Partita oggi l’era Sarri, il punto sul mercato delle uscite in casa Juventus

Iniziata la stagione dei bianconeri, non tutti ne continueranno a far parte

0

Il primo giorno di lavoro per la Juventus del nuovo corso targato Maurizio Sarri capita in un periodo convulso per il mercato bianconero. Come ampiamente spiegato dal neo tecnico toscano, alcuni importanti giocatori andranno valutati sul campo. Giustamente, c’è molta fretta di conoscersi a vicenda. Giocatori sul piede di partenza potrebbero diventare indispensabili. Con altri invece, immaginati come punti fermi, o da rilanciare, potrebbe non scattare la scintilla. Ed è un vero peccato che non si possa iniziare da subito con tutti a disposizione.

Portieri e difensori, necessarie novità a breve dal mercato

Iniziando dal reparto portieri, c’è da risolvere la situazione Perin, attualmente infortunato alla spalla. La Juve punta a venderlo o prestarlo all’estero. In particolare, sembra che i bianconeri vogliano riservarsi un diritto di recompra o la possibilità di riaverlo tra un anno. Avendo Buffon firmato un contratto annuale, è abbastanza logica come manovra. Angolare per il proseguo del mercato juventino è l’eventuale cessione di Cancelo. Uno dei pochi in rosa che garantirebbe l’entrata altissima di cui la dirigenza ha bisogno per i successivi investimenti. Il City sembra essersi tirato indietro, il Bayern invece è ancora interessatissimo. Sarri deve decidere velocemente. Se riterrà Cancelo adatto al suo gioco, la dirigenza avrà meno cash purtroppo, ma non dovrà nemmeno cercarne un sostituto.

In mediana, situazioni marginali e sfiziose per Sarri

Sembrava il reparto più preoccupante, invece Rabiot e Ramsey hanno sistemato il ventaglio di soluzioni a centrocampo. Matuidi, in scadenza tra un anno, e Khedira sono gli unici due uomini che Sarri dovrà valutare, ma senza fretta, al contrario di Cancelo. Infatti, per motivi anagrafici il tedesco, e dinamiche contrattuali il francese, non smuoverebbero grandi cifre in entrata. Khedira dovrebbe andare in America, troppi infortuni per il tedesco quest’anno, inevitabile pensare a tali destinazioni. Matuidi gode di grande stima a Parigi, per bocca di Leonardo stesso. Fisicamente sta benissimo, Sarri si riserverà con piacere lo sfizio di valutare sul campo l’utilità di un campione del mondo. Il reparto è affollato insomma, ma gli esuberi sono due lussi assoluti.

L’attacco è il nodo da sciogliere per dirigenza e allenatore

Assolutamente intrigante è la situazione del reparto avanzato. L’allenatore toscano indirizzerà le scelte societarie, ma avrà grandi e piacevoli difficoltà. Attualmente, Higuain è il caso più discusso. La Juve gli garantisce altri 2 anni di contratto, a 9 milioni a stagione. La Roma offre all’argentino un legame di 3 anni a 6 milioni stagionali. Quindi si tratterebbe degli stessi 18 milioni, ma spalmati su 3 anni, anziché sugli attuali 2. Mandzukic è richiestissimo da Borussia Dortmund e Bayern Monaco. Forte di un contratto rinnovato da poco e della grande stima di Agnelli, il leader croato si giocherà tutte le sue carte in campo. Non lascerà niente di intentato per convincere Sarri. Per Kean, in scadenza tra un anno, l’Everton offre circa 30 milioni. In piu, la Juve vendendolo farebbe una plusvalenza altissimacome fu per Coman. Al contrario di Mandzukic, il ragazzo si aggregherà al gruppo solo tra un paio di settimane. In questo, ancor peggiore è la situazione di Dybala. Appena finita la Coppa America, l’argentino arriverà tra quasi un mese. Per Sarri  sarebbe stato importantissimo averlo molto prima, se non subito. Lui e Douglas Costa, che invece già corre col gruppo per fortuna, sono i due giocatori che più di tutti dovranno meritarsi conferme, fiducia e posto in squadra. Dal loro impiego o meno, dipendono tantissimi discorsi tattici e gran parte del mercato bianconero. Sono giocatori costosi e ingaggi alti, grandi occasioni per fare cassa per la società e grandi responsabilità per l‘allenatore.

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.