La Liga: Temas De Debate – 16ª Giornata –

Analisi, spunti, riflessioni, dati e curiosità sull’ultima giornata del campionato di calcio spagnolo.

BARCELONA, SPAIN - DECEMBER 07: Lionel Messi of FC Barcelona celebrates after scoring his team's fifth goal with Luis Suarez of FC Barcelona during the Liga match between FC Barcelona and RCD Mallorca at Camp Nou on December 07, 2019 in Barcelona, Spain. (Photo by Alex Caparros/Getty Images)
0

La Liga: Villarreal-Atlético Madrid
Dopo un filotto di tre sconfitte el Submarino Amarillo è tornato a fare punti, grazie al risultato ad occhiali ottenuto contro l’Atlético. Più Atlético che Villarreal nell’arco dei novanta minuti, ma gli sforzi dei materassai non sono stati sufficienti per vincere la partita. Secondo pareggio negli ultimi sei incontri per i valenciani, per il resto solo sconfitte: il punto ottenuto contro i colchoneros assume quindi le fattezze di un brodino.  Ottavo pari in Liga per i madrileni, evidentemente ancora incapaci di cominciare un nuovo ciclo dopo i numerosi addii della scorsa stagione. Gli infortuni che continuano a mietere vittime rappresentano, tuttavia, una scusante per gli uomini di Simeone: Savić e Giménez – la coppia centrale difensiva – sono lungodegenti, Diego Costa è assente da alcune settimane, mentre João Félix è rientrato da poco dopo un problema alla caviglia.
Mercoledì l’Atlético si giocherà il passaggio del turo in Champions contro una già eliminata Lokomotiv; sulla carta una sfida tutt’altro che ostica ma se non dovesse farcela, e venisse retrocesso in Europa League, sarebbe psicodramma. 

 

La Liga: Real Madrid-Espanyol
Quarta vittoria consecutiva in Liga per il Real Madrid 2.0 di Zidane. I blancos hanno ormai dimenticato le iniziali difficoltà di inizio stagione: sono già qualificati alla fase a gironi della Champions ed in campionato condividono con il Barcellona la vetta della classifica. Anche contro i periquitos Benzema è stato il trascinatore dei suoi. Il transalpino (15 reti in 19 impegni fra campionato e CoppaCampioni) ha sfornato l’assist per il connazionale Varane in occasione del primo goal (37′) ed ha firmato il raddoppio dei suoi (79′).
Contro i catalani Zidane ha tirato fuori dalla naftalina Vinícius Júnior, inutilizzato negli ultimi due match di campionato. Il brasiliano in questa stagione è stato schierato raramente (cinque volte e mai in Champions) come titolare dal tecnico francese, dimostrando di patire fortemente la concorrenze di Hazard e l’esplosione di Rodrygo. Il carioca ha ripagato la fiducia di Zizou con un’ottima prestazione, vivace e propositiva, dimostrandosi una spina nel fianco per la difesa catalana. Buio pesto in casa blanquiazul. Quinto insuccesso (undicesimo in totale) negli ultimi sei incontri per un Espanyol agguantato in classifica dal fanalino di coda Leganés e sempre più destinato ad un ritorno in Segunda dopo venticinque stagioni nella massima serie calcistica spagnola. 

 

La Liga: Granada-Alavés
Dopo cinque turni di Liga senza vittorie el Granà ha riabbracciato i tre punti. A farne le spese un Alavés alla seconda sconfitta consecutiva. Gli andalusi hanno sbloccato il risultato al 48′ con Carlos Fernández (terzo centro in questa stagione), hanno raddoppiato – su rigore – con l’eterno Roberto Soldado (secondo centro in questa Liga) ed hanno servito la tripletta con il venezuelano Herrera al 77′. Assistman in occasione della prima e terza marcatura capitan Víctor Díaz, il migliore in stagione fra i matagigantes nel servire assist vincenti: cinque. I babazorros hanno chiuso in nove a causa delle espulsioni del ghanese Wkaso (67′) e di Laguardia (in pieno recupero). Il sogno proibito, l’Europa League, della neopromossa Granada dista solo due lunghezze in classifica ed è, quindi, ancora possibile. Di contro la classifica dei baschi si sta facendo sempre più complicata: la zona retrocessione è a cinque punti e nelle ultime cinque giornate gli uomini di Garitano hanno perso in tre occasioni, vincendo due volte; la media di 1,2 punti ad incontro non è sufficiente per evitare la retrocessione. 

 

La Liga: Levante-Valencia
Il derby del Turia numero 31 è stato vinto nettamente dai taronges che hanno così ottenuto la diciassettesima vittoria nella stracittadina di Valencia (sette  i pareggi, altrettanti i trionfi del Levante). Al Ciutat de València i granotas dopo venti minuti non immaginavano potesse finire così amaramente per loro. La doppietta di Roger Martí (11′ e 20′; sei trasformazioni in stagione per l’attaccante nato a Torrent) sembrava indirizzare fortemente l’incontro e la tifoseria blaugrana legittimamente sognava un trionfo che nel derby manca loro dal 13 marzo 2016 (Levante 1-0 Valencia). Ma proprio Martí, fin lì eroe della giornata, ha favorito la rimonta degli uomini di Celades con un’autorete. Nella ripresa i ches si sono scatenati e hanno fatto loro il match grazie alla doppietta di Gameiro (57′ e 59′; quattro le marcature del francese in campionato) ed al centro di Ferrán Torres all’88’ (terza rete in campionato; il classe 2000 aveva servito a Gameiro l’assist nella terza trasformazione del Valencia). I granotas hanno terminato la partita in dieci per l’espulsione di Eliseo Falcón al 74′. Al 27′ Cilessen, a causa infortunio, ha dovuto lasciare i pali ed è stato sostituito da Doménech. Seconda sconfitta (terza negli ultimi quattro impegni) per il Levante. Secondo successo di fila per il Valencia che in classifica occupa una posizione a ridosso della zona Europa League, mentre martedì si giocherà il passaggio del turno in Champions alla Cruijff ArenA.

 

La Liga: Barcellona-Maiorca
Il Barça di Valverde ha trovato la sua undicesima vittoria nella Liga 2019-20 ed ha festeggiato il Pallone d’oro di Messi con una delle migliori prestazione stagionali. Contro i maiorchini tutto il collettivo blaugrana ha funzionato perfettamente, lo si può ravvisare con grande chiarezza in occasione della rete (spettacolare) di Suárez. Che i catalani fossero in giornata lo si era capito al 7′ quando Griezmann di sinistro ha trovato la sua sesta marcatura stagionale. Dieci minuti più tardi le petit diable con il suo quarto assist stagionale ha permesso a Messi di realizzare la sua decima rete in questa edizione di Liga. Al 35′ l’ex Crotone Budimir ha dimezzato per i suoi, ma al 41′ Messi ha replicato. Al 43′ l’orchestra azulgrana ha suonato perfettamente uno spartito stupendo ed irriverente che ha permesso a Suáreaz di siglare di tacco la sua undicesima marcatura in stagione. Al 64′ Budimir ha completato la sua personale doppietta, mentre Messi all’83’ ha fato tris (seconda tripletta in stagione) dimostrando, di fatto, quanto fossero sterili le polemiche sul suo meritato sesto Pallone d’oro. Martedì i catalani, già qualificati, saranno di scena a San Siro dove li attende l’Inter di Conte. Terza sconfitta di fila per il Maiorca, ad un solo punto dalla zona retrocessione.

 

La Liga: Eibar-Getafe
Vittoria di misura per gli azulones, La rete al 67′ di Ángel Rodríguez ha permesso ai madrileni di inanellare il sesto risultato utile consecutivo (quattro vittorie, due pari). Gli armagiñak sono ormai precipitati in una spirale negativa: negli ultimi otto impegni in campionato hanno patito sei sconfitte, finendo per precipitare in graduatoria: la Segunda ora è a due punti.

 

La Liga: Betis-Athletic Club
Terza vittoria consecutiva di un Betis capace di piegare l’Athletic Bilbao – reduce da una manita di risultati utili – in appena venti minuti. Mattatore assoluto Joaquín autore di una tripletta (2′, 11′, 21′). Williams (44′) e Berchiche (75′) hanno ridotto lo svantaggio dei leones, il risultato finale però ha sorriso agli uomini di Rubi che sembrano finalmente aver trovato una quadra e la classifica ne risente positivamente. 

 

La Liga: Real Valladolid-Real Sociedad
Pareggio a reti inviolate fra il Pucela e la Real. Un punto che non smuove granché la classifica di entrambe le compagini. Anzi: proprio a causa di questo pari gli txuri-urdinak sono stati raggiunti in classifica dal Getafe.

 

La Liga: Leganés-Celta Vigo
Seconda vittoria in Liga dei pepineros che proprio grazie ai tre punti guadagnati nello scontro diretto contro il Celta hanno abbandonato l’ultimo posto in classifica. Al Butarque i madrileni hanno iniziato a colpire i galiziani al 15′ con Óscar Rodríguez che, al 39′, ha raddoppiato (quarta trasformazione stagionale). Al 55′ Rodrigues ha completato il tris dei suoi. Tardiva ed inutile la reazione dei celestes che hanno ridotto lo svantaggio grazie ad Araujo (64′) e Iago Aspas (81′). 

 

La Liga: Osasuna-Siviglia
Pareggio di misura fra gorritxoak e nervionenses e così il Siviglia ora è a due punti da Barça e Real. Nonostante i navarri abbiamo giocato per più di mezz’ora in inferiorità numerica, a causa dell’espulsione di Oier (61′), gli uomini di Lopetegui non sono riusciti a far loro l’incontro. Vantaggio andaluso con El Haddadi all’11’, mentre il pari rojillo è stato siglato da Ávila (sesto centro stagionale) nel recupero del primo tempo. 

 

 

 

 

 

 

 

Leave A Reply

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.