meglio per la nuova rosa, soprattutto a centrocampo.

Ovviamente anche il giocatore è sintonizzato sulla frequenza nerazzurra (con un ingaggio da 2,5 a stagione per 5 anni), con Alessandro Beltrami (il suo agente) sempre al centro delle attenzioni.

Era andata così l’estate scorsa anche con Radja Nainggolan, il collega di scuderia e mentore di Nicolò sin da quando era nelle giovanili. Il pressing di Leo Ora è chiaro che il goleador azzurro ad Atene ha assaporato l’idea di debuttare in Champions League con un club che punta al massimo, ma le alternative all’orizzonte non mancano e il Cagliari intende vagliarle tutte prima di lanciare lo sprint con l’Inter, appunto.

Nei mesi scorsi avevano bussato alla sua porta sia il Napoli che la stessa Roma (quando era in zona Champions), ma sulla stessa barca c’era anche il Milan. Anzi, il pressing milanista era stato condotto in prima persona da Leonardo, vicino di casa del presidente del Cagliari.

A gennaio addirittura il manager brasiliano s’era detto pronto a pareggiare l’offerta interista in caso di qualificazione alla massima competizione europea. Una disponibilità evidentemente venuta via strada facendo. Partita da giocare Ma adesso la questione torna d’attualità.

La strategia per arrivare a Barella

L’Inter non supera la soglia dei 30 e inserisce cambi che pesano per almeno 20 milioni. Insomma, la partita è ancora tutta da giocare, nonostante tutti gli exit poll indichino i nerazzurri vincitori di questa particolare competizione. Prima bisogna trovare l’alchimia giusta tra i conti economici e quelli tecnici.

Ad esempio Eder piace tantissimo al club sardo, ma quell’ingaggio biennale da 5 milioni lordi pesa tanto: come giustificare uno scambio che (peraltro) porta soldi al club cinese di Suning, ma non concede benefici diretti a quelli nerazzurri.

E poi il centrale Bastoni e il mancino Dimarco fanno proprio al caso di Maran? E con che formula? Vertice imminente Anche per questo motivo negli ultimi giorni sono usciti alla ribalta anche i nomi di Esposito, Merola e Pompetti: tre dei migliori gioielli del vivaio interista. Per l’Inter Barella è un top player

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.