La settimana della Juventus, dai sicuri Rabiot e Buffon ai casi de Ligt e Icardi

Un intenso susseguirsi di nomi ha animato questi giorni bianconeri

0

Nella settimana immediatamente successiva allo scambio Pellegrini-Spinazzola, la Juventus si è mossa moltissimo. I dirigenti bianconeri hanno ufficializzato Rabiot e il ritorno di Buffon. Paratici pare abbia incontrato Wanda Nara a Ibiza, per discutere le strategie juventine nel caso Icardi. Il neo direttore sportivo della Roma Petrachi ha steso un tappeto rosso a Higuain, per accoglierlo nella capitale. Cancelo è ancora in bilico tra City, Bayern e Barcellona, proseguono i contatti con Branchini, intermediario nell’operazione. Per de Ligt, e il suo acquisto dall’Ajax, si lavora sull’incontro tra una domanda di 75 milioni e un’offerta di 65 circa. Le parti non sono distanti e la Juve è in fuga sulle concorrenti, nella corsa all’olandese.

Rabiot e Buffon ufficiali, oltre a Ramsey e Demiral

Andando in ordine di ufficialità, la Juve ha fatto sostenere le visite mediche ai suoi nuovi tesserati. Ramsey si è insidiato in silenzio nel mondo bianconero. Ha rilevato la 8 di Marchisio, che ha rescisso con lo Zenit, e non vede l’ora di parlare sul campo, questa è l’impressione seria che ha dato. Demiral è stato ufficializzato venerdi sera. La Juve lo ha acquistato per 18 milioni, pagabili in 4 esercizi al Sassuolo. Buffon è tornato bianconero, contratto annuale, senza fantasiosi riferimenti a partite disputate, e ruolo di secondo accettato. Splendide le parole della leggenda bianconera giovedì, a margine dell’apertura di un negozio juventino a Milano. Szczesny e Chiellini gli avevano offerto la numero 1 e la fascia di capitano, ma lui ha scelto la 77 e non ha voluto cambiare nessuna gerarchia. Come fu per Sarri, anche Gigi ha spazzato via ogni perplessità dei maligni. Rabiot è stato il primo a esser presentato. Si attendeva solo la fine del suo contratto col Psg, non ci sono state sorprese. La tanto temuta mamma procuratrice non ha creato problemi e ha intascato una commissione altissima.

De Ligt vicinissimo, Icardi Higuain Cancelo casi misteriosi

Dopo le parole del Presidente del Barcellona Bartomeu, sembra chiaro che i catalani si siano defilati nella corsa a de Ligt. Nella mente dei più fatalisti, restano solo Psg e United, con molta fantasia, a poter impensierire i bianconeri per l’olandese. Le parti sono vicine, la volontà del ragazzo di giocare con Cristiano Ronaldo e vestire il bianconero è chiara. Raiola ha anche ottenuto le commissioni per Pellegrini come “antipasto”. Sembra insomma tutto pronto per la chiusura dell’affare. L’Ajax lunedì inizierà a lavorare. De Ligt è convocato e farebbe bene a rispondere presente. Mettersi di traverso, come spesso suggerisce ai suoi assistiti Raiola, non sarebbe il massimo della professionalità. Molto più intricato e intrigante è il destino dei casi Icardi, Higuain e Cancelo. Iniziando dal terzino portoghese, ci limitiamo a dire che aprirebbe una voragine nel ruolo, in casa Juve. Guardando in giro, non so Paratici quale coniglio tirerebbe fuori dal cilindro per sostituirlo. In più, con un Cuadrado in scadenza tra un anno. Higuain  può diventare un problema o una grande risorsa. La Roma abbraccerebbe l’argentino con entusiasmo e certezze, ma lui tentenna. Come per Mandzukic, si ha la sensazione che sarà il primo mese di lavoro con Sarri a delineare ogni destino. Il tutto con Icardi sullo sfondo.  Gli incontri a Ibiza tra Paratici e Wanda Nara testimoniano l’intesa che sicuramente c’è da tempo. Intesa che, stranamente, Icardi non trova da mesi con nessun’altro. a quanto pare. Un caso clamoroso di separato in casa che solo la regia della Juve sembrerebbe, finalmente adesso, poter spiegare.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.