La Liga: Temas De Debate – 14ª Giornata –

Analisi, spunti, riflessioni, dati e curiosità sull’ultima giornata del campionato di calcio spagnolo.

0

La Liga: Levante-Maiorca
Grazie ad una rete di Rubén Rochina al 73′ il Levante venerdì ha trovato la terza vittoria negli ultimi quattro incontri.  Tutte le reti nel secondo tempo. Vantaggio granota al 52′ con Roger Martí (quarta trasformazione stagionale), pareggio maiorchino firmato da Dani Rodríguez (al terzo centro in stagione) al 65′, quindi il gol del valenciano che ha deciso il match. Entrambe le marcature del Levante sono state propiziate da assist di Jorge Miramón. I padroni di casa hanno chiuso in dieci per l’espulsione (86′ per doppia ammonizione) di José Campaña. Terza sconfitta nelle ultime cinque giornate per il Maiorca.

 

La Liga: Leganés-Barcellona
Vittoria in rimonta per il Barça al Municipal de Butarque contro i pepineros ritornati, loro malgrado, alla sconfitta dopo il pari di misura contro la Sociedad. I madrileni hanno sbloccato al 12′ con En-Nesyri mentre i catalani sono riusciti a piegare i padroni di casa solo nella ripresa grazie alle trasformazioni di Suárez (nono centro stagionale, settimo in Liga) al 53′ e di Vidal (quarta marcatura in campionato). Di maggior interesse rispetto al risultato finale, ampiamente prevedibile seppur con modalità differenti, l’undici blaugrana schierato ieri da Valverde: un inedito 4-2-3-1. Il tecnico estremegno, visti gli infortuni di Semedo e Jordi Alba, ha ridisegnato il pacchetto difensivo inserendo sulle corsie esterne Wagué (prima presenza in questa stagione) e Júnior Firpo. Davanti la difesa Sergio Busquets e de Jong, sulla trequarti Dembélé, Messi e Griezmann, in avanti Suárez. Poco prima dell’ora di gioco grazie agli innesti di Rakitić e Vidal (rispettivamente per Busquets e Griezmann) il Barcellona è tornato al classico 4-3-3 e con questo modulo ha conquistato i tre punti, accantonando, almeno momentaneamente, nuove sperimentazioni tattiche, invero non particolarmente fruttuose. Leganés sempre fanalino di coda in classifica e sempre più triste, solitario y final

 

La Liga: Betis-Valencia
Importante successo in ottica salvezza del Betis che al Villamarín ha piegato in rimonta un Valencia imbattuto dallo scorso 27 ottobre (3-1 contro l’Osasuna).  Sono stati i taronges ad andare in vantaggio con Maxi Gómez (sesta trasformazione in campionato) al 32′. Immediata la risposta degli andalusi che hanno pareggiato cinque minuti più tardi con capitan Joaquín (ex di turno: dal 2006 al 2011 ha vestito la camiseta taronja). La rete che ha deciso il match è stata firmata da Sergio Canales in pieno overtime (94′). I verdiblancos sono ritornati quindi al successo che mancava loro dal 30 ottobre (2-1 al Celta), mentre Celades ha incassato la terza sconfitta in Liga da quando siede sulla panca del Valencia.

 

La Liga: Granada-Atlético Madrid
Dopo tre sconfitte consecutive (Getafe, Sociedad e Valencia) il Granada è tornato a fare risultato, rilanciando le sue aspirazioni europee mentre l’Atlético ha colto l’ennesimo pareggio (settimo in quattordici giornate) in questa edizione di Liga. Il pari di misura fra matagigantes e colchoneros è maturato nel secondo tempo, intorno all’ora di gioco. Vantaggio madrileno con Lodi al 60′, mentre Germán Sánchez ha pareggiato al 67′. Match nervoso: sette ammoniti (quattro per i padroni di casa, tre per gli ospiti). L’Atlético rimane in zona Champions, sebbene sia stato sorpassato in graduatoria dall’Athletic Bilbao, mentre il Granada tallona la zona Europa League.

 

La Liga: Real Madrid-Real Sociedad
Seconda vittoria consecutiva e quarto risultato utile in Liga per un Real che al Bernabéu ha visto passare in vantaggio la Real con Willian José dopo appena due minuti. Al 37′ il solito Benzema ha riportato i suoi in partita (decimo centro in Liga, dodicesimo in stagione) e Valverde al 47′ ha firmato il sorpasso dei blancos. Sia il francese, sia l’uruguagio nei rispettivi gol hanno beneficiato degli assist di Modrić che al 74′ si è preso il proscenio siglando il tris per i suoi su assist (quarto in stagione) di Benzema. Al 67′ Gareth Bale è subentrato a Rodrygo ritornando in campo dopo i problemi al polpaccio che lo hanno obbligato ai box dall’inizio di ottobre. La afición merengue, che evidentemente non ha gradito l’esultanza-provocazione di Bale con la maglia della propria nazionale, ha fischiato il britannico ad ulteriore dimostrazione di un rapporto, quello fra il giocatore ed il mondo madridista, sempre più incrinato e ai minimi storici. Seconda sconfitta negli ultimi quattro impegni di campionato per la Real. 

 

La Liga: Espanyol-Getafe
Secondo pareggio consecutivo (sesto in campionato) per il Getafe che al Cornellà-El Prat non è riuscito a superare l’Espanyol, reduce da tre sconfitte consecutive (Athletic Club, Valencia ed Atlético) e capace di raggranellare solo un punto nei sette precedenti turni di Liga. Immediato vantaggio degli azulones con Mata (quinto gol in Liga) al 3′, il pareggio catalano è stato firmato dal cinese Lei Wu al 45′. L’Espanyol continua ad essere penultimo in classifica, mentre il Getafe, insidiato in graduatoria dal Granada, occupa ancora una posizione valida per la prossima Europa League.

 

La Liga: Osasuna-Athletic Club
Grazie alla vittoria nel derby basco contro l’Osasuna l’Athletic Bilbao ha incamerato il quarto risultato utile (tre vittorie ed un pari) consecutivo, rilanciando di fatto le proprie velleità europee dopo un periodo di appannamento: fra la fine di settembre e la fine di ottobre i leones hanno inanellato tre sconfitte e due pareggi. I lehoiak hanno sbloccato con Iñaki Williams (terza marcatura in questa edizione di Liga) al 21′ , il momentaneo pari dei gorritxoak è stato siglato da Ávila al 76′, ma appena tre minuti più tardi il figlio d’arte Kodro, con la sua prima rete stagionale, ha regalato i tre punti ai suoi.  L’ Athletic vola così al quarto posto (vale a dire: preliminari di Champions) mentre l’Osasuna vede interrompersi a quattro la striscia di risultati utili consecutivi.

 

La Liga: Eibar-Alavés
Netta vittoria dei babazorros nell’altro derby basco di giornata. La doppietta di Joselu, capace di regalare la seconda vittoria di fila agli uomini di Garitano, è giunta nel finale dell’incontro: all’85’ e al 91′. Seconda sconfitta consecutiva per gli armagiñak

 

La Liga: Villarreal-Celta Vigo
Dopo cinque sconfitte consecutive i célticos sono ritornati alla vittoria. Merito ovviamente di Iago Aspas autore di una doppietta (79′ e 94′). I galiziani erano passati in vantaggio col danese Pione Sisto al 54′ ma appena cinque minuti più tardi avevano subito il pareggio villarrealense col nigeriano Chukwueze (terzo gol in campionato). Nella ripresa Aspas (quattro gol in classifica Pichichi) è salito in cattedra e per el Submarino Amarillo non c’è stato più nulla da fare. Il mese di novembre ha visto Cazorla&compagni in grande flessione: tre sconfitte ed un pari (l’ultima vittoria risale al 25 ottobre: 4-1 contro l’Alavés). 

 

La Liga: Real Valladolid-Siviglia
Grazie alla vittoria di misura sul Pucela il Siviglia è volato al terzo posto in classifica. L’incontro è stato deciso dal rigore trasformato da Banega al 13′. Nel legno colto da Sandro Ramírez nel primo tempo la miglior occasione dei blanquivioletas. La striscia positiva degli andalusi si allunga a sei (quattro successi e due pari), seconda sconfitta consecutiva (terza negli ultimi quattro impegni) per il Valladolid.

 

 

 

 

 

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.