L’Inter dei giganti: Dzeko e Lukaku, Conte vuole centimetri per i gol

0

Edin e il belga formerebbero una coppia unica ma compatibile: per arrivare a Romelu prima serve la partenza di Icardi.

Rivoluzione in tacco: su, ancora più su, con due bestioni come Romelu Lukaku ed Edin Dzeko, due che andarli a spostare negli ultimi 30 metri diventa un problema grande così. L’ha pensata bella, Antonio Conte.

Vuole una squadra che sappia quando affrontare la battaglia con il piedino morbido, e allora Dzeko, e pure con il muscolo in evidenza, e allora Lukaku: in tutto 383 centimetri da marcare, 383 centimetri per segnare. Per trasferirsi, intanto, Dzeko ce l’ha messa tutta scegliendo l’Inter un giorno di marzo.

Marotta e Ausilio devono lavorare per la vendita di Icardi

Ora sta a Marotta e ad Ausilio cercare l’incastro in termini di valutazione e contropartite con la Roma. Lukaku è un affare da 80 milioni: tanto chiede lo United, che ha già rifiutato l’ipotesi di uno scambio con Perisic. Mentre l’arrivo di Dzeko è completamente slegato dall’affare Icardi, quello di Lukaku è invece agganciato all’ex capitano.

Se Marotta e Ausilio riusciranno nel piano, l’Inter si ritroverà con una coppia di torri che non ha eguali nel panorama europeo. Andando a cercare bene, si trova qualcuno che supera quota 383 centimetri con due giocatori, ma non stiamo parlando di squadre big, e nemmeno di giocatori top.

Due giganti fianco a fianco sarebbero un unicum. Lukaku ha forza e tendenza ad attaccare la profondità, Dzeko ha piedi e cervello da playmaker avanzato, entrambi hanno esperienza sufficiente e disposizione a «pensare collettivo» per lasciare spazi e tiri al compagno.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.