Chi è Eljif Elmas?

Scopriamo chi è la nuova sensazione del calcio macedone

0

Oggi sveliamo chi è Eljif Elmas, questo ragazzo che in Turchia ha stregato tutti con giocate e sacrificio. La Macedonia può a buon diritto vantarsi della bontà del suo più fulgido talento, il quale senza dubbio incanterà l’Europa se saprà crescere e far tesoro delle prossime esperienze.

Eljif Elmas un talento precoce

Il nativo di Skopje cresce calcisticamente nel Rabotnicki, club con il quale esordisce nella stagione 2015-16 quando è appena 16enne. In questa stagione mette insieme 11 presenze condite da 1 gol e 1 assist. Nella stagione successiva si guadagna i gradi di titolare esprimendosi su livelli ancora migliori. Ed è il momento in cui alcuni club europei si accorgono di lui, come il Fenerbahce che investe ben 180.000 euro, cifra non indifferente per un minorenne. Dopo una prima parte di stagione passata in attesa di essere tesserato, nella seconda trova comunque poco spazio a causa del non facile adattamento. Ciò nonostante si mette in mostra nella coppa di Turchia con un assist.

Lazio-Elmas

Un nuovo Pjanic?

Elmas nella stagione appena conclusa ha stupito, parzialmente, tutti tranne chi già intravedeva in questo diamante grezzo un potenziale fenomeno. I 4 gol segnati non ci restituiscono una visione sufficiente delle sue caratteristiche. E’ un centrocampista di costruzione senza dubbio, mezz’ala in un centrocampo a 3 ma anche davanti alla difesa, oppure in una mediana a 2. Ha inoltre giocato da trequartista, sfruttando la capacità di saltare l’uomo e il suo chirurgico filtrante per mandare in porta i compagni. Ma il tecnico Cocu lo ha sfruttato anche sulla fascia, sia destra che sinistra ma essendo destrorso, l’opportunità di giocare a piede invertito era davvero golosa e tanto lo ha convinto a schierarlo nel finale di gara contro il Konyaspor. Gara nella quale è stato ripagato dal gol vittoria.

Quello che verrà

Da settimane imperversano notizie relative all’interesse più che concreto dell’Inter nei suoi confronti. Forse andare a Milano potrebbe risultare come un passo troppo lungo per la sua carriera, che inevitabilmente si orienterà verso il vecchi continente. Ad oggi il campionato spagnolo sembra il contesto migliore per permettergli di crescere ed apprendere i fondamenti del gioco di posizione. Questo è l’umile parere di chi scrive. Non è scontata neanche una sua permanenza in Turchia, parliamo comunque di un ragazzo del 99′ che in 3 stagioni si è ritrovato a giocare dal campionato macedone all’Europa League.

In nazionale

Con la maglia del suo paese ha giocato in tutte le selezioni giovanili, dall’U16 all’U21, per poi esordire nel giugno del 2017 con quella maggiore in occasione della sconfitta per 2-1 contro la Spagna. Con le selezioni giovanili  ha sempre giocato da centrocampista, a 2 o a 3 ma dall’U19 in poi viene schierato sempre di più sulla trequarti, spesso centrale da 10. Ma anche esterno, nel 4-2-3-1 o nel 4-3-3. Senza contare che nelle qualificazioni agli europei di categoria il suo ruolo era molto più simile alla seconda punta, tanto da alternarsi con il compagno di reparto nella funzione del 9. Senza dubbio Elmas da il suo massimo quando può puntare la porta, ricevendo fronte ad essa e non di spalle, pur essendo in grado di difenderla. Ed è su queste caratteristiche che sembra essere orientata la sua gestione anche in nazionale maggiore. Infatti il suo fatturato recita ad oggi: 2 gol e 1 assist in 12 presenze. Siamo di fronte ad un intenditore di questo gioco, segnatevi questo nome.

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.